Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tirreno-Adriatico 2021: tappe, percorsi, altimetrie, corridori al via e orari tv

  • a
  • a
  • a

Scatta la Tirreno-Adriatico 2021. Da oggi mercoledì 10 sino a martedì 16 marzo, la corsa collegherà nuovamente Lido di Camaiore a San Benedetto del Tronto, proponendo una corsa completa, come da tradizione, offrendo possibilità a tutti i corridori di giocarsi le proprie chances in almeno una circostanza nell’arco delle sette frazioni proposte dagli organizzatori. Il percorso. Come da tradizione nella prima tappa ci sarà il Monte Pitoro come asperità principale, ma il finale è per velocisti. Nella seconda, ricca di sali e scendi, chiama i finisseur e gli specialisti delle classiche con l'arrivo esigente di Chiusdino. Anche il terzo giorno presenta un altro percorso piuttosto mosso, ma non abbastanza duro per gli scalatori più puri, con il finale di Gualdo tadino che sembra poter sorridere a corridori veloci, ma capaci di resistere sugli strappi. La quarta frazione sarà invece la tappa regina con la scalata di Passo Capannelle che far da antipasto alla scalata finale di Prati di Tivo (circa 15 chilometri al 7%), un’ascesa che in passato ha arriso a corridori come Vincenzo Nibali e Chris Froome. La tappa di Castelfidardo ha invece un profilo molto simile a quello della tappa vinta lo scorso anno a Loreto da Mathieu van der Poel, quindi ancora una volta una frazione adatta a uomini da classiche o da fuga. La sesta tappa verso Lido di Fermo chiama i velocisti, poi si chiude con la classica cronometro di San Benedetto del Tronto.  La gara a tappe toccherà cinque regioni dell’Italia centrale: Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo e  Marche, per un totale di 1109,1 chilometri divisi in sette tappe. Tanti i campioni al via. Dai cacciatori di tappa come van der Poel, Van Aert, l’iridato Alaphilippe, il tre volte campione del mondo Sagan, quello olimpico Gerg Van Avermaet e Bettiol, ai velocisti Ewan, Gaviria, Ballerini, Viviani e Merlier, al cronoman Ganna, sino ai big che lotteranno per la classifica finale come il campione uscente Simon Yates,  Pogacar, Bernal, Thomas, Nibali (vincitore della Tirreno del 2012 e 2013), Quintana, Fuglsang, Landa, Pinot e Higuita. La copertura televisiva della Tirreno-Adriatico, sarà di tre ore di trasmissione in diretta e toccherà oltre 200 Paesi nel mondo. In Italia, il racconto inizierà sul canale tematico Rai Sport +HD dalle 13 circa, per poi passare alle 15 circa su Rai2 per l’ultima ora di gara e il relativo dopogara. Si potrà guardare la Corsa dei Due Mari anche su Eurosport.