Welfare aziendale, Fogliani: provider indispensabili

Il 26% imprese si rivolge a partner esterni per i propri piani

19.06.2017 - 10:30

0

Milano, (askanews) - Cresce il ruolo dei provider, quantitativo e strategico, nella diffusione dei progetti di welfare in ambito aziendale. E' quanto emerge dalla ricerca "Il welfare aziendale in Italia" che, ad un anno dalle novità legislative in materia, fotografa tendenze e contesti della progressiva adozione dei progetti di welfare nelle aziende italiane.

La ricerca - condotta dal professore dell'Università Cattolica Luca Pesenti in collaborazione con Welfare Company e AIDP - indica infatti che le aziende che si rivolgono ad un provider esterno per la definizione e l'erogazione di piani di welfare sono passati, nel giro di un anno, dal 18% al 26% delle imprese.

Chiara Fogliani, ceo di Welfare Company, spiega così i motivi alla base di questa crescita in ulteriore espansione: "Il ruolo del provider è sicuramente importante in termini di partnership e non solo di fornitore - dice - Il provider deve essere in grado di accompagnare l'azienda nell'implementazione e nell'introduzione del piano di welfare al proprio interno". "

"In questa attività - spiega poi Fogliani - deve essere garante della qualità. Qualità che si esprime in due cardini, come emerge anche dalla ricerca. Il primo è la spendibilità dei servizi, la capillarità: ovvero il provider può garantire un network di fornitori su tutto il territorio nazionale a copertura di tutti gli ambiti previsti dalla normativa su tutto il territorio. L'altro aspetto cardine è la semplicità di utilizzo dei sistemi: le aziende vogliono semplicità e accessibilità. Questo si lega alla modalità di erogazione dei servizi che possono essere: cartacea attraverso i voucher; o digitale attraverso portali, che aumentano in modo significativo le possibilità di acquisto; o modalità di erogazione innovative con le carte multi-servizio che danno la possibilità di caricare servizi a valore aggiunto che aumentano il potere di spesa delle famiglie".

La ricerca mette però in evidenza che è ancora basso il tasso di conversione dei premi di risultato in servizi di welfare, intorno al 30 per cento. Per Fogliani si tratta di un dato che riflette una cattiva comunicazione intera all'azienda sui piani di welfare.

"Un piano di comunicazione tarato e mirato sulle reali esigenze aziendali permette di portare il tasso di conversione anche al 70-80% consentendo di raggiungere tutti gli obiettivi che spingono un'azienda ad introdurre il piano di welfare - aggiunge Fogliani - A partire dal cuneo fiscale: più l'azienda comunica bene il proprio piano, più i lavoratori scelgono i servizi di welfare e quindi beneficiano di un cuneo fiscale positivo e aumentano il potere di acquisto, e più l'azienda risparmia e ha soldi da reinvestire in politiche a favore delle risorse umane. Ma anche comunicazione verso quello che è il mondo sindacale: la ricerca ci dice che il 41 per cento delle imprese lamenta che il sindacato pur interessato non conosce gli strumenti per realizzare i progetti di welfare aziendale. E il nostro ruolo è anche quello di affiancare l'azienda nell'informare il mondo sindacale".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Maire Tecnimont, nuovo traguardo per progetto russo Amursky

Maire Tecnimont, nuovo traguardo per progetto russo Amursky

San Pietroburgo, (askanews) - Nuovo passo di Maire Tecnimont nel progetto da 3,9 miliardi di euro, Amursky Gas Processing Plant, per il ritrattamento del gas che la società italiana ha firmato lo scorso anno e che sta portando avanti in Russia nella regione orientale di Amur per il gruppo Gazprom. Maire Tecnimont ha siglato a San Pietroburgo, nell'ambito del Forum economico internazionale, ...

 
Iveco Bus pronta alla sfida della sostenibilità nel Tpl

Iveco Bus pronta alla sfida della sostenibilità nel Tpl

Torino, (askanews) - Si è svolta all'Innovation Park di Torino la seconda tappa del Mobility Innovation Tour, l'iniziativa articolata in cinque incontri in altrettante città italiane, nata per analizzare modelli di sviluppo sostenibile per il trasporto pubblico mettendo a confronto tutti gli attori coinvolti: istituzioni, aziende di trasporto pubblico locali e produttori di mezzi pubblici. ...

 
Barilla lancia Winparentig: essere genitori risorsa per l'azienda

Barilla lancia Winparentig: essere genitori risorsa per l'azienda

Milano, (askanews) - Quando parliamo di famiglia e lavoro tendiamo a usare verbi come conciliare, trovare un equilibrio che nascondono una deformazione culturale, come se i genitori fossero costantemente alla ricerca di una difficile convivenza tra queste due sfere della vita quotidiana. Nei fatti diventare mamme o papà può essere una opportunità anche sul lavoro, come sanno in Barilla dove è ...

 
Altro

Milano ancora in rosso con banche, vola lo spread

Le Borse europee tengono, mentre Milano perde ancora terreno sulle incertezze legate al nuovo esecutivo Lega-M5S. L'indice Ftse Mib cede l'1,54%; lo spread tra Btp e Bund sale a 206 punti base e torna ai livelli segnati nell'aprile. Debole Parigi -0,11%, in progresso Londra +0,18% e Francoforte +0,65%, male Madrid -1,70% sul rischio di instabilità politica. A Piazza Affari tonfo per il comparto ...

 
Due Mondi tra realtà e sogno

Tutte le star del festival

Due Mondi tra realtà e sogno

Il Minotauro sarà l'opera inaugurale della 61esima edizione del festival dei Due Mondi. Il testo, ispirato al libro di Durrenmatt, è reso in musica della compositrice Silvia ...

25.05.2018

I My Mine presentano il nuovo album

I My Mine

Italo disco

I My Mine presentano il nuovo album

Venerdì 25 maggio i My Mine presenteranno al Mishima di Terni il nuovo album “83-18” che rappresenta il loro ritorno sulla scena della musica elettronica. La band simbolo ...

24.05.2018

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Il film diretto e interpretato da Alberto Sordi sarà proiettato in versione restaurata al Morlacchi

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Alberto Sordi in Fumo di Londra è Dante Fontana, antiquario con il negozio in corso Vannucci, a pochi passa da piazza IV Novembre. Era il 1966 e Sordi, per la prima volta ...

23.05.2018