Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tra i fans della cavallina albina anche il mitico driver di Varenne

default_image

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Ci sarà anche Giampaolo Minnucci, il noto driver di “Varenne” alla presentazione ufficiale del libro “La scuderia dei miracoli” (Futura edizioni), realizzato da Giorgio Galvani e Marco Vinicio Guasticchi, lunedì 8 settembre alle ore 12,30, ad Assisi, all'agriturismo-allevamento di Sergio Carfagna, proprietario della cavallina albina, unica “bianca” nata in Europa pronta a scendere in pista. GUARDA il video Minnucci, grande amico dell'allevatore di Assisi, ha rinunciato ad ingaggi ed impegni professionali pur di essere presente ad un appuntamento che non ha esitato a definire, “miracoloso” ed unico per l'ippica che attraversa un momento difficile”. “Quella cavallina, seguita anche dalla scienza, non poteva che nascere ai piedi della Basilica di San Francesco ad Assisi, da Sergio Carfagna, grande allevatore, uomo straordinario, generoso ed altruista a cui tutta l'ippica dovrebe ispirarsi – ha detto il driver del mitico 'Capitano' - Sergio mi ha visto crescere, da lui per la prima volta sono andato con mio zio Umberto Francisci, con lui ho iniziato a guidare i cavalli di pregio come Pitagora che mi ha fatto vincere il Primo Gran Premio e poi con Irina, la straordinaria cavalla di casa Carfagna che ci ha regalato tante soddisfazioni”. LEGGI Cavallina bianca sempre più star “Ora questa cavallina bianca giunge proprio in quel luogo, con padre Danilo Reverberi, frate francescano di grande cultura ippica – ha proseguito Giampaolo Minnucci – quasi a voler ridare speranza al comparto e a questo straordinario sport che dà lavoro in Italia a tante famiglie e ci rende orgogliosi nel mondo come spesso è avvenuto con il grande Varenne e altri prodotti di galoppo e trotto dell'allevamento italiano”. LEGGI La cavallina bianca star della Mostra del cavallo “Il libro che hanno realizzato Giorgio Galvani e Marco Vinicio Guasticchi, che tra l'altro lunedì prossimo ci consentirà di scoprire il nome della cavallina bianca – ha concluso Minnucci – rende merito all'attività di allevatori seri come Carfagna punto di riferimento per tutti noi”.