Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Sedicenni investite e uccise a Roma, positivo al test antialcol il ventenne alla guida dell'auto

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

E' risultato positivo ai test sull'assunzione di alcol, il ventenne che nella notte fra sabato e domenica ha investito e ucciso a Roma due sedicenni all'uscita da una discoteca a Roma. Secondo indiscrezioni, i valori sarebbero risultati tre volte superiori al consentito. Pietro Genovese, figlio del regista Paolo Genovese, si era subito fermato per tentare di soccorrere le adolescenti, ma per loro, purtroppo, non c'era più nulla da fare. Ancora incerta la dinamica dell'incidente: il 20enne - contro il quale si procede per omicidio stradale - non avrebbe visto le due adolescenti, che probabilmente hanno attraversato la strada a scorrimento veloce in un punto in cui non era consentito. L'autista forse era distratto e le analisi tecniche sul cellulare serviranno a capire se ne stesse facendo uso al momento dell'impatto. Per approfondire leggi anche:Disposta l'autopsia sui corpi delle due sedicenni travolte e uccise da un'auto a Roma La tragedia ha riportato alla ribalta la questione della sicurezza stradale a Roma della scarsa illuminazione presente in molte vie della capitale. Nella giornata di oggi, lunedì 23 dicembre, intanto, è morta anche un'anziana. Anche lei dopo essere stata investita da un'auto.