Astronomia, missione Gaia: ultime notizie dalla nostra galassia

All'Asi "Gaia Science Day": ruolo Italia e novità scientifiche

14.06.2018 - 16:00

0

Roma, (askanews) - Ha offerto agli scienziati quello che ad oggi è il più grande e dettagliato catalogo stellare della Via Lattea, determinando posizione, velocità e caratteristiche di 1 miliardo e 700 milioni di stelle. E non è che l'inizio. La missione Gaia dell'Esa promette di stupirci ancora rivelando tasselli importanti per ricostruire la storia evolutiva della nostra Galassia. Ne sono convinti gli scienziati riuniti a Roma, nella sede dell'Agenzia spaziale italiana, per il "Gaia Science Day", giornata incentrata sul ruolo che l'Italia con Asi e Inaf gioca nella missione europea sia dal punto di vista scientifico che tecnologico, sul secondo rilascio dati di Gaia dello scorso aprile che ha già portato a una mole impressionante di studi pubblicati o in via di pubblicazione e sul futuro della missione Esa.

Missione che vede il forte impegno dell'Agenzia spaziale italiana, come spiega Marco Castronuovo, Program Manager Asi di Gaia:

"L'Asi partecipa alla missione Gaia sotto due aspetti. Finanzia le attività della comunità scientifica italiana a cui partecipano 50 scienziati da 8 osservatori sparsi per tutta l'Italia e poi finanzia le attività industriali che si concretizzano nella realizzazione di uno dei sei Data Processing Center che analizzano i dati ricevuti dalla missione e implementano il software scientifico per lo sfruttamento dei dati da parte degli scienziati".

Attività complessa quella dell'elaborazione dei dati, che in Italia si svolge all'Altec di Torino, e che - spiega Castronuovo - proseguirà anche a missione conclusa. "Ad oggi - prosegue Castronuovo - la missione è prevista fino al 2020 e c'è la possibilità che venga estesa per un altro anno e le attività di elaborazione dei dati continueranno per altri tre dopo la conclusione della missione. Quindi il rilascio finale dei dati avverrà presumibilmente intorno al 2024".

Una missione complessa e ambiziosa, come sottolinea Mario Lattanzi dell'Inaf, responsabile scientifico di Gaia per l'Italia:

"Lo scopo principale è determinare le posizioni e la velocità e anche i colori e le caratteristiche fisiche delle stelle, per circa 2 miliardi di oggetti celesti. Uno sforzo mai fatto da nessuna agenzia mondiale. Questi 2 miliardi di oggetti che andiamo a censire rappresentano circa l'1% di tutte le stelle del nostro sistema solare, sembra un numero piccolo ma in realtà riusciamo a censire le stelle fino a distanze inimmaginabili fino ad ora, cioè 10mila parsec dal Sole".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Narni (antica Narnia), la signora dell'Anello
La rivincita vista da vicino

Narni (antica Narnia), la signora dell'Anello

La gara è stata una delle più entusiasmanti della storia della Corsa all'Anello: la rivincita 2018 è stata conquistata a notte inoltrata dal terziere di Santa Maria, che pure era partito con handicap per l'infortunio (per fortuna non grave) capitato al suo primo cavaliere, che non è potuto entrare in campo. Ecco però viste da vicino le immagini della benedizione, preparazione, del corteo storico ...

 
Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Milano, 23 giu. (askanews) - "Le paure ci sono, tutti noi abbiamo delle paure, però Milano le paure le gestisce e non le butta addosso agli altri, Milano non ha paura della diversità perché sulla diversità ci costruisce il futuro, e non è una bella dichiarazione di principio perché Milano lo fa da 26 secoli ed è arrivata dove è arrivata, integrando e mettendo insieme le qualità di tutti noi. ...

 
Brad Mehldau, cancellato il concerto

Umbria jazz 2018

Brad Mehldau, cancellato il concerto

Il concerto di Brad Mehldau a Umbria Jazz previsto per il 18 luglio 2018 round midnight al teatro Morlacchi di Perugia è stato cancellato per cause indipendenti dalla volontà ...

23.06.2018

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

St Jacob's Chamber Choir

Grandi festival

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

Una Sagra monumentale capace di mostrare tutto il suo valore di patrimonio storico e vivo della città e del territorio. E’ così che organizzatori, istituzioni e il direttore ...

23.06.2018

Musica e teatro in quota

Suoni Controvento prendono forma dallo spazio

Un viaggio negli inferi di monte Cucco seguendo il Caino di George Byron, le sue parole, passo dopo passo, lentamente. Oppure là fuori, nella luce del tramonto, a rivedere un ...

23.06.2018