Giardini protagonisti in Costa Azzurra, tra tradizione e visione

Un festival internazionale li celebra verso un nuovo urbanesimo

21.04.2017 - 15:00

0

Nizza, (askanews) - Sole, stile, classe. Ma alla Costa Azzurra non basta essere riconosciuta come una delle mete vacanziere più in e chic del mondo, così va aggiunta un'altra parola alla sua presentazione: tradizione. E la tradizione in Costa Azzurra, sin dalle origini con i primi visitatori, inglesi e russi in particolare, è fatta di centinaia di ettari di giardini tutti diversi ed unici. Da qui l'idea di lanciare la prima edizione del Festival dei Giardini, con in competizione oltre a Nizza anche Mentone, Antibes-Juan Les Pins, Cannes e Grasse. Il senso della Costa Azzurra per i giardini (effimeri e non), dunque. Questo potrebbe essere il titolo di un film (quando c'è Cannes di mezzo la citazione è d'obbligo), che racconta storia, passato, presente e anche il futuro dell'urbanismo. Come spiega, dal giardino predisposto a Mentone con prodotti tutti bio e commestibili, l'architetto urbano Arnaud Reaux:

"La città è definita normalmente come uno spazio asfaltato, molto lineare. Quello che è interessante invece è reintegrare la biodiversità per creare connessione tra gli abitanti e il ciclo di vita delle piante".

Madrina d'eccezione di un evento che guarda già alla prossima edizione, Julie Depardieu, figlia di Gerard e a sua volta attrice capace di spaziare tra i generi. E grande amante della natura:

"I giardini sono più importanti di quello che si pensi, rappresentano la libertà, la vita, dimostrano che la coabitazione tra tutte le specie è possibile, un insegnamento utile nella nostra vita di tutti i giorni".

La Costa Azzurra dunque si promuove anche come nuova via ad una sostenibilità urbana fatta di un rapporto antico e allo stesso tempo attualissimo con il mondo vegetale. Eric Dore, direttore generale del comitato regionale del turismo della Costa Azzurra:

"Questa regione è in sostanza fatta dai suoi giardini, anche se si è costruito tanto, resta sin dall'inizio della sua storia turistica caratterizzata dal rapporto con i suoi giardini, capaci anche loro di attrarre gente da tutto il mondo".

Perfetto allora il metterli in competizione, per il piacere di grandi e piccini, affidando ad effimere realizzazioni così come a storici luoghi, la Promenade du Paillon a Nizza, alla patria delle fragranze, Grasse, e ai giardini della Villa Fragonard, passando per la Villa Rothschild di Cannes, solo per citarne alcuni. Un'esperienza vissuta in un crescendo di sensazioni riassunte da uno dei nomi top dell'architettura e del design paesaggistico mondiale, Jean Mus, capo della giuria:

"E' un'esperienza di generosità, grazie alle persone venute qui da tanti paesi. Con l'incontro di tradizioni che arrivano dall'Italia come dai paesi esotici. Capaci di far diventare questo festival, e questa terra, attraverso i suoi giardini come il simbolo stesso della passione".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Voto in Giappone, Abe chiede l'ok per la riforma costituzionale

Voto in Giappone, Abe chiede l'ok per la riforma costituzionale

Tokyo (askanews) - Shinzo Abe alla prova della verità. Il 22 ottobre in Giappone si vota per la Camera dei rappresentanti, un passaggio importante per il premier nipponico che ha indetto le elezioni anticipate con il doppio obiettivo di ottenere un mandato per la riforma costituzionale e dirottare in ambito sociale l'extragettito che dovrebbe giungere dal 2020 grazie all'incremento della tassa ...

 
Conegliano Valdobbiadene superiore Docg, il prosecco eroico

Conegliano Valdobbiadene superiore Docg, il prosecco eroico

Milano (askanews) - Nel variegato mondo del prosecco, occupa un posto di eccellenza. Un'eccellenza garantita dal territorio su cui nasce, quelle colline adagiate tra le asperità delle Dolomiti e la laguna veneta. E dalla sapienza degli uomini che qui lo producono da oltre 140 anni. Il Conegliano Valdobbiadene prosecco superiore Docg è il frutto di questo lembo di terra fortunata, 15 Comuni nelle ...

 
Kenya, Odinga: solo con riforme potremmo partecipare ad elezioni

Kenya, Odinga: solo con riforme potremmo partecipare ad elezioni

Roma, (askanews) - Ancora non è troppo tardi per approvare le riforme che farebbero riconsiderare al leader dell'opposizione kenyana Raila Odinga la sua decisione di ritirarsi dalle elezioni presidenziali del 26 ottobre. Lo ha affermato lo stesso Odinga parlando con la stampa dopo le dimissioni di Roselyn Akombe, membro della Commissione elettorale che si è detta convinta della parzialità di ...

 
A Ischia al via il G7 dei ministri dell'Interno tra le proteste

A Ischia al via il G7 dei ministri dell'Interno tra le proteste

Ischia, (askanews) - I sette ministri dell'interno delle principali democrazie industrializzate del mondo si incontrano a Ischia per il vertice del G7 su contrasto al terrorismo, anche via web, e lotta ai foreign fighters di ritorno dai territori liberati dall'Isis. In tanti però sono scesi in piazza per chiedere ai grandi politiche diverse e che tutelino i diritti umani. Ecco alcune voci del ...

 
Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Il fatto

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, ...

19.10.2017

Avventura televisiva finita per Dimitri Tincano

"Il collegio 2"

Avventura televisiva finita per Dimitri Tincano

Avventura televisiva finita per Dimitri Tincano, il quindicenne ternano che ha partecipato al reality di Raidue "Il collegio 2". Il ragazzo è arrivato all'ultima puntata, ma ...

18.10.2017

Berlusconi VS Sorrentino

Film e polemiche

Berlusconi VS Sorrentino

Dalla conferenza per appoggiare il referendum sull'autonomia in Lombardia e Veneto, Silvio Berlusconi coglie l'occasione di rispondere a una domanda sul nuovo film di Paolo ...

18.10.2017