Roma, anziché togliere l'amianto da scuola lo mettono sul tetto

600 bambini a casa: la surreale vicenda alla Crispi di Monteverde

25.09.2017 - 20:30

0

Roma, (askanews) - Oltre 600 bambini rimandati a casa di prima mattina, praticamente senza preavviso alle famiglie, e scuola chiusa per la presenza nella struttura di un grande imballaggio contenente amianto, che è stato rimosso alla fine dei lavori di bonifica effettuati durante l'estate. E' quanto è successo alla scuola Francesco Crispi di Monteverde Vecchio (facente parte dell'Istituto statale Largo Oriani), dove al rientro dalle vacanze estive gli alunni si sono visti interdetto uno dei cortili della ricreazione a seguito di una comunicazione della Asl che rivelava la presenza di "vasche in cemento amianto debitamente incapsulate" e chiedeva di "tenere i piccoli allievi lontani da questa area onde evitare pericoli per gli stessi".

Subito sono partite le iniziative delle famiglie e del Consiglio d'Istituto che hanno fatto pressione sulla scuola e sulle varie istituzioni a vario titolo coinvolte (Municipio XII, Asl, Regione) per far completare al più presto i lavori. Grazie a un esposto, le famiglie avevano ricevuto rassicurazioni sul fatto che il grosso imballaggio contenente i manufatti potenzialmente cancerogeni sarebbe stato rimosso sabato 23 settembre, in assenza di attività scolastica. Ma al danno si è aggiunta la beffa: anziché essere portato fuori dalla scuola, il grande "pacco" è stato spostato con una gru sul tetto.

Alessandra Ciavatti, del consiglio d'Istituto ha spiegato: "Ci avevano assicurato che sarebbe stato tolto tutto in giornata, che era passata la Asl e anche i carabinieri, all'una mi ha chiamato un padre dicendo che l'amianto era ancora qua perché il camion era troppo grande per passare nel passo carrabile, cosa abbastanza strana, abbiamo visto l'amianto fare su e giù e alla fine abbiamo scoperto tramite un papà che si è fatto dare il numero del responsabile sicurezza della ditta e alle 18 ha chiamato dicendo che avevano messo tutto sul balcone".

A questo punto, ma solo nella tarda serata di domenica 24, dal Municipio XII è arrivata una direttiva urgente con disposizione alla direzione tecnica di "contestare immediatamente alla ditta il comportamento non autorizzato dalla direzione dei lavori", "valutare se il peso dei materiali sia compatibile con la portanza del solaio del terrazzo" e "richiedere alla Asl un sopralluogo urgente per valutare la sicurezza degli imballaggi del materiale in amianto".

Mentre la direzione della scuola tace, sulla responsabilità della vicenda è in corso un classico scaricabarile: il municipio a guida M5S accusa la Regione governata dal Pd di non aver sbloccato i fondi per i lavori, mentre la Regione sostiene che questo è accaduto perché il municipio non avrebbe inviato la documentazione necessaria. Ma per i genitori l'unica certezza è quella di una gestione incredibilmente superficiale di lavori fondamentali per la sicurezza dei bambini: "Non c'è niente che ci quadri, è stato tutto fatto con estrema mancanza di trasparenza, quindi secondo me c'è una consapevolezza totale da parte del municipio, ovviamente, che è responsabile e committente dei lavori e li deve seguire".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Bali: l'eruzione del vulcano in timelapse

Bali: l'eruzione del vulcano in timelapse

Il vulcano Agung continua ad eruttare. Ecco le strabilianti immagini in timelapse dell'attività vulcanica nell'isola indonesiana di Bali. Il fotografo Wayan Kartika ha registrato, dalla mattina alla sera, i pennacchi di polvere grigiastra che si alzano con costanza dal cratere del vulcano, alto 3000 metri. Questa continua attività vulcanica di Augung, però, ha messo in allarme la popolazione ...

 
Formazione medici con simulazione hi tech contro tumore al rene

Formazione medici con simulazione hi tech contro tumore al rene

Roma, (askanews) - La terapia del tumore al rene passa anche per la formazione dei medici attarverso la realtà virtuale. Parte oggi da Roma la prima tappa del progetto Maestro presso l IPSE CENTER - Interactive Patient Simulation Experience - del Policlinico Universitario A. Gemelli, centro di simulazione interattivo nel quale gli operatori della salute sono chiamati a seguire percorsi di ...

 
Firenze, migranti come stelle cadenti su Ponte Vecchio

Firenze, migranti come stelle cadenti su Ponte Vecchio

Roma, (askanews) - Ponte Vecchio, icona di Firenze e del Rinascimento, diventa simbolo di collegamento tra popoli, città e culture diverse, tra passato e futuro, per far riflettere sulle frontiere di oggi e di ieri e sul fenomeno delle migrazioni. Fino al 7 gennaio, ogni giorno dalle 19 alle 24, Ponte Vecchio sarà illuminato dal progetto di videomapping sviluppato da Ied (Istituto Europeo di ...

 
Arriva la nuova Duster, suv di qualità con tanta tecnologia

Arriva la nuova Duster, suv di qualità con tanta tecnologia

Milano, 13 dic. (askanews) - Ancora più suv, ma anche più curata, elegante e con tanta tecnologia. E' la nuova Dacia Duster, il suv di segmento C che grazie all'ottimo rapporto qualità prezzo è il veicolo di categoria più venduto in Italia, con 64mila immatricolazioni nel 2017 e oltre 340mila dal lancio nel 2010. Francesco Fontana Giusti, direttore comunicazione Renault Italia: "Il cliente ideale ...

 
Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Golden Globe

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Annunciate a Los Angeles le candidature per la 75esima edizione dei Golden Globe 2018, che si terranno il 7 gennaio al Beverly Hilton Hotel, sede della manifestazione. Bene ...

11.12.2017

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

capitale in lutto

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

E' morto Lando Fiorini. Il cantante, che avrebbe compiuto 80 anni a gennaio, è deceduto a Roma nel pomeriggio di sabato 9 dicembre dopo una lunga malattia. Le conferme sono ...

09.12.2017

Il funambolo e l'idea di Alchemika

Oltre l'esibizione

Il funambolo e l'idea di Alchemika

L’idea di riportare un equilibrista sospeso sulle teste dei perugini a un secolo da Strucinàide non è poi così nuova. Chi ha una qualche dimestichezza con la vita culturale ...

09.12.2017