Gli Stati Uniti escono dall'Unesco: pregiudizi contro Israele

Dopo Washington anche lo Stato ebraico ha deciso di ritirarsi

13.10.2017 - 11:30

0

Washington (askanews) - Stati Uniti e Israele escono sbattendo la porta dall'Unesco, l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura. A dare fuoco alle polveri è stato l'annuncio del Dipartimento di Stato statunitense con effetto a partire dal 31 dicembre 2018. Un passo deciso non con leggerezza, ha spiegato tramite un portavoce il segretario di Stato Rex Tillerson, ma che riflette le preoccupazioni statunitensi per la necessità di una profonda riforma dell'organizzazione e a causa del perdurante pregiudizio nei confronti di Israele.

Dal 2019 gli Stati Uniti avranno lo status di paese osservatore. Una mossa non del tutto inattesa che arriva nel momento in cui l'istituzione cerca un rilancio e si appresta a eleggere un nuovo direttore generale. L'attuale responsabile dell'Organizzazione Unesco, Irina Bokova, si è detta profondamente dispiaciuta dalla decisione americana, considerata un duro colpo alla strategia del multilateralismo.

E dopo gli Stati Uniti, anche Israele ha deciso di andarsene. Il capo del governo Benjamin Netanyahu ha dato disposizione al ministero degli Esteri di preparare l'uscita di Israele dall'Unesco parallelamente agli Stati Uniti, come si legge in un comunicato dello Stato ebraico.

Il fuoco covava da anni più o meno sotto la cenere a causa di posizioni contrastanti e insanabili dissidi in seno all'Unesco a proposito dello status di Gerusalemme ed Hebron. Nel 2011, l'ammissione all'Unesco della Palestina come Stato membro aveva accentuato la crisi e Stati Uniti e Israele avevano interrotto il versamento dei contributi.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Aquarius, odissea finita. E ora cosa accade ai 630 migranti?

Aquarius, odissea finita. E ora cosa accade ai 630 migranti?

Valencia, (askanews) - L'odissea è finita: i 630 migranti a bordo delle navi Aquarius, Dattilo e Orione, hanno finalmente toccato terra, sbarcando a Valencia dopo 9 giorni di navigazione. Ma per loro si apre ora un grande interrogativo sul futuro. Dove potranno vivere? Cosa faranno ora? E soprattutto saranno rispediti nelle loro terre di origine? A quanto annunciato dal premier spagnolo Pedro ...

 
Altro

Borsa: europee chiudono in rosso, a Piazza Affari giù Snam e Poste

Le Borse europee archiviano in rosso la seduta odierna di scambi. I timori per un ulteriore inasprimento della guerra commerciale tra Usa e Cina sui dazi appesantisce i mercati del Vecchio continente che, sulla scia di Wall Street, chiudono con il segno meno, lasciando sul terreno perdite che oscillano tra lo 0,40% di Milano e l’1,36% di Francoforte.  Unica piazza in controtendenza è Londra, che ...

 
A Londra svelata "Mastaba", la nuova opera gigante di Christo

A Londra svelata "Mastaba", la nuova opera gigante di Christo

Londra (askanews) - Esattamente a due anni di distanza dai Floating Piers del Lago d'Iseo, è stata svelata a Londra la nuova opera gigante dell'artista Christo: si chiama Mastaba. E' stata allestita nel lago Serpentine di Hyde Park a Londra. Si tratta di una struttura composta da 7.506 barili colorati che poggiano su una piattaforma di cubetti di plastica. L opera sarà visibile dal 19 giugno fino ...

 
Aquarius, medico MSF a bordo: da Italia politica inumana, indegna

Aquarius, medico MSF a bordo: da Italia politica inumana, indegna

Valencia, (askanews) - Una politica "disumana, indegna" quella messa in atto dall'Italia di respingere i migranti a bordo della nave Aquarius. Parla Aloys Vimard, project coordinator di Medici Senza Frontiere, a capo dell'équipe medica sull'Aquarius: "La decisione dell'Italia rappresenta il livello della politica europea. Sfortunatamente è un passo in più di una politica disumana, indegna e che ...

 
Gli studenti dell'IID si ispirano al simbolismo delle stagioni

Sfilata di moda in sala Podiani

Gli studenti dell'IID si ispirano al simbolismo delle stagioni

Il 22 giugno alle 18.30 la Galleria Nazionale dell’Umbria accoglierà in sala Podiani la sfilata di moda a chiusura dell’anno scolastico dell’IID, l'Istituto italiano di ...

15.06.2018

Baglioni concede il bis: condurrà anche Sanremo 2019

festival della canzone italiana

Baglioni concede il bis: condurrà anche Sanremo 2019

Dopo un lungo corteggiamento, Claudio Baglioni ha accettato l’incarico di direttore artistico del Festival di Sanremo nel 2019. "Sono molto contento - ha commentato il ...

14.06.2018

Il grande ritorno, tutti i nomi di punta

L'Umbria che spacca

Il grande ritorno, tutti i nomi di punta

Torna L'Umbria che spacca. Concerti in tre palchi, uno per il talk, workshops food & beverage nostrano, performance di danza moderna e street-art, tutto in pieno centro ...

13.06.2018