Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Festival di Sanremo, ecco chi è Diodato, il vincitore: tutte le foto della premiazione sul palco dell'Ariston

Giuseppe Silvestri
  • a
  • a
  • a

Nato ad Aosta, 38 anni, Diodato è il vincitore della70esima edizione del Festival di Sanremo. A portarlo al successo è stata la canzone Fai rumore (Guarda il video ufficiale) che nella "finalissima" ha battuto Francesco Gabbani che sul palco dell'Ariston ha presentato Viceversa. A sorpresa sul terzo gradino del podio i Pinguini Tattici Nucleari con Ringo Starr. Ma chi è Diodato, vincitore della kermesse della musica italiana? In realtà di nome si chiama Antonio e è alla sua terza partecipazione all'Ariston, o quattro contando il duetto con Ghemon dello scorso anno. Ha esordito nel mondo della musica nel 2013 con il suo primo album di inediti "E forse sono pazzo" e la rivisitazione del brano "Amore che vieni, amore che vai" di Fabrizio De André, pezzo con il quale entra a far parte della colonna sonora del film di Daniele Luchetti "Anni felici" presentato al Festival del cinema di Toronto. Nel febbraio 2014 Diodato partecipa per la prima volta al Festival di Sanremo nella categoria "Nuove Proposte" con la canzone "Babilonia" qualificandosi al secondo posto. Nello stesso anno è ospite fisso nella trasmissione "Che tempo che fa" dove interpreta "canzoni in un minuto" che rendono omaggio ai grandi artisti della musica italiana. A maggio è ospite del Concerto per il Primo Maggio di Taranto di cui diventa direttore artistico insieme a Roy Paci e Michele Riondino nel 2016. Nel settembre 2014 Diodato vince il "Premio Fabrizio De André" per la sua versione di "Amore che vieni amore che vai", in ottobre partecipa come ospite al Premio Tenco 2014 e al festival organizzato dagli Aftherhours a L'Aquila "Hai paura del buio?". Nello stesso anno pubblica "A ritrovar bellezza", album a cui partecipano Roy Paci, Manuel Agnelli e Velvet Brass. Partecipa inoltre al disco di Daniele Silvestri per i brani 'Pochi giorni' e "Alla fine". Nel 2016 esce il suo secondo album di inediti "Cosa siamo diventati", anticipato dal singolo "Mi si scioglie la bocca" diventato virale online dopo neanche 24 ore dalla pubblicazione. Prende parte con il brano "Paranoid Android" alla compilation "KO Computer", un tributo all'album "Ok Computer" dei Radiohead ideato dallo staff di King Kong di Radio1. Nel 2018, assieme a Roy Paci, partecipa al suo secondo Sanremo con il brano "Adesso" che riceve elogi dalla critica e dal pubblico. Il brano viene scelto come colonna sonora del corto di Annamaria Loguori "La notte prima", presentato in anteprima alla Mostra del cinema di Venezia. A dicembre si esibisce alla cinque giorni di eventi "5 giorni di Musica contro le Mafie" a Cosenza - dove viene premiato per il brano "Adesso". A febbraio torna sul palco dell'Ariston come ospite di Ghemon, con cui rielabora "Rose Viola".