Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Foligno ai tempi del Coronavirus: chiuso il Parco Fluviale

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

A Foligno, a seguito dell'emergenza Coronavirus, sono stati chiusi tutti gli accessi ai percorsi del Parco Fluviale che costeggia il fiume Topino, luogo solitamente molto frequentato dai folignati e in particolare da chi vuole fare jogging o una passeggiata. Nastri biancorossi sono stati collocati (come mostra la galleria fotografica in alto - le immagini sono state scattate alle 11.00 del 13 marzo 2020) a tutti glil accessi e la polizia municipale ha affisso dei cartelli in prossimita dei marciapiedi che costeggiano le sponde del fiume. Nei cartelli si legge che "tutte le attività motorie svolte all'aperto devono consentire la distanza minima di un metro tra una persona e l'altra" e che c'è "divieto assoluto di formare assembramenti di più persone". "La raccomandazione - si legge ancora nel testo - è comunque quella di rimanere a casa ed uscire solo nei casi previsti dal decreto legge". In città, comunque, si vedono alcune persone fare jogging liberamente e in giro ci sono anche ciclisti. Qualcuno rispetta le norme delle distanze, ma non tutti. Soprattutto coloro che si dedicano al footing: capita infatti di incontrare persone che, nonostante le raccomandazioi, corrono (o anche semplicemente camminano) tenendosi uno a fianco all'altro, senza neppure. mascherine o protezioni di sorta. Un comportamento davvero pericoloso, vista la situazione generale. Per il resto - come già hanno mostrato le nostre foto nei giorni scorsi (clicca qui per vederle) - la città continua a vivere in un'atmosfera surreale: pochissime auto e poca gente in giro, e in qualche momento della giornata centro storico addirittura completamente deserto.