Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Morto bruciato nel rogo, 40enne condannato per omicidio

Il pm Gemma Miliani

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Un marocchino di 40 anni è stato condannato a 16 anni di reclusione per omicidio volontario e incendio doloso. Karim Ettermidou, è stato ritenuto responsabile dal gip Valerio D'Andria della morte di un connazionale di 55 anni, Saaid Rakrak, avvenuta il 4 luglio del 2018 a Umbertide: dopo una violenta lite fra i due a colpi di coltello, il 40enne ha dato alle fiamme, dopo averlo cosparso di alcol, un locale semi abbandonato in via Emilia in cui aveva trovato riparto il connazionale dopo la colluttazione. Il pm Gemma Miliani aveva chiesto 20 anni. La difesa, rappresentata dagli avvocati Gabrio Giannini e Guido Bacino, ha provato a sostenere la tesi dell'omicidio preterintenzionale, ma il gip nel rito abbreviato ha sposato la ricostruzione dell'accusa, rappresentata dal pm Gemma Miliani.