Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Grandi: "Per promuovere l'Umbria c'è molto di meglio"

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

La riflessione mi è partita qualche giorno fa via Facebook dopo essermi imbattuto in una campagna promozionale dell'Umbria nella home page di un quotidiano nazionale, in cui campeggiava un'immagine raffigurante una serie di persone intente a brindare in una stanza chiusa davanti a un camino acceso mentre fuori scendeva un po' di neve (leggi qui). Insomma, la classica immagine da Capodanno in Alta Badia che però era quella usata per una campagna istituzionale della Regione Umbria per promuovere la nostra terra. Una scelta che mi ha lasciato sgomento. Ma davvero con tutte le meraviglie che abbiamo in Umbria si possono spendere soldi per veicolare un'immagine che sembra promuovere le Dolomiti invece della nostra magnifica terra? E Assisi, e Perugia, e Gubbio e la Cascata delle Marmore e Spoleto e la Valnerina e Castiglione del Lago e Orvieto e Montefalco? In Umbria abbiamo solo l'imbarazzo della scelta: centinaia di luoghi meravigliosi da mettere in vetrina per attrarre turisti e invece si decide di puntare su una stanza chiusa che sembra un rifugio di montagna. Perché? Pare che la campagna sia stata commissionata e avallata dalla vecchia Giunta e che dunque la macchina fosse già in corsa anche se i nuovi avessero voluto bloccarla. Ma a prescindere da questo, quello che mi ha colpito in seguito alla mia esternazione online è stato il dibattito che si è acceso sul tema e la quantità di immagini che tanti amici e non hanno condiviso sulla mia pagina FB portandole a testimonianza di un'immagine migliore per promuovere la nostra splendida terra. E così, complice anche il direttore del Corriere dell'Umbria, Davide Vecchi è nata l'idea di trasformare tutto questo in un gioco costruttivo. Come comunichereste voi l'Umbria all'esterno? Avete foto evocative o emozionali attraverso le quali raccontare la nostra terra? Ecco, questo è il momento giusto per condividerle. Con una precisazione: non è un gioco campanilistico in cui dimostrare che Perugia è più bella di Spoleto o viceversa, in cui per non fare torto a nessuno si decide di puntare su un prato verde o su una stanza chiusa (per l'appunto): quello che conta è la bellezza, la suggestione da comunicare all'esterno che si possa associare al marchio Umbria. Senza campanilismi di sorta: per una volta uniti nella condivisione del meglio della nostra terra. Ci proviamo? Qual è la vostra foto del cuore?