Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Massoneria, il lockdown ha spinto il Gran Maestro anche verso la pittura. I quadri di Stefano Bisi

  • a
  • a
  • a

Il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, diventa un po' anche artista perché "nella vita bisogna sempre mettersi in gioco e magari fare cose che non si è mai fatto. E' necessario anche per un sano equilibrio mentale". Sostenuto da questo condivisibile principio, il capo italiano della massoneria, Stefano Bisi, nel periodo di lockdown si è avvicinato alla pittura (e non solo). Disegnare è una passione che ha sin da quando era bambino, ma non si era mai cimentato con gli acquerelli. Costretto in casa dal virus come quasi tutti gli italiani, non potendo più partecipare alle riunioni rituali e dovendo rinunciare ai viaggi che scandiscono le sue settimane, ha spolverato vecchie passioni ed esplorato nuove attività. Intanto è tornato ad alimentare il suo blog, bisistefano.it, con pensieri e concetti a volte quasi filosofici. Poi ha realizzato un nuovo libro - ne aveva già scritti in passato - dal titolo Diario di viaggio, nato proprio dalle riflessioni dei mesi di quarantena causa Covid-19. Infine la pittura. Armato di eleganti cartoncini e pennelli, Stefano Bisi si è misurato con la passione che aveva da piccolo, alzando l'asticella visto che agli acquerelli non si era mai avvicinato. La sua fonte d'ispirazione principale sono stati gli alberi della Toscana, ma non soltanto quelli. Quadretti che per ora conserva personalmente, ma senza escludere di regalare o addirittura trasformare in segnalibri. E l'attività massonica? Ovviamente è stata formalmente interrotta: "Le persone sono rimaste in contatto - spiega Bisi - sia telefonicamente che attraverso piattaforme web, ma le riunioni rituali non sono state effettuate. Il rispetto delle regole è fondamentale, noi siamo fedeli assertori di questo principio e lo siamo stati anche in occasione delle restrizioni per il Covid". Le riunioni sono riprese al termine del lockdown, ovviamente nelle Logge in cui è possibile rispettare le misure di sicurezza. La pandemia ha costretto tra l'altro il Grande Oriente d'Italia a spostare la Gran Loggia annuale. Doveva tenersi a marzo, è stata posticipata all'11, 12 e 13 settembre, a Rimini. Stefano Bisi è Gran Maestro dal 2014, rieletto nel 2019, vedrà scadere il suo secondo mandato nel 2024.