Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Carburanti agricoli agevolati, procedure semplificate e più veloci per l'assegnazione

Le novità presentate dall'assessore Fernanda Cecchini

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Procedure semplificate, più veloci e a costo zero per le dodicimila aziende umbre che, in media, usufruiscono ogni anno delle agevolazioni fiscali per la fruizione dei carburanti agricoli ad accisa ridotta. Le novità sono state illustrate dall'assessore regionale all'Agricoltura, Fernanda Cecchini. “In sintonia con la legge regionale sulla semplificazione e con il progetto dell'Agenda digitale dell'Umbria – ha detto – abbiamo apportato, nel rispetto delle normative nazionali in materia, alcune modifiche nelle procedure di richiesta dell'assegnazione dei carburanti agricoli regionali, che dal 1 gennaio di quest'anno avviene esclusivamente attraverso il Siar, il Sistema informativo agricolo regionale e non più attraverso la presentazione della domanda cartacea negli uffici delle ex Comunità montane”. “In questi primi due mesi sono state già quasi tremila le domande ricevute – ha specificato – e per quasi l'85 per cento di queste si è già conclusa l'istruttoria curata dalle ex Comunità montane”. “Anche in questo modo – ha rilevato - abbiamo così voluto dare risposta alle esigenze espresse dalle imprese agricole, alla luce degli importanti cambiamenti che dal 2003, quando è stata approvata la delibera regionale che ridefinisce le tabelle dei consumi dei prodotti petroliferi da ammettere alle agevolazioni fiscali per le operazioni in agricoltura, si sono verificati nel settore e hanno indotto le aziende a riorganizzare gli indirizzi produttivi”. “Fra il 2013 e il 2014 – ha sottolineato - il Governo ha apportato un taglio del 15 per cento alle risorse nazionali destinate alle agevolazioni per i carburanti agricoli, che in Umbria garantiscono uno ‘sconto' complessivo di circa 30 milioni di euro all'anno. Per continuare ad assicurare le stesse agevolazioni alle aziende agricole che operano in conto proprio e in conto terzi, alle imprese agromeccaniche, le cooperative e i consorzi di bonifica e irrigazione, abbiamo introdotto alcuni correttivi a loro favore. In particolare – ha spiegato -, abbiamo stabilito che basterà presentare ‘una tantum', nel caso già non sia stato presentato per altre agevolazioni, il certificato di analisi dei terreni richiesto alle aziende per la concessione di ulteriori quantitativi di carburante agevolato e che potrà essere emesso da qualsiasi laboratorio di analisi riconosciuto a livello nazionale, al fine di evitare costi aggiuntivi a carico delle imprese. Un'agevolazione in ‘deroga' richiesta da circa due-tremila aziende umbre all'anno”.