Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nucleare: Milano Unita, non si sente mancanza di una centrale in Lombardia

default_image

  • a
  • a
  • a

Milano, 15 set. (Adnkronos) - “Non si capisce davvero il senso dell'uscita di Salvini, soprattutto in un momento come questo. Siamo ancora in un periodo caratterizzato dalle sofferenze legate al Covid e all'emergenza sanitaria, e sappiamo quanto il nostro territorio abbia sofferto". Lo affermano Paolo Limonta e Elena Lattuada, capilista di Milano Unita alle prossime elezioni comunali milanesi, dopo le affermazioni del segretario della Lega, Matteo Salvini, sul nucleare. "Si sa che è esistito un legame tra diffusione del Covid in Lombardia e l'inquinamento atmosferico della regione: non si sente quindi davvero la mancanza di una centrale nucleare in Lombardia, si pensi piuttosto alla salute delle persone e alla qualità delle nostre vite. Senza dimenticare che la volontà popolare in Italia si è già espressa nettamente contro la scelta nucleare”, spiegano.

“Milano Unita propone al contrario di impegnarsi ancora di più nello sviluppo delle energie rinnovabili e mandare un segnale di impegno a favore serie politiche verdi, soprattutto alla vigilia di un appuntamento importante per Milano come la Pre-Cop 26”, continuano. La conferenza di preparazione al 26esimo vertice Onu sul cambiamento climatico in programma a Glasgow (1-12 novembre), si terrà a Milano dal 30 settembre al 2 ottobre.