Azione di Greenpeace nell'Adriatico: "Stop Trivelle"

A due anni dal referendum: basta sfruttare i mari, si cambi rotta

17.04.2018 - 15:00

0

Roma, (askanews) - Protesta di Greenpeace nell'Adriatico, nei pressi della piattaforma Fratello Cluster, poco a Nord di Pescara. Gli attivisti hanno aperto in mare due striscioni con scritto "Stop trivelle" e "Ieri, oggi, sempre", per ricordare la data del 17 aprile 2016, quando 15 milioni e 800mila italiani votarono per il referendum sulle trivelle, con i "sì" che rappresentarono quasi l'86 per cento dei voti validi anche se non si raggiunse il quorum.

L'organizzazione ambientalista ha voluto ribadire che l'opposizione di allora allo sfruttamento dei mari italiani per l'estrazione di fonti fossili è la stessa di oggi, ed è la stessa che sarà pronta a risollevarsi presto se l'Italia non cambierà rotta in materia di energia.

"17 aprile 2016: sono passati due anni dal referendum sulle trivelle e quasi 16 milioni di voti non sono bastati. Questi impianti sono ancora qui producono sempre meno e continuano a inquinare i nostri mari, mentre i petrolieri sono pronti a tornare a sondarli per cercare nuovi giacimenti - ha detto Andrea Boraschi, responsabile della campagna Energia e Clima di Greenpeace - anche noi però siamo ancora qui per dire che l'Italia deve cambiare strategia. È un monito per il governo che verrà: abbandoniamo le fossili e torniamo a investire sulle fonti rinnovabili. Stop trivelle, ieri, oggi, sempre".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Governo, Mattarella riparte da un'(auspicabile) intesa M5s-Pd

Governo, Mattarella riparte da un'(auspicabile) intesa M5s-Pd

Roma (askanews) - "Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto il presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico e gli ha affidato il compito di verificare la possibilità di una intesa di maggioranza parlamentare tra M5s e Pd per costituire il governo". Meno di trentasei ore per rendere possibile quello che fino ad oggi sembrava impossibile: un governo di larghe intese ...

 
Rupert Everett: Wilde perseguitato, "succede ancora oggi"

Rupert Everett: Wilde perseguitato, "succede ancora oggi"

Roma, 23 apr. (askanews) - "The Happy Prince", il principe felice: prende il nome dalla favola di Oscar Wilde il film che Rupert Everett ha dedicato al grande scrittore irlandese, alla sua vita rutilante nella società londinese di fine Ottocento e al suo crollo quando la sua omosessualità divenne di pubblico dominio. Oscar Wilde è un ruolo che Everett ha ricoperto anche in teatro. Dal festival di ...

 
Rupert Everett nel "Nome della Rosa": "A Eco piacerebbe"

Rupert Everett nel "Nome della Rosa": "A Eco piacerebbe"

Sorrento, (askanews) - Intervistato al Festival di Sorrento, Rupert Everett racconta del suo impegno in un progetto caro al cuore dell'Italia, una serie tv Fox tratta dal "Nome della Rosa" di Umberto Eco, girata a Perugia: Guglielmo sarà John Turturro. E Umberto Eco, dice, Everett, sarebbe contento. "Penso che sarebbe contento: rispetto al film che doveva riassumere così tanti temi del libro, noi ...

 
Don Matteo, la 12esima serie si farà

Spoleto

Don Matteo, la 12esima serie si farà

La notizia è arrivata all'indomani del bagno di folla di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo "Menotti" di Spoleto (leggi qui): la 12esima serie di don Matteo si farà. E sarà ...

20.04.2018

Don Matteo, in mille per il gran finale

Spoleto

Don Matteo, in mille per il gran finale

Oltre 1000 persone si sono trovate dal pomeriggio di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo di Spoleto per l'evento conclusivo dell'11esima stagione della serie di Don Matteo. ...

19.04.2018

Fresu e Sollima, Sicilia e Sardegna in musica

L'intervista

Fresu e Sollima, Sicilia e Sardegna in musica

Paolo Fresu e Giovanni Sollima, sardo il primo, siciliano l’altro. Due musicisti eclettici e virtuosi che su sollecitazione dell’Orchestra da camera di Perugia hanno ...

18.04.2018