Comune, nelle mani del commissario prefettizio la lista delle priorità

Comune, nelle mani del commissario prefettizio la lista delle priorità

Si è tenuto questa mattina l'incontro tra sindacati, associazioni di categoria ed il commissario D'Alessandro per discutere della situazione della città

06.07.2013 - 18:56

0

Si sono incontrate questa mattina le forze sociali del lavoro e dell’impresa (Cgil, Cisl, Uil, Associazioni Industriali, Ance, Associazioni piccola e media impresa, Cna, Confartigianato, Casartigiani, Confcommercio, Confeserenti, Cia, Coldiretti, Unione agricoltori, Lega cooperative) con il commissario prefettizio Maria Luisa D’Alessandro per consegnare un documento nel quale sono stati fissati i punti ritenuti fondamentali sui quali lavorare. Un incontro definito positivo e al quale nei prossimi giorni ne seguiranno altri per proseguire la collaborazione attivata. “Lo spirito dell’iniziativa intrapresa - si legge nel documento  - è ispirato alla condivisa preoccupazione che il periodo di presenza del commissario possa rischiare, per evidenti limiti determinati dalla legge, di bloccare o ingessare l’attività amministrativa dell’ente. In una situazione economica nazionale ed internazionale critica, in un contesto locale ‘periferico’ come il nostro, la situazione sociale ed imprenditoriale rischia un declino molto preoccupante. Siamo preoccupati che in questo periodo si possano aggravare ulteriormente le situazioni di disagio, per le persone in modo particolare più deboli e per il sistema delle imprese: piccola, artigianali, commerciali.  Vista la pluralità di interessi coinvolti e le decisioni unanimi prese in una serie di incontri preparatori al colloquio di oggi, le parti firmatarie del presente documento propongono una serie di linee di indirizzo politico alle quali il comune di Gubbio possa ispirarsi in questi mesi: cercare i finanziamenti e contributi necessari per far ripartire tutti i lavori pubblici immediatamente cantierabili presenti nel territorio di Gubbio; contenere l'imposizione fiscale locale a partire da Tares e Imu,Irpef; rafforzare le iniziative tese a portare nel territorio il maggior numero di turisti possibile, in quanto il turismo può rappresentare uno degli strumenti su cui lavorare per far aumentare i consumi nel territorio; partecipare alla discussione regionale sulla programmazione dei fondi strutturale 2014-2020 per evitare che Gubbio si trovi fuori da ogni programmazione; garantire i servizi per il sociale, le imprese ed i cittadini finora in essere. In particolare per ogni punto è possibile individuare alcuni aspetti operativi. 1) cercare risorse e soprattutto finanziamenti e contributi necessari per far ripartire tutti i lavori pubblici immediatamente cantierabili presenti nel territorio di Gubbio: Individuare un gruppo di lavoro con l’obiettivo di ottenere il maggior numero possibile di finanziamenti e contributi. Dare corso con determinazione alle pratiche già approvate, con tempi certi sui pareri da esprimere sia che siano positivi o negativi. Velocizzazione delle pratiche giacenti presso gli uffici comunali riguardanti il settore edile, e risolvere ruolo e funzioni della commissione edilizia. Portare a termine Puc 1, San Pietro e prevedere clausola di salvaguardia dell’intervento Puc 2, ex ospedale. Prevedere interventi per la messa in sicurezza degli edifici pubblici, in modo particolare scolastici, così come prevede il recente decreto del Governo ‘fare’.Seguire il completamento della viabilità Perugia-Ancona, e l’iter progettuale del completamento della 219 da Mocaiana a Montecorona. 2) Contenere l'imposizione fiscale locale a partire da Tares e Imu, Irpef e dare la massima attenzione ai rapporti finanziari con le imprese. Rimanendo disponibili ad un confronto preventivo riguardante la applicazione della Tare, è necessario attestare gli eventuali aumenti in sede di conguaglio al minimo di legge. In attesa di conoscere l’esito delle scelte del Governo sull’IMU sarà necessario  non  effettuare nessuna variazione rispetto alle aliquote  2012, prevedere come annunciato dalla Amministrazione decaduta una riduzione delle aliquote. Conferma delle  aliquote  progressive dell’addizionale IRPEFF, fermo restando la fascia di esenzione definita nel 2012. Conferma delle tariffe e/o contribuzioni attualmente applicate nei servizi socio assistenziali e didattici resi dall'Ente e mantenimento delle tariffe per i servizi a domanda individuale(es. mense e trasporti).  Accelerare i pagamenti delle fatture per crediti vantati da fornitori ed appaltatori. Verifica  delle spese e delle consulenze esterne a favore delle spese per i servizi essenziali e per i servizi a domanda individuale e per il contenimento della pressione tributaria. 3) Rafforzare le iniziative tese a portare nel territorio il maggior numero di turisti possibile, in quanto il turismo può rappresentare uno degli strumenti su cui lavorare per far aumentare i consumi nel territorio. Quadro di Valorizzazione dei Centri storici, verificare rapporto con la Regione in base alle disposizioni di legge; verificare l’opportunità di accorpare l’ufficio del commercio sviluppo economico e turismo; le iniziative di promozione territoriale già programmate dovrebbero essere mantenute per i flussi turistici, per la vita civile della città, per la storia e quello che rappresenta Gubbio, a titolo esemplificativo e non esaustivo: Gubbio Festival, Gubbio No Borders, Trofeo Fagioli, Notte bianca ed iniziative di animazione estiva, celebrazioni VIII centenario consegna chiesa della Vittorina ai francescani, Mostra del Tartufo ed iniziative collaterali del mese di novembre, Ora et assapora, Luminarie ed animazione natalizia; comunque,coordinamento e raccordo con le iniziative che le varie associazioni intraprenderanno e continuità di quelle attivate come es. “Pane a kilometro 0”; vista la rilevanza che i turismo rappresenta e potrebbe rappresentare trasversalmente per tutti i settori a Gubbio si chiede la Istituzione della Consulta per il Turismo; mantenere aperti ed attivi i contatti per quanto riguarda l’università Lumsa. 4) partecipare alla discussione regionale sulla programmazione dei fondi strutturale 2014-2020 per evitare che Gubbio si trovi fuori da ogni programmazione. Vista la necessità che Gubbio sia dentro i provvedimenti di programmazione Regionale; è oltre modo necessario interloquire con la Regione e con la Provincia, garantire che Gubbio sia presente attraverso funzionari e o dirigenti nei momenti di confronto e di definizione delle linee di programmazione in modo particolare Regionale; è necessario sottolineare alla Regione il ruolo di Gubbio e del suo territorio, magari chiedendo un incontro alla Presidente Marini, almeno su alcuni temi che riguardano Gubbio e la programmazione regionale. 5) Garantire ed implementare i servizi per il sociale, le imprese ed i cittadini finora in essere. Piano d’intervento sulla sanità per confermare il ruolo dell’ospedale di Branca, evitare che la razionalizzazione possa determinare un indebolimento delle prestazioni sanitarie nel territorio. Spingere per una qualificazione più elevata dei servizi e delle funzioni dell’ente attraverso una responsabilizzazione,  qualificazione del personale e della macchina pubblica, favorendo l’integrazione e la comunicazione  tra settori e uffici per agevolare la vita dei cittadini e delle imprese e per renderla più aderente alle necessità delle popolazioni e dei cittadini. Prevedendo anche momenti di verifica della applicazione delle disposizioni dirigenziali. Attivazione del Sportello unico Attività Produttive. Attenzione alla manutenzione di strade anche per innalzare i livelli di sicurezza delle persone, alla pubblica illuminazione e  al territorio e al  paesaggio ed al decoro cittadino  anche  attraverso la collaborazione con altre istituzioni altri soggetti. Mantenimento degli attuali livelli di servizio destinati alle persone e alle famiglie, anche attraverso la sinergia con la  Asl Alta Umbria, prevedendo un confronto per la costruzione si strumenti idonei per l’individuazione  e il sostegno alle fragilità che la crisi sta creando alle persone. Mantenere   il  fondo sociale, di intervento per le situazioni di difficoltà”. Già in programma il prossimo incontro fissato per il 19 luglio.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Renzi alla Leopolda cita Aldo Moro e chiude sulle note di Tommaso Paradiso: "Non avere paura"

