Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Muore Vittorio Fusari, il grande chef lascia un messaggio su Instagram: "Copiate le mie ricette"

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

E' morto lo chef Vittorio Fusari. Aveva 66 anni ed il decesso è avvento il primo gennaio all'ospedale Mellini di Chiari, dove era ricoverato da venti giorni, per problemi di cuore. Ne soffriva e di necessità aveva fatto virtù, coniando un suo motto: "Un cibo di cuore e pensato", per esorcizzare il male. Un visionario, una persona ammirata e seguita nel mondo del food.  Fusari lascia la moglie Anna Patrizia Ucci e il figlio quindicenne. Lo chef aveva abbandonato due anni fa la sua esperienza milanese a Al Pont de Ferr per stare vicino alla famiglia. Chef conosciutissimo a Bergamo al ristorante Balzer, Fusari è stato ricordato dalla sua brigata con un post su Facebook: "Ciao Vittorio - scrivono dal locale storico del Sentierone -. Sei nei nostri cuori. Il nostro grande Maestro, ci mancherai tanto". Sul profilo Instagram dello chef, che riproponiamo, è apparso un messaggio che è un testamento professionale: "Non vi ho lasciati, avete in eredità le mie ricette che raccontano le mie idee. ⁠Copiatele e fatele vivere costruendo attraverso il cibo un mondo migliore". Quello che lui, visionario, sognava. ⁠ Visualizza questo post su Instagram Non vi ho lasciati, avete in eredità le mie ricette che raccontano le mie idee. ⁠ Copiatele e fatele vivere costruendo attraverso il cibo un mondo migliore. ⁠ ⁠ 11/02/1953 1/1/2020 Un post condiviso da Vittorio Fusari (@vittoriofusari) in data: 1 Gen 2020 alle ore 12:22 PST