Helen Mirren a Roma: "Credo nel grande potere dell'immaginazione"

Ha presentato "La vedova Winchester", in sala dal 22 febbraio

13.02.2018 - 18:00

0

Roma (askanews) - Helen Mirren lotta contro i fantasmi nel suo ultimo film, "La vedova Winchester", diretto da Michael e Peter Spierg, nei cinema dal 22 febbraio. L'attrice premio Oscar, a Roma, ha spiegato che questo thriller sovrannaturale è ispirato alla vera storia di Sarah, misteriosa ereditiera della famiglia produttrice di armi, che trasformò la sua casa californiana in una gigantesco labirinto. Nel film questa casa è infestata dai fantasmi morti a causa di un'arma Winchester.

"Non credo nei fantasmi, crederò nei fantasmi quando ne vedrò uno. Credo però nel grande potere dell'immaginazione umana, credo nel potere del credere, diciamo. Ritengo peraltro che l'essere umano debba ancora fare un lungo viaggio, che siamo soltanto all'inizio di questo percorso di scoperta sul funzionamento dell'immaginazione umana, sul nostro cervello, su cosa sia lo spiritualismo, lo spirito. Diciamo che sono un'agnostica".

Mirren è rimasta affascinata da questa misteriosa donna, sempre vestita di nero, che si ritirò dalla vita pubblica dopo la morte del marito, non uscendo mai di casa. La sua dimora è ancora visitabile, e l'attrice ci è entrata.

"Era una persona, dal punto di vista psicologico, estremamente interessante da tentare di capire, di penetrare. Anche se alla fine questo è un film sui fantasmi, quindi non ci siamo spinti molto oltre. Ho pensato molto a lei, ho cercato di andare in profondità nell'analizzarla, ma comunque attorno a lei c'è un mistero".

Il film è anche, in una seconda lettura, un film contro le armi. E lady Mirren a questo proposito ha detto: "In America c'è una cultura delle armi, e non credo che finirà, e non ne vedo in realtà nemmeno una giustificazione, tranne, ovviamente, quella economica. Ma d'altra parte molti Paesi sviluppati sono colpevoli, compreso il mio, la Gran Bretagna, gli Stati Uniti, la Cina, la Russia, la Germania, l'Italia, la Francia. Tutti quanti vendono armi a Paesi in via di sviluppo, nazioni instabili o ai signori della guerra.

Credo che siamo tutti colpevoli, è molto facile puntare il dito contro gli Stati Uniti, ma credo che dovremmo essere tutti coscienti di quali siano le nostre responsabilità".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Annata a 4 stelle per il Brunello, e Sting incanta la platea

Annata a 4 stelle per il Brunello, e Sting incanta la platea

Montalcino, (askanews) - Una star internazionale d'eccezione per una annata buona ma non eccezionale. La vendemmia 2017 del Brunello di Montalcino, uno dei vini più famosi ed esportati d'Italia, si chiude con l'assegnazione di quattro stelle (su un massimo di cinque) alla annata 2017, fortemente condizionata dal gelo di aprile e dalla forte siccità di luglio e agosto e che si è, in parte, ...

 
Alena Seredova lancia la sua prima collezione di gioielli

Alena Seredova lancia la sua prima collezione di gioielli

Milano (askanews) - Moderna, bellissima e simpatica, Alena Seredova, showgirl, attrice, modella, diventa stilista e lancia la sua prima prima collezione di gioielli. A Milano ha presentato in anteprima "La semplicità è preziosa" la capsule collection realizzata per Diamonique. "Questi gioielli sono semplici ma penso possano rendere ognuna di noi felice e farla sentire speciale, che è una cosa che ...

 
In viaggio tra il Sudafrica e il dolore per riscoprire sè stessi

In viaggio tra il Sudafrica e il dolore per riscoprire sè stessi

Milano (askanews) - Un dolore lacerante, la perdita improvvisa del figlio, porta Maia a intraprendere un viaggio dentro se stessa e il Paese in cui vive, il Sudafrica, per scoprire realtà, limiti e prospettive tanto inattese quanto rivoluzionarie. E' il filo narrativo di "Oltre la vita felice", romanzo di Corrado Passi edito da Polaris e presentato a Milano nella nuova libreria "Tempo Ritrovato". ...

 
Iran, individuati alcuni resti dell'aereo di linea precipitato

Iran, individuati alcuni resti dell'aereo di linea precipitato

Teheran (askanews) - Il vicegovernatore della provincia di Kohgiluyeh e Buyer Ahmad in Iran, ha comunicato che sono stati individuati i rottami dell'aereo di linea Atr-72 schiantatosi domenica 18 febbraio 2018, con 66 persone a bordo, in una regione montuosa nel Sud-Ovest del Paese, durante una tempesta di neve. Le ricerche dell'aereo sono riprese nella mattinata di lunedì 19 febbraio dopo essere ...

 
Scelti gli studenti più belli

Miss e mister 2018

Scelti gli studenti più belli

Un successo lo School Day gran finale 2018. Oltre 2000 le presenze: il pubblico degli istituti delle scuole superiori di Perugia e provincia in occasione del carnevale delle ...

19.02.2018

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

L'intervista

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

C’è Enrico Montesano sabato 17 e domenica 18 febbraio al teatro Lyrick di Assisi nell'anteprima nazionale del “Conte Tacchia”, commedia in musica, rivisitazione del film del ...

17.02.2018

Arriva Sfera Ebbasta

L'appuntamento

Arriva Sfera Ebbasta

Il Centro Commerciale Collestrada è pronto per un evento d'eccezione: domenica 18 febbraio alle 17 salirà sul palco Sfera Ebbasta, in tour per promuovere "ROCKSTAR" il nuovo ...

17.02.2018