Riforma giustizia, Cgil: "Rischio caos". E gli avvocati perugini studiano misure di tutela

La Funzione pubblica del sindacato umbro stronca la revisione della geografia giudiziaria. Pasquino: "Solo ripercussioni negative per i lavoratori, irrisolti i veri nodi del problema". Gli iscritti all'Ordine del capoluogo umbro domani si riuniranno di nuovo in assemblea 

12.09.2013 - 10:50

0

“Giustizia umbra a rischio caos dal 14 settembre”. Mentre si moltiplicano proteste, anche eclatanti, e prese di posizione ufficiali di avvocati e amministratori, la riforma della geografia giudiziaria, che prevede per l’Umbria la soppressione del Tribunale di Orvieto e delle sedi distaccate del Tribunale di Perugia, riscuote anche la sonora bocciatura da parte della Cgil. E anche su questo fronte si annunciano mobilitazioni.

Ripercussioni sui lavoratori “I tagli tradotti in una riorganizzazione della mappa della giustizia umbra – dice Manuela Pasquino per la Fp Cgil Umbria - rischiano di produrre inevitabilmente un sovraccarico delle altre sedi, creando ripercussioni pesanti sui lavoratori. Esprimiamo forte preoccupazione dopo l’incontro del 9 settembre con il ministro Anna Maria Cancellieri, che si è dimostrato indisponibile a mettere mano ad una riforma che così com’è non può funzionare”.

Riforma spuntata Peraltro, la riforma in questione è reputata poco efficace, perché “non risolverebbe nessuno dei ritardi strutturali del sistema”. “Abbiamo chiesto con forza – continua la Cgil - un rinvio funzionale e meramente tecnico del riordino proposto dal governo, ritenuto indispensabile per risolvere i problemi organizzativi. Ma soprattutto abbiamo chiesto di iniziare insieme una seria riorganizzazione all’amministrazione giudiziaria”. 

Agitazione nell’aria
Le proposte presentate dal sindacato al ministro (“un piano di riorganizzazione degli uffici che metta al centro il servizio, aggredisca i nodi veri del problema e che punti sul processo telematico, sulla digitalizzazione, sui programmi di controllo di gestione”) al momento sembrano però cadute nel vuoto. Ecco perché la Fp Cgil annuncia "iniziative di protesta già dai prossimi giorni".

Si muovono gli avvocati perugini Anche oggi, in conferenza stampa, il presidente del consiglio dell’Ordine degli avvocati di Perugia, Carlo Orlando, ha lanciato un messaggio chiaro: la giustizia civile, amministrata fino a qualche tempo fa nelle cinque sezioni distaccate (Assisi, Gubbio e Città di Castello, accorpate a Perugia, e Todi e Foligno accorpate a Spoleto), è vicina alla paralisi. Proprio stamani, peraltro, la commissione Manutenzione ha ratificato lo spostamento nella frazione perugina di Balanzano dei fascicoli (circa 9mila) provenienti dalle sezioni distaccate. Domani, quindi, l'assemblea degli iscritti all'Ordine continuerà. Focus sulle azioni di tutela, tra cui sarebbe possibile anche un ricorso al Tar. 

Servizio fotografico sulla conferenza stampa dell'Ordine degli avvocati di Perugia a cura di Giancarlo Belfiore 

 

 

 

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Toti: “Liguria seconda solamente al Veneto per numero di tamponi effettuati”

Toti: “Liguria seconda solamente al Veneto per numero di tamponi effettuati”

(Agenzia Vista) Liguria, 27 maggio 2020 Toti: “Liguria seconda solamente al Veneto per numero di tamponi effettuati” “Liguria seconda solamente al Veneto per numero di tamponi effettuati” queste le parole di Giovanni Toti, Presidente della Liguria, durante la conferenza di aggiornamento dei dati sul contagio da coronavirus nella Regione. Facebook Toti Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Proteste a Marsiglia dopo che Francia vieta l'idrossiclorochina

Proteste a Marsiglia dopo che Francia vieta l'idrossiclorochina

Marsiglia, 27 mag. (askanews) - I residenti protestano fuori dall'Ihu Mediterranée Infection hospital a Marsiglia dopo che la Francia ha vietato le cure con l'idrossiclorochina per i malati di Covid-19. L'istituto guidato dal professore Didier Raoult ha tuttavia annunciato che continuerà i trattamenti sui pazienti più adatti. Dalla scalinata dell'ingresso, che all'inizio della pandemia era piena ...

 
Sandra Milo si incatena alla transenna e viene ricevuta da Conte

Sandra Milo si incatena alla transenna e viene ricevuta da Conte

Roma, 27 mag. (askanews) - Sandra Milo si è presentata a Palazzo Chigi, chiedendo di parlare con il premier Giuseppe Conte. A un primo rifiuto, l'attrice, 87 anni, si è incatenata a una delle transenne che chiudono la piazza. Nei giorni scorsi, l'attrice aveva avviato uno sciopero della fame per richiamare l'attenzione sulle difficoltà degli artisti e delle partite Iva e ora, dopo essersi ...

 
Uomini e Donne, l'entrata dell'Alchimista in studio per la prima volta senza maschera. Il video

L'Alchimista si chiama Davide

TELEVISIONE

Uomini e Donne, l'entrata dell'Alchimista per la prima volta senza maschera

Finalmente l'Alchimista entra in studio di Uomini e Donne, la storica trasmissione del primo pomeriggio di Canale 5, senza la maschera. E' successo durante la puntata del 27 ...

27.05.2020

Alba Parietti si spoglia su Instagram per la prova costume: "Una scusa per esibirmi, prenderò gli insulti"

Alba Parietti, 58 anni

SOCIAL

Alba Parietti si spoglia per la prova costume: "Una scusa per esibirmi"

Alba Parietti stupisce ancora e alla soglia dei 60 anni, li compirà nel luglio 2021, si spoglia. Nel bagno di casa sua si mostra come sempre statuaria con le mitiche gambe in ...

27.05.2020

Stasera in tv 27 maggio va in onda il film "All'ultimo voto". Con Sandra Bullock

TELEVISIONE

Stasera in tv 27 maggio va in onda il film "All'ultimo voto". Con Sandra Bullock

Stasera in tv 27 maggio va in onda il film "All'ultimo voto". Appuntamento su Iris, alle ore 21. Pellicola americana del 2015, la regia è di David Gordon Green, nel cast ci ...

27.05.2020