Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Preapertura a rischio, rabbia cacciatori

Patrizia Antolini
  • a
  • a
  • a

Una doccia fredda a un mese dalla ripresa della stagione venatoria. Il parere negativo dei tecnici della Regione al piano venatorio lascia sconcertate le ventimila dopppiette umbre: la preapertura (lo scorso anno erano stati un giorno e mezzo a fronte dei 6 giorni a disposizione dei colleghi marchigiani) ad oggi rischia di saltare con buona pace degli animalisti e di chi considera i cacciatori una specie ormai in estinzione. “Ora serve buonsenso”, chiedono i cacciatori umbri. "Il piano venatorio è uno strumento fondamentale per la gestione del territorio - spiega Mauro Bacaro, vicepresidente vicario della Federcaccia - i danni maggiori li subiranno gli agricoltori".