Calcio e libertà: la sfida su un campetto delle donne palestinesi

In Cisgiordania lo sport piace sempre più

15.09.2017 - 15:00

0

Deir Jarir (askanews) - Un gruppo di donne in pantaloncini e maglietta si allena per una partita di calcio. Una scena banale nella maggior parte del mondo e sempre meno rara anche in un luogo complicato per le donne come la Cisgiordania, dove le palestinesi si devono confrontare con una tradizione religiosa rigida e con le difficoltà di vivere in un paese occupato. Dalla prima squadra nata nel 2009 il movimento calcistico femminile si è allargato e coinvolge circa 400 donne sopra i 14 anni.

"Amo il calcio, ne ho parlato ai miei genitori e mi hanno dato il loro permesso. Ora io gioco e loro sono felici", racconta Maysa Alaa, una ragazzina di Deir Jarir, dove le ragazze giocano con solo sei palloni in tutto, su un terreno duro e inadatto, con divise di seconda mano prese da una squadra maschile. Ma la loro allenatrice, e fondatrice della squadra, non si arrende. "All'inizio ero molto preoccupata, perché sono donne. Questo è un villaggio conservatore e abbiamo dovuto affrontare diversi problemi. Eppure appena ho messo l'annuncio, c'è stata una grande partecipazione da parte delle ragazze", racconta Rajaa Hamdan che si impegna ogni giorno per allenare le sue ragazze, tutte fra i 10 e i 14 anni, come Salma.

"Sono una donna e mi piace giocare a calcio come piace agli uomini. Noi giochiamo esattamente come loro".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Le cheerleaders nordcoreane ballano al suono della loro banda

Le cheerleaders nordcoreane ballano al suono della loro banda

Pyeonchang (Corea del Sud), (askanews) - Sono state la principale attrazione nordcoreana durante le storiche olimpiadi invernali di Pyeonchang in Corea del Sud, che hanno segnato un timido disgelo in nome dello sport fra le due Coree: la squadra di cheerleaders della Corea del Nord ha ballato al suono della sua banda per la gioia di centinaia di persone accorse a vederle sventolando la bandiera ...

 
Manifestazione pro-curda a Roma contro attacco turco su Afrin

Manifestazione pro-curda a Roma contro attacco turco su Afrin

Roma, (askanews) - Alcune centinaia di persone hanno sfilato per la strade di Roma in una manifestazione organizzata dalla rete Kurdistan Italia per protestare contro l'operazione militare turca sulla città di Afrin, in Siria. I manifestanti, partiti da piazza dell'Esquilino hanno percorso via Cavour diretti verso via dei Fori Imperiali. Il corteo si è svolto in contemporanea con una analoga ...

 
Bologna, Merola: poteva andar peggio, vince l'ordine democratico

Bologna, Merola: poteva andar peggio, vince l'ordine democratico

Bologna, (askanews) - "Siamo in un paese democratico" quindi è giusto consentire anche a Forza Nuova di organizzare comizi in vista del voto del 4 marzo. Ma ieri a Bologna le regole sono state fatte rispettare e ha vinto l'ordine democratico. Non ci sono vincitori né vinti". Ne è convinto il sindaco di Bologna del Pd Virginio Merola che ha commentato così i disordini di ieri in città, dopo il ...

 
Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

L'intervista

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

C’è Enrico Montesano sabato 17 e domenica 18 febbraio al teatro Lyrick di Assisi nell'anteprima nazionale del “Conte Tacchia”, commedia in musica, rivisitazione del film del ...

17.02.2018

Arriva Sfera Ebbasta

L'appuntamento

Arriva Sfera Ebbasta

Il Centro Commerciale Collestrada è pronto per un evento d'eccezione: domenica 18 febbraio alle 17 salirà sul palco Sfera Ebbasta, in tour per promuovere "ROCKSTAR" il nuovo ...

17.02.2018

Da Raffaello a Canova fino a Balla, a Perugia cento capolavori riportati alla luce

La mostra

Da Raffaello a Canova fino a Balla, a Perugia cento capolavori riportati alla luce

Per capire fino in fondo il prestigio dell'Accademia di San Luca bisogna partire dai suoi depositi. E' uno dei rari posti al mondo dove in magazzino si può trovare anche un ...

17.02.2018