Renzi alla Leopolda cita Aldo Moro e chiude sulle note di Tommaso Paradiso: "Non avere paura"

(Agenzia Vista) Firenze, 20 ottobre 2019 Renzi alla Leopolda cita Aldo Moro e chiude sulle note di Tommaso Paradiso: "Non avere paura" Matteo Renzi interviene sul palco della Leopolda 10: "Se vogliamo essere presenti, diceva Aldo Moro, dobbiamo essere per le cose che nascono anche se hanno contorni incerti, e non per le cose che muoiono, anche se vistose e in apparenza utilissime" Fonte: Agenzia ...

 
Di Maio e l'inglese, prova superata

Di Maio e l'inglese, prova superata

(Agenzia Vista) Washington, 20 ottobre 2019 Di Maio e l'inglese, prova superata Il ministro degli Esteri, Luigi di Maio, a Washington interviene in inglese al convegno 'Un futuro comune: Stati Uniti e Italia', organizzato dal Consiglio per le relazioni tra Italia e Stati Uniti / fonte FB. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Renzi lancia appello agli scontenti di FI: "Le porte di Italia Viva sono aperte"

Renzi lancia appello agli scontenti di FI: "Le porte di Italia Viva sono aperte"

(Agenzia Vista) Firenze, 20 ottobre 2019 Renzi lancia appello agli scontenti di FI: "Le porte di Italia Viva sono aperte" Matteo Renzi interviene sul palco della Leopolda 10: "Berlusconi per 25 anni ha rappresentato un modello, l'area liberaldemocratica del Paese. La destra europea in Italia. Ieri c'è stato un passaggio di consegna con Salvini che prende in mano il centrodestra. Il malessere di ...

 
Traffico rivoluzionatoper don Matteo

Spoleto

Traffico rivoluzionato
per don Matteo

Ultime due settimane di permanenza a Spoleto per il cast di Don Matteo 12. Le riprese nella città del Festival, che in questi giorni di metà ottobre sta ospitando numerosi ...

19.10.2019

Lorenzo Rinaldi ai "live": il sogno continua

su sky

Il ternano Lorenzo Rinaldi ai "live" di X Factor

Lorenzo Rinaldi, il 19enne ternano in lizza a X Factor, il talent più popolare della tv italiana, su Sky, è tra i 12 finalisti. Il giudice della sua categoria, Malika Ayane, ...

18.10.2019

Quindicenne di Trevi ne Il Collegio di Rai 2

Il docu reality

Quindicenne di Trevi ne Il Collegio di Rai 2

Asia Busciantella Ricci è la quindicenne di Trevi scelta per partecipare al docu-reality in onda da martedì su Rai 2, Il collegio. Dopo le prime tre stagioni, ambientate nel ...

18.10.2019