Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Potenza, salme in fosse comuni per liberare loculi: sei arresti

default_image

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Un caso inquietante arriva alla ribalta delle cronache. La polizia di Potenza, su disposizione della procura della Repubblica, sta eseguendo alcuni provvedimenti cautelari emessi dal gip di Potenza nei confronti di pubblici dipendenti del comune di Rionero in Vulture, imprenditori e privati cittadini indagati per reati contro la Pubblica amministrazione, ed in particolare per l'illecita compravendita di loculi all'interno del locale cimitero. Per approfondire leggi anche: Morti sfrattati, blitz di Striscia A quanto si apprende, sei persone sono state arrestate con l'accusa di aver liberato i loculi del cimitero di Rionero in Vulture e di aver gettato le salme in "vere e proprie fosse comuni". Il particolare è emerso nel corso dell'operazione "il grido dell'Ade" sull'affidamento di appalti nello stesso Comune lucano. Le indagini sono partite dalla denuncia di un cittadino sulla compravendita dei loculi nel cimitero di Rionero.