Bikini e guantoni, la modella-pugile mette ko i pregiudizi

21.04.2017 - 22:35

0

Fisici scolpiti, sguardi intensi e una bellezza che tutto lascia immaginare eccetto che una modella in bikini per Sports Illustrated non ami il suo corpo.

Eppure nel passato di Mia Kang, 28enne di New York, c'è anche un rapporto conflittuale con il suo fisico: vittima di bullismo da bambina, perché in sovrappeso, e discriminata come modella perché di razza mista (le sue origini sono per metà inglesi e per metà coreane). Mia, che oggi fa parte delle modelle scelte dalla celebre rivista per l'edizione Swimsuit 2017, lavora nel settore della moda da quando aveva 13 anni e non si è mai sentita realmente accettata per ciò che è. Poi, la svolta nel 2016 quando, durante una vacanza in Thailandia, Mia scopre il Muay Thai (boxe thailandese). Una disciplina che ama da subito, perché è soprattutto un gioco di strategia e concentrazione. Grazie allo sport la modella-boxeuse riscopre il rispetto e l'amore per il suo corpo. Quando non è davanti ai riflettori Mia indossa i guantoni, sale sul ring e combatte. Ma la sua è una battaglia rivolta anche all'industria della moda, che lei vorrebbe più inclusiva e aperta a modelle con corpi sani e forti. Una nuova generazione di donne esempi di una bellezza raggiungibile attraverso lo sport e la corretta alimentazione

(di Marisa Labanca)

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Barcellona, il giornalaio della Rambla: viviamo in un mondo così

Barcellona, il giornalaio della Rambla: viviamo in un mondo così

Barcellona, (askanews) - E' il primo chiosco sulla Rambla, proprio dove il furgone dei terroristi è entrato nell'arteria di Barcellona falciando la folla. Il racconto del giovane giornalaio argentino che ha visto la scena: "Ero dentro il chiosco e ho sentito un rumore strano, mi sono affacciato a guardare ed era il furgone che passava qui davanti investendo la gente. Veniva da laggiù, e poi è ...

 
Finlandia: in un video la fuga dei passanti e il grido "Allah akbar" dell'attentatore
TERRORE A TURKU

Finlandia: in un video la fuga dei passanti e il grido "Allah akbar" dell'attentatore

Il primo video comparso su YouTube mostra la fuga dei passanti mentre, il 18 agosto 2017, uno degli attentatori compie l'assalto con un coltello in mano. Si sentono distintamente le grida del terrorista e l'urlo finale "Allah akbar". Il video è stato postato anche su Twitter dall'utente  Mick Wooly. Clicca qui per saperne di più sulla notizia.

 
Cappello bianco, vestitino fiorito: Madonna per le vie di Lecce

Cappello bianco, vestitino fiorito: Madonna per le vie di Lecce

Roma, (askanews) - Passeggiata tra turisti increduli per Madonna al Duomo di Lecce. La popstar si trova in Salento, infatti, per festeggiare il syuo 59esimo compleanno e non poteva mancare una visita alle bellezze barocche della "Firenze del Sud". "Ciao Madonna", "Ma è Madonna veramente?": lo stupore dei passanti e fan che hanno immortalato con iphone e tablet l'Icona del pop. I video sono stati ...

 
Capo Centro islamico Legnano: non musulmano chi uccide innocenti

Capo Centro islamico Legnano: non musulmano chi uccide innocenti

Milano, (askanews) - Non è un musulmano chi ammazza innocenti. Lo ripete senza ombra di dubbi Hamid Arifi, il responsabile del Centro Islamico d Legnano, il paese di origine di Bruno Gulotta morto nell'attentato terroristico di Barcellona. L'abbiamo incontrato subito dopo la preghiera del mattino, nel centro che si trova proprio tra l'abitazione di Gulotta e l'azienda dove lavorava, in via XX ...

 
Alla Darsena il Duo Bucolico

Notte in pista

Alla Darsena il Duo Bucolico

Sabato, 19 agosto, sarà il caso di muoversi verso il Lago Trasimeno, come di consueto. Alla Darsena si fa sul serio: sul palco del locale di Castiglione del Lago si esibirà ...

18.08.2017

Ancora un disco "tiratissimo" per Olden

Novità discografiche

Ancora un disco "tiratissimo" per Olden

Ci sono voluti quasi tre mesi per metterci a parlare di questo disco, perché d’estate le cose da raccontare in provincia son tante. Ma finalmente eccoci qua, a dirvi che il ...

18.08.2017

Un direttore per il Teatro Stabile dell'Umbria

Il toto nome

Un direttore per il Teatro Stabile dell'Umbria

Il suo nome, Franco Ruggieri, (scritto subito sotto il logo del Teatro Stabile), è sparito dal depliant con il programma della Stagione di prosa 2017-2018 del teatro ...

18.08.2017