Helen Mirren a Roma: "Credo nel grande potere dell'immaginazione"

Ha presentato "La vedova Winchester", in sala dal 22 febbraio

13.02.2018 - 18:00

0

Roma (askanews) - Helen Mirren lotta contro i fantasmi nel suo ultimo film, "La vedova Winchester", diretto da Michael e Peter Spierg, nei cinema dal 22 febbraio. L'attrice premio Oscar, a Roma, ha spiegato che questo thriller sovrannaturale è ispirato alla vera storia di Sarah, misteriosa ereditiera della famiglia produttrice di armi, che trasformò la sua casa californiana in una gigantesco labirinto. Nel film questa casa è infestata dai fantasmi morti a causa di un'arma Winchester.

"Non credo nei fantasmi, crederò nei fantasmi quando ne vedrò uno. Credo però nel grande potere dell'immaginazione umana, credo nel potere del credere, diciamo. Ritengo peraltro che l'essere umano debba ancora fare un lungo viaggio, che siamo soltanto all'inizio di questo percorso di scoperta sul funzionamento dell'immaginazione umana, sul nostro cervello, su cosa sia lo spiritualismo, lo spirito. Diciamo che sono un'agnostica".

Mirren è rimasta affascinata da questa misteriosa donna, sempre vestita di nero, che si ritirò dalla vita pubblica dopo la morte del marito, non uscendo mai di casa. La sua dimora è ancora visitabile, e l'attrice ci è entrata.

"Era una persona, dal punto di vista psicologico, estremamente interessante da tentare di capire, di penetrare. Anche se alla fine questo è un film sui fantasmi, quindi non ci siamo spinti molto oltre. Ho pensato molto a lei, ho cercato di andare in profondità nell'analizzarla, ma comunque attorno a lei c'è un mistero".

Il film è anche, in una seconda lettura, un film contro le armi. E lady Mirren a questo proposito ha detto: "In America c'è una cultura delle armi, e non credo che finirà, e non ne vedo in realtà nemmeno una giustificazione, tranne, ovviamente, quella economica. Ma d'altra parte molti Paesi sviluppati sono colpevoli, compreso il mio, la Gran Bretagna, gli Stati Uniti, la Cina, la Russia, la Germania, l'Italia, la Francia. Tutti quanti vendono armi a Paesi in via di sviluppo, nazioni instabili o ai signori della guerra.

Credo che siamo tutti colpevoli, è molto facile puntare il dito contro gli Stati Uniti, ma credo che dovremmo essere tutti coscienti di quali siano le nostre responsabilità".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Trump cancella incontro con Kim, Nordcorea: pronti a dialogo

Trump cancella incontro con Kim, Nordcorea: pronti a dialogo

Washington, (askanews) - Troppa ostilità da parte di Pyongyang negli ultimi giorni, nessuna base per arrivare a un risultato positivo. Per questo, il presidente statunitense Donald Trump ha deciso di cancellare l'incontro con il leader nordcoreano Kim Jong Un in programma a Singapore il 12 giugno. "Se e quando Kim Jong Un deciderà di avviare un dialogo e azioni costruttive, io aspetto. Nel ...

 
Appendino a San Pietroburgo: via subito sanzioni a Russia

Appendino a San Pietroburgo: via subito sanzioni a Russia

San Pietroburgo, (askanews) - Le sanzioni alla Russia vanno eliminate al più presto perché per le aziende italiane hanno rappresentato un danno notevole. E stato questo il messaggio arrivato dal Forum economico di San Pietroburgo dove è stata ospite la sindaca di Torino, Chiara Appendino, esponente del Movimento 5 Stelle che, insieme alla Lega, ha proprio lo stop alle sanzioni alla Russia tra i ...

 
Governo, Starace: calo mercati fisiologico, non vedo fine Europa

Governo, Starace: calo mercati fisiologico, non vedo fine Europa

San Pietroburgo, 25 mag. (askanews) - La flessione dei mercati rispetto al governo nascente è "fisiologica". Il numero uno di Enel, Francesco Starace, non vede con particolare preoccupazione quello che sta succedendo, perchè non sarà la fine dell'Europa. Si tratta piuttosto di aspettare e di vedere che direzione il nuovo esecutivo vorrà prendere. "Non sono particolarmente preoccupato - ha detto ...

 
Libia, Dengov: prematuro indicare ora i tempi per le elezioni

Libia, Dengov: prematuro indicare ora i tempi per le elezioni

San Pietroburgo, (askanews) - Per la Russia è prematuro indicare termini di tempo precisi per le elezioni in Libia. Noi non abbiamo mai insistito perché fossero indicati dei termini di tempo precisi per le elezioni - ha dichiarato ad Askanews il capo del gruppo di contatto russo per la crisi libica, Lav Dengov, a margine del Forum economico di San Pietroburgo - ho detto più volte che è prima di ...

 
I My Mine presentano il nuovo album

I My Mine

Italo disco

I My Mine presentano il nuovo album

Venerdì 25 maggio i My Mine presenteranno al Mishima di Terni il nuovo album “83-18” che rappresenta il loro ritorno sulla scena della musica elettronica. La band simbolo ...

24.05.2018

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Il film diretto e interpretato da Alberto Sordi sarà proiettato in versione restaurata al Morlacchi

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Alberto Sordi in Fumo di Londra è Dante Fontana, antiquario con il negozio in corso Vannucci, a pochi passa da piazza IV Novembre. Era il 1966 e Sordi, per la prima volta ...

23.05.2018

Marco Bocci torna a casa

Marco Bocci a casa

Marsciano

Marco Bocci torna a casa

“E finalmente casa dolce casa”. Con un post su Instagram Marco Bocci comunica ai suoi fan la bella notizia e aggiunge diversi hashtag sul suo stato di salute: ...

22.05.2018