Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, da start up di Bastia Umbra valvole in 3D per i respiratori creati con le maschere da snorkeling

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Tecnologia a disposizione della medicina.  Ideattivamente, la start-up con sede a Bastia Umbra, ha iniziato a produrre con tecnologia di stampa in 3D delle valvole per la modifica delle maschere da snorkeling donate da Decathlon Italia. Un progetto realizzato con la collaborazione di Comune e protezione civile di Bastia Umbra. Una sfida giocata da tutte le Regioni per riconvertire velocemente maschere da snorkeling in dispositivi utili a garantire un supporto alle strutture ospedaliere. Al momento le maschere vengono impiegate come respiratori per le persone che si trovano in terapia intensiva ma sono allo studio anche altre applicazioni. Il progetto in Umbria viene coordinato dal Tucep di Perugia, un consorzio inter-universitario nel quale convergono anche enti pubblici e aziende private, in raccordo con ildDipartimento di Ingegneria dell'Università degli Studi di Perugia. IdeAttivaMente, spiega Giacomo Piccioni socio fondatore, si è messa subito a disposizione grazie ai costanti rapporti con la rete dei maker, i famosi artigiani digitali.