Azione di Greenpeace nell'Adriatico: "Stop Trivelle"

A due anni dal referendum: basta sfruttare i mari, si cambi rotta

17.04.2018 - 15:00

0

Roma, (askanews) - Protesta di Greenpeace nell'Adriatico, nei pressi della piattaforma Fratello Cluster, poco a Nord di Pescara. Gli attivisti hanno aperto in mare due striscioni con scritto "Stop trivelle" e "Ieri, oggi, sempre", per ricordare la data del 17 aprile 2016, quando 15 milioni e 800mila italiani votarono per il referendum sulle trivelle, con i "sì" che rappresentarono quasi l'86 per cento dei voti validi anche se non si raggiunse il quorum.

L'organizzazione ambientalista ha voluto ribadire che l'opposizione di allora allo sfruttamento dei mari italiani per l'estrazione di fonti fossili è la stessa di oggi, ed è la stessa che sarà pronta a risollevarsi presto se l'Italia non cambierà rotta in materia di energia.

"17 aprile 2016: sono passati due anni dal referendum sulle trivelle e quasi 16 milioni di voti non sono bastati. Questi impianti sono ancora qui producono sempre meno e continuano a inquinare i nostri mari, mentre i petrolieri sono pronti a tornare a sondarli per cercare nuovi giacimenti - ha detto Andrea Boraschi, responsabile della campagna Energia e Clima di Greenpeace - anche noi però siamo ancora qui per dire che l'Italia deve cambiare strategia. È un monito per il governo che verrà: abbandoniamo le fossili e torniamo a investire sulle fonti rinnovabili. Stop trivelle, ieri, oggi, sempre".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Economia

Coripet, obiettivo raccolta bottiglie in pet del 90% nel medio termine

Con la definizione delle cariche sociali di Coripet prende pienamente il via l’attività del consorzio formato da cinque aziende produttrici di acque minerali e bevande analcoliche (Acque Minerali d’Italia, Ferrarelle, Lete, Gruppo Sanpellegrino e Drink Cup, che insieme rappresentano circa il 35% del mercato a valore delle acque minerali in Italia) e tre aziende di riciclo di Pet (Aliplast, Dentis ...

 
Quelli dei Massive Attack

Umbria Jazz 2018

Quelli dei Massive Attack

La lunga notte dei Massive Attack all'Arena Santa Giuliana per Umbria Jazz fra tanta musica, effetti speciali e un'abbondante pioggia che non ha fermato entusiasmo e note ... ...

17.07.2018

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

Umbria Jazz

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

L'acquazzone che si è abbattuto per qualche minuto sull'arena Santa Giuliana di Perugia non ha scoraggiato assolutamente il popolo di Umbria Jazz e l'attesissimo concerto ...

17.07.2018

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Il festival

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Poco dopo le 22 la luna si oscura e nubi nere scatenano un acquazzone sul popolo dei Massive Attack, all'arena Santa Giuliana. Hanno partecipato in tanti, sia sulle gradinate ...

16.07.2018