Un parco nell’ex fornace di Ponte d’Assi, progetto tesi di Marco Paffi

Un parco nell’ex fornace di Ponte d’Assi, progetto tesi di Marco Paffi

“Riqualificazione architettonica dell’area ex-fornaci ‘Gualtiero Fagioli’ di Ponte D’Assi di Gubbio” è la tesi di Marco Paffi (classe 1987), laureato in Ingegneria edile-architettura a febbraio con il professor Paolo Belardi.

25.07.2013 - 11:33

0

“Riqualificazione architettonica dell’area ex-fornaci ‘Gualtiero Fagioli’ di Ponte D’Assi di Gubbio” è la tesi di Marco Paffi (classe 1987), laureato in Ingegneria edile-architettura a febbraio con il professor Paolo Belardi. “Il progetto si chiama Land’s Park” (Parco del luogo ), un gioco di parole che sottolinea la riconversione dell’importante sito industriale di inizio Novecento - ora tra le “aree industriali dismesse” della regione - da fabbrica di mattoni a fabbrica di idee” spiega Paffi. Dopo nove mesi di lavoro il giovane ingegnere ha ottenuto un riconoscimento speciale dal Lions Gubbio Host. Con Paffi ha collaborato lo studio eugubino Menichetti+Caldarelli Architetti nel programmare i lavori per bonifica e valorizzazione architettonica dell’area. Il progetto non presume l’abbattimento delle strutture presenti, ma un sistema complessivo di ristrutturazione e la conservazione degli attuali campetti di calcio. Partendo dalla cartografia tecnica regionale ha predisposto circa 40 tavole, rilevando struttura e conformazione del territorio, contesto, piano urbano, funzionalità ed utenze, con foto storiche concesse dagli archivi privati Borletti, Sollevanti e scatti dell’architetto Marco Zanuso conservati all’Istituto universitario di architettura Venezia. È prevista la realizzazione di spazi ad uso pubblico, dedicati in particolare a famiglie, realizzati con materiali eco-compatibili, secondo standard europei, aree verdi, un’audio-videoteca, un ospitality point, una sala congressi, spazi studio, sale sport ed uno sport shop, ascensori e rete internet,un ostello,  una sala prove ipogea, il cui tetto si trasforma in palcoscenico a cielo aperto, una caffetteria, un ‘canneto artificiale’ come terrazza panoramica che dà sul lago di Fassia. Dalla grafica del canneto è emerso il logo di Land’s Park. Allo stato attuale è solo un lavoro di tesi. “Occorrerebbero dei finanziatori interessati al progetto, che prevede uno sforzo finanziario non indifferente. La stima dell’area è di 871mila euro, per cui si prevede un investimento di circa 15milioni di euro”. Un luogo aperto (ora di proprietà privata), fruibile a tutti. “Il progetto è basato sul successo della riconversione dell’ex bacino minerario della Ruhr, l’area dello Zollverein, che trasformata in area pubblica ad oggi conta il doppio delle presenze giornaliere degli Uffizi”.

Benedetta Pierotti

 

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La Pupa e il secchione 2020: Stefano Beacco fa il bagno nudo poi promette alla Scalzi. Video

Televisione

La Pupa e il secchione 2020: Stefano Beacco fa il bagno nudo poi promette alla Scalzi. Video

La Pupa e il secchione 2020. Fra i protagonisti assoluti c'è Stefano Beacco. Nasce un flirt con la Pupa Martina Di Maria e, al contempo, scatena anche le gelosie della sua ...

22.01.2020

La Pupa e il secchione 2020, l'interrogazione della pupa "Asti? In Umbria". Gli strafalcioni. Video

Televisione

La Pupa e il secchione 2020, l'interrogazione della pupa "Asti? In Umbria". Gli strafalcioni. Video

La temutissima maestra Flavia nella terza puntata de La pupa e il secchione 2020. L'insegnante interroga le pupe e i pupi che sono stati istruiti dai loro secchioni. Se la ...

21.01.2020

Italia's Got Talent 2020, le anticipazioni della seconda puntata

Spettacolo

Italia's Got Talent 2020, le anticipazioni della seconda puntata

Mercoledì 22 gennaio va in onda su Tv8 la seconda puntata di Italia's Got Talent 2020. Dopo le spettacolari esibizioni della prima puntata (guarda qui il meglio della scorsa ...

21.01.2020