Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Cooperazione socialecome risorsaper la nostra regione"

L'assessore Carla Casciari ha messo in risalto come la cooperazione sociale in Umbria di fronte alla crisi abbia mostrato una forte resistenza

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

"La cooperazione sociale puo'' rappresentare un modello di sviluppo sostenibile per la nostra regione che valorizza le risorse territoriali mettendo a leva quel capitale sociale capace di far rimanere l''Umbria tra le regioni con un indice di coesione sociale tipico delle regioni del Nord-Est": lo ha affermato l''assessore regionale alle politiche sociali, Carla Casciari, intervenendo, stamani a Perugia, all''assemblea regionale cooperative sociali di Arcs Legacoop Umbria. "La ricerca effettuata dall''Agenzia Umbria Ricerche - ha ricordato Casciari - dal titolo La cooperazione sociale in Umbria, presentata il 2 ottobre, ha messo in risalto come la cooperazione sociale in Umbria di fronte alla crisi abbia mostrato una forte resistenza, reagendo alla con grande capacita'' anche di innovazione alla contrazione di risorse pubbliche e private. In particolare lo studio curato dall''Aur ci restituisce l''immagine di un settore vivo, con fatturato e occupazione in crescita, seppure con alcune criticita''". "L''amministrazione regionale - ha concluso - ha definito percorsi di innovazione quali l''accreditamento dei servizi sociali sanitari, mentre la programmazione dei fondi comunitari e'' sempre piu'' attenta a sostenere la social innovation".