Gentiloni: contrastare instabilità geopolitica e politica dazi

Premier al Salone del Mobile: non perdiamo congiuntura favorevole

17.04.2018 - 13:30

0

Milano (askanews) - Lavorare per "ridurre l'instabilità geopolitica" e per "contrastare la politica dei dazi". Sono gli obiettivi che pone il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, anche come suggerimenti al "governo che verrà", per non dare "un colpo di freno" alla "storia di successo" del settore del mobile.

Aprendo il Salone del Mobile di Milano alla Fiera di Rho, Gentiloni sottolinea che gli ottimi risultati del settore "sono stati senz'altro favoriti da una congiuntura europea e internazionale favorevole. Non lo dimentichiamo": alla base del successo "c'è la nostra comunità, le misure dei governi e degli enti locali, e la congiuntura internazionale che è stata complessivamente favorevole. Teniamocela stretta: attenzione a non contribuire ad accentuare qualche nube che purtroppo a volte vediamo delinearsi all'orizzonte. Non abbiamo alcun bisogno di dare un colpo di freno a questo contesto in cui si registra crescita significativa in tutte le aree rilevanti del mondo. Guai a perdere questa situazione - avverte Gentiloni - e quindi al lavoro per ridurre l'imprevedibilità geopolitica, al lavoro per contrastare la politica dei dazi che ostacolano le nostre esportazioni: tutelare certo i nostri marchi ma guai ad assecondare le scelte protezionistiche dei dazi".

"L'Italia - ha rivendicato ancora una volta Gentiloni - ha fatto in questi anni una strada importante e deve continuare su questa, non può permettersi di andare fuori strada. E questa è responsabilità politica di chi avrà il compito di governare, ma è responsabilità di tutti: corpi sociali e corpi intermedi. Il Salone con il suo successo e con il sogno che evoca ce lo ricorda in modo forte e chiaro".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Governo, Mattarella riparte da un'(auspicabile) intesa M5s-Pd

Governo, Mattarella riparte da un'(auspicabile) intesa M5s-Pd

Roma (askanews) - "Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto il presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico e gli ha affidato il compito di verificare la possibilità di una intesa di maggioranza parlamentare tra M5s e Pd per costituire il governo". Meno di trentasei ore per rendere possibile quello che fino ad oggi sembrava impossibile: un governo di larghe intese ...

 
Rupert Everett: Wilde perseguitato, "succede ancora oggi"

Rupert Everett: Wilde perseguitato, "succede ancora oggi"

Roma, 23 apr. (askanews) - "The Happy Prince", il principe felice: prende il nome dalla favola di Oscar Wilde il film che Rupert Everett ha dedicato al grande scrittore irlandese, alla sua vita rutilante nella società londinese di fine Ottocento e al suo crollo quando la sua omosessualità divenne di pubblico dominio. Oscar Wilde è un ruolo che Everett ha ricoperto anche in teatro. Dal festival di ...

 
Rupert Everett nel "Nome della Rosa": "A Eco piacerebbe"

Rupert Everett nel "Nome della Rosa": "A Eco piacerebbe"

Sorrento, (askanews) - Intervistato al Festival di Sorrento, Rupert Everett racconta del suo impegno in un progetto caro al cuore dell'Italia, una serie tv Fox tratta dal "Nome della Rosa" di Umberto Eco, girata a Perugia: Guglielmo sarà John Turturro. E Umberto Eco, dice, Everett, sarebbe contento. "Penso che sarebbe contento: rispetto al film che doveva riassumere così tanti temi del libro, noi ...

 
Don Matteo, la 12esima serie si farà

Spoleto

Don Matteo, la 12esima serie si farà

La notizia è arrivata all'indomani del bagno di folla di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo "Menotti" di Spoleto (leggi qui): la 12esima serie di don Matteo si farà. E sarà ...

20.04.2018

Don Matteo, in mille per il gran finale

Spoleto

Don Matteo, in mille per il gran finale

Oltre 1000 persone si sono trovate dal pomeriggio di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo di Spoleto per l'evento conclusivo dell'11esima stagione della serie di Don Matteo. ...

19.04.2018

Fresu e Sollima, Sicilia e Sardegna in musica

L'intervista

Fresu e Sollima, Sicilia e Sardegna in musica

Paolo Fresu e Giovanni Sollima, sardo il primo, siciliano l’altro. Due musicisti eclettici e virtuosi che su sollecitazione dell’Orchestra da camera di Perugia hanno ...

18.04.2018