Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Ambra a Castiglione Cinema: "Qui succedono cose meravigliose"

Gabriele Burini
  • a
  • a
  • a

Il pomeriggio di Castiglione del Lago non è stato dei migliori dal punto di vista climatico. Le nuvole hanno ricoperto il cielo azzurro sopra il Trasimeno ed anche la pioggia ha provato a rovinare il programma di Castiglione Cinema – RdC Incontra. Poi però è arrivata Ambra Angiolini. Scesa dal suo van nero in compagnia della figlia e di un cagnolino nero, dal cielo ha improvvisamente smesso di cadere la pioggia e tutto è tornato alla normalità di un caldo luglio. Quanto meno fino alla premiazione, quando un vero e proprio acquazzone ha colpito Castiglione del Lago. Ambra comunque ha prima raggiunto il suo hotel per cambiarsi, ha scambiato delle battute con i passanti e alla domanda di un tifoso juventino “come sta Massimiliano Allegri?” (attuale compagno della Angiolini), ha risposto “credo bene”, tra le risate generali. 

Ambra ha poi raggiunto la bellissima Rocca medievale, e gli applausi della platea hanno accolto la vincitrice del David di Donatello, del Nastro d’argento come migliore attrice non protagonista, il Globo d’oro e il Ciak d'oro come rivelazione dell’anno per il film “Saturno Contro” nel 2007. E proprio del suo esordio nel grande schermo ha iniziato a parlare. “Ferzan Özpetek mi ha contattato per il film. Avevo tantissima paura e non lo volevo fare. Poi sono rimasta incinta e pensavo che la parte fosse andata perduta – spiega Ambra – . Özpetek mi ha aspettato e dopo la nascita di mio figlio mi ha dato il ruolo. Ero fragile, insicura, tutte cose che pensavo fossero dei difetti da nascondere, invece lui ha apprezzato queste cose, le ha gettate di fronte al personaggio che tutti conoscevano, dandomi una sensazione di libertà e di bellezza”. Poi il ringraziamento è andato a tutti quegli operatori dello spettacolo che l’hanno aiutata. “Il David vinto è un premio di gruppo e di gente che sembra invisibile ma che in realtà è fondamentale. Oltre agli attori, in un film, ci sono tantissime persone”. Sulla possibilità di tornare al cinema pre Covid, Ambra ha così risposto: “Ci spero, come tutti. Inizialmente, durante la quarantena, il settore dello spettacolo non era l’emergenza. C’era l’emergenza sanitaria che, grazie al terzo settore, è stata fronteggiata. Su Brescia abbiamo vissuto delle bellissime esperienze: con il sindaco, tutti insieme, abbiamo fatto un lavoro straordinario”.

Il progetto di cui parla Ambra è “Sostieni Brescia”, ed hanno partecipato anche Fabio Volo e Francesco Renga. “Come a Castiglione del Lago, anche a Brescia possono succedere delle cose meravigliose, ed è un peccato che una città così viva non sia mai sulla bocca di tutti per quello che fa di buono" dichiara Ambra che da tre anni  conduce gratuitamente anche il concerto del Primo Maggio. “Lo condurrò anche nel 2021”, ha dichiarato felice. Ambra adesso sta scrivendo un libro, mentre la sua attività teatrale è stata interrotta dal Covid. Poi è arrivata la tanto attesa premiazione. Castiglione non si dimenticherà di Ambra Angiolini: sincera, diretta e, come detto dai presenti, “la stessa persona che si vede in televisione”.