Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tiziano vuole il gatto, il venditore su WhatsApp: "Non vendiamo ai transessuali"

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Tiziano vuole un gatto. Chiama, parla con il venditore, un tipo di Frosinone. All'inizio è cortese e disponibile: si intendono sulla vendita di un gatto, di massima. Poi arriva l'intoppo.  Tiziano Gargano, 50 anni, è gay. Di mestiere è ausiliario del traffico a Cassino, porta capelli lunghi e biondi. La foto profilo è sui social: occhi azzurri, un filo di trucco, una collanina con il crocefisso. A Tiziano l'hanno già preso di mira per strada - secondo quanto viene riferito -, più volte: insulti omofobi e minacce, danneggiamenti all'auto. Repubblica.it racconta la storia che ha il suo clou nel messaggio WhatsApp: "Non vendiamo ai transessuali" quando sembrava che l'accordo fosse ormai in vista. Bisognava solo concordare il prezzo e il luogo della consegna. Aveva risposto a un annuncio su Subito.it: "Vendesi gatti di varie razze...". "Ne ho già tre, li amo. Sarebbe stato il quarto - dice -, ma...". Ma non l'ha potuto avere.