Una casa su due ruote di 9 mq, designer pesarese vince la sfida

La sua aVOID Tiny House fa tappa a Milano in piazza Castello

16.04.2018 - 19:00

0

Milano (askanews) - La più piccola casa mobile mai realizzata in Italia fa tappa a Milano in occasione della settimana del design. Si tratta della aVOID Tiny House, progettata e abitata da sette mesi dall'architetto e ingegnere pesarese Leonardo di Chiara, di 26 anni, che ha parcheggiato in piazza Castello nell'ambito di Inhabits, rassegna soluzioni innovative per l'abitare.

"È grande nove metri quadri, che è più o meno la dimensione di un parcheggio, ma anche la dimensione minima di una camera singola in Italia. Per legge, secondo un decreto del 1975, non è possibile avere una camera più piccola. Io ho voluto dimostrare che con questi nove metri quadri è possibile in realtà fare molto di più, quindi avere un bagno e una cucina".

L'approccio progettuale è minimalista fino all'estremo, ma non mancano tutti i comfort necessari al vivere quotidiano.

"La sfida più grande è stata quella di mettere insieme tantissime parti, ho coinvolto in questo progetto 40 aziende che mi hanno donato dei prodotti, e in una casa piccola ogni centimetro, direi quasi ogni millimetro, è prezioso quindi coordinare le diverse parti è stata veramente la sfida".

Il progetto apre la strada allo sviluppo di quartieri per mini case mobili ecosostenibili all'interno di grandi metropoli. Una soluzione che si adatta, ad esempio, ad occupare temporaneamente spazi inutilizzati nei centri delle città attivando così processi di rigenerazione urbana, in particolare per i giovani.

"Ora si parla di nomadismo urbano, giovani generazioni di professionisti e di studenti che si spostano dall'Italia per andare in altri Paesi, come poi è successo a me che con questa casa mi sono trasferito a Berlino, dove ho abitato per otto mesi e lavorato in uno studio di architettura e grazie a questa casa sono riuscito a diventare un residente della città di Berlino in poco tempo".

Il modulo abitativo è trainabile da una normale automobile senza particolari autorizzazioni ed è visibile fino al 22 aprile insieme ad altre soluzioni per le case del futuro.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Economia

Coripet, obiettivo raccolta bottiglie in pet del 90% nel medio termine

Con la definizione delle cariche sociali di Coripet prende pienamente il via l’attività del consorzio formato da cinque aziende produttrici di acque minerali e bevande analcoliche (Acque Minerali d’Italia, Ferrarelle, Lete, Gruppo Sanpellegrino e Drink Cup, che insieme rappresentano circa il 35% del mercato a valore delle acque minerali in Italia) e tre aziende di riciclo di Pet (Aliplast, Dentis ...

 
Quelli dei Massive Attack

Umbria Jazz 2018

Quelli dei Massive Attack

La lunga notte dei Massive Attack all'Arena Santa Giuliana per Umbria Jazz fra tanta musica, effetti speciali e un'abbondante pioggia che non ha fermato entusiasmo e note ... ...

17.07.2018

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

Umbria Jazz

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

L'acquazzone che si è abbattuto per qualche minuto sull'arena Santa Giuliana di Perugia non ha scoraggiato assolutamente il popolo di Umbria Jazz e l'attesissimo concerto ...

17.07.2018

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Il festival

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Poco dopo le 22 la luna si oscura e nubi nere scatenano un acquazzone sul popolo dei Massive Attack, all'arena Santa Giuliana. Hanno partecipato in tanti, sia sulle gradinate ...

16.07.2018