Raggi: Le buche? Per fare le cose regolari ci vuole tempo

Abbiamo da fare appalti per 8mila chilometri

13.06.2018 - 17:00

0

Roma, (askanews) - "La nostra amministrazione ha un intendimento di fondo: noi dobbiamo fare le cose bene e in modo legittimo. Io sono la prima a soffrire perché ci sono le buche e perché Roma in parte è ancora sporca", lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi parlando alla Associazione Stampa Estera.

"Noi abbiamo due strade: fare tutto e subito come le amministrazioni precedenti dando una mano di bianco, oppure proviamo a richiudere quelle crepe e poi imbiancare. Sull'asfalto, la procura lo ha confermato, nei vent'anni precedenti l'asfalto si chiudeva con le mazzette. Ieri sono andata a Tor Bella Monaca dove stiamo rifacendo una strada, ci abbiamo messo quasi un anno a fare la gara e abbiamo speso quasi un milione di euro, e i cittadini mi dicevano che quella strada non veniva rifatta da oltre vent'anni. Noi ci siamo messi in animo di dire qui le strade vanno rifatte tutte, e abbiamo oltre ottomila chilometri di strade; ma vanno rifatte bene. Sicuramente le buche saranno colmate per evitare insidie stradali ma quello non è l'azione di lungo periodo. Quello che serve è ricominciare a fare gare per appalti regolari. Abbiamo strade dove secondo i tecnici uno strato di asfalto è stato posato sulla terra, senza strati sottostanti. Ma come sono state fatte le cose negli anni? Io ho ereditato questa città. Non sono disposta a cambiarla usando gli stessi strumenti di quelli che c'erano prima cioé dando una mano di bianco".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Economia

Borse, lunedì nero

Le borse europee chiudono in calo sui timori delle conseguenze di una guerra commerciale internazionale. A fine seduta Milano cede il 2,44%, in aumento lo spread Btp-Bund a 251 punti base. Londra cede il 2,24%, Francoforte lascia sul terreno il 2,46%, Parigi perde l'1,92%. A Piazza Affari crolla Prysmian -10%, dopo aver annunciato una revisione al ribasso dell'Ebitda. In flessione il comparto ...

 
Luca Barbarossa: storia di Alex, da solo a Pozzallo a otto anni

Luca Barbarossa: storia di Alex, da solo a Pozzallo a otto anni

Roma, (askanews) - Chi avrebbe il coraggio di dire a un bambino di otto anni arrivato in Europa dopo un viaggio di un anno e mezzo, da solo, "è finita la pacchia"? Lo dice Luca Barbarossa, negli studi di askanews per presentare il suo disco "Roma è de tutti". "Racconto una piccola storia emblematica, quella di Alex, un bambino che è arrivato a Pozzallo senza genitori dopo un viaggio di un anno e ...

 
Brad Mehldau, cancellato il concerto

Umbria jazz 2018

Brad Mehldau, cancellato il concerto

Il concerto di Brad Mehldau a Umbria Jazz previsto per il 18 luglio 2018 round midnight al teatro Morlacchi di Perugia è stato cancellato per cause indipendenti dalla volontà ...

23.06.2018

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

St Jacob's Chamber Choir

Grandi festival

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

Una Sagra monumentale capace di mostrare tutto il suo valore di patrimonio storico e vivo della città e del territorio. E’ così che organizzatori, istituzioni e il direttore ...

23.06.2018

Musica e teatro in quota

Suoni Controvento prendono forma dallo spazio

Un viaggio negli inferi di monte Cucco seguendo il Caino di George Byron, le sue parole, passo dopo passo, lentamente. Oppure là fuori, nella luce del tramonto, a rivedere un ...

23.06.2018