Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Emergenza acqua, falde inquinate e frazioni a secco

Fla.Pag.
  • a
  • a
  • a

Emergenza acqua inquinata nell'assisano (nel centro storico, ma anche a Torchiagina, Capodacqua, Santa Maria degli Angeli) e acqua scarsa in montagna, i cittadini lanciano l'allarme e chiedono l'intervento della giunta. A farsi portavoce delle preoccupazioni è l'ex assessore Francesco Mignani: “Non si conoscono ancora fino in fondo, le ragioni dell'inquinamento che ha colpito molte falde del territorio – scrive Mignani – ma la realtà è che ci sono pozzi inutilizzabili per la presenza in profondità di alte percentuali di tetracloruro. Questa sostanza è un potente solvente e mescolandosi nel terreno rende non potabile l'acqua. Il nocciolo del problema è che in numerose zone del territorio non c'è acquedotto e coloro che utilizzavano l'acqua dei propri pozzi per gli usi domestici, sono in gravi difficoltà”. In montagna “c'è scarsità di approvvigionamento per via delle numerose dispersioni dovute alla pessime condizioni delle tubature e raggiunge il suo apice in estate. Data la precarietà e l'urgenza, credo che il compito primario di una efficiente ed attenta amministrazione sia di portare l'acqua in tutte le case del territorio”.