Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Leggendario Sagan, terza vittoria di fila al Mondiale. Quarto Trentin

default_image

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

Peter Sagan nella leggenda. Il corridore slovacco si è imposto nel Mondiale di Bergen, in Norvegia, il suo terzo titolo iridato consecutivo: nessuno come lui nella storia del ciclismo su strada. Sagan ha vinto in volata superando con un colpo di reni da manuale l'idolo di casa Kristoff. Per lo slovacco si tratta della vittoria numero 101 in carriera e nel suo palmares oltre ai tre titoli mondiali (Richmond 2015, Doha 2016 e Bergen 2017), ci sono anche un Giro delle Fiandre, due Gand-Wewlgem, un campionato europeo, otto tappe al Tour con cinque maglie verdi e quattro tappe alla Vuelta. Completa il podio l'australiano Matthews, mentre l'italiano Trentin ha chiuso al quarto posto dopo che la volata era stata lanciata dal compagno Bettiol. Nel finale bella azione del francese Alaphilippe con l'azzurro Moscon (poi squalificato per traino prolungato dell'ammiraglia quando mancavano tre giri alla fine), ripresi poco prima dell'ultimo chilometro. Nell'intervista successiva al trionfo, Sagan ha dedicato la vittoria a Michele Scarponi, di cui lunedì si festeggia il compleanno. Quindi un pensiero al figlio in arrivo: sua moglie Katarina Smolková sta infatti aspettando il primogenito della famiglia e partorirà tra un mese. Il petrignanese d'adozione, Salvatore Puccio, ha chiuso 88° a 3'13" dopo una giornata intera spesa al servizio dei capitani azzurri