Sir Conad, Sirci esalta Zaytsev: "E' stato fondamentale"

Zaytsev con Podrascanin (foto Testa)

Volley SuperLega

Sir, parla Pippi: "Zaytsev ago della bilancia"

19.05.2017 - 21:21

0

Con il campionato andato in archivio ed il mercato in pieno fervore abbiamo chiesto di fare il punto sulla situazione al pallavolista che per anni è stato ritenuto uno dei migliori ricevitori italiani, sicuramente l'umbro con il palmarès più fornito; Damiano Pippi, con lui abbiamo parlato della Sir, iniziando dalla stagione appena conclusa."Non credo sia stata una stagione del tutto soddisfacente, purtroppo ci sono stati alcuni momenti determinanti che non sono andati come dovevano andare, mi riferisco alla battuta di arresto ai quarti di Coppa Italia contro Piacenza che è arrivata in un momento in cui la squadra stava andando veramente bene, andare alla Final Four di Coppa Italia sarebbe stato un risultato importante perché come abbiamo visto a Roma, in quelle situazioni può succedere di tutto. Mentre in campionato se fosse riuscita a vincere un paio di set in più, avrebbe avuto il fattore campo dalla sua e probabilmente con Trento sarebbe stata un'altra storia, come abbiamo visto in Champions, con la Lube se la sarebbe potuta giocare, forse meglio di quanto ha fatto Trento, insomma le definirei due disattenzioni che hanno condizionato una stagione, altrimenti avremmo potuto parlare di tutt'altri risultati. In Champions invece ha dato il massimo, oltre alla Final Four ha disputato un girone di qualificazione di altissimo livello, riuscendo a vincere per ben due volte con Belgorod che è una delle squadre più forti d'Europa."
La discussione dopo la semifinale di Champions: "Sono episodi che capitano in quei momenti a caldo con ancora l'adrenalina in circolo, specialmente con due personaggi sanguigni e passionali come loro, a freddo, con calma e tranquillità, sicuramente sarebbe stato differente, l'importante è che si siano chiariti e che non ci siano strascichi in modo da poter affrontare la prossima stagione con serenità e fiducia reciproca."
Il futuro ed il mercato: "Perugia aveva una rosa di alto livello non è facile migliorarla ancora, per motivi di età capisco che nel ruolo di libero qualcosa vada fatto, per sostituire Bari va trovato un libero da nazionale, sul mercato vedo solo Pesaresi e De Pandis che in ricezione è molto affidabile, per il tipo di squadra che ha costruito Perugia credo sia più importante avere un libero ricevitore che difensore. Buti andrà via e mi dispiace perché ha dato molto sia dal punto di vista tecnico che umano, per sostituirlo ci vorrà un altro centrale italiano molto forte, non sarà facile ma sono sicuro che Recine e tutto lo staff saranno in grado di trovare una valida alternativa. Ora c'è una base solida su cui lavorare senza il bisogno di fare grandi stravolgimenti. Modena forse metterà sul mercato Piano quindi vedremo, Ricci non ha l'esperienza di Buti ma in prospettiva credo possa essere interessante."
I migliori della stagione: "Non credevo di poter vedere un Podrascanin a questi livelli, il suo valore era indiscutibile ma quest'anno ha fatto la sua miglior stagione facendo la differenza anche nella semifinale di Champions, probabilmente è stato il miglio giocatore della stagione per la Sir. Zaytsev credo abbia fatto un grandissimo lavoro, c'era talmente tanta aspettativa sulle sue spalle, del resto fa parte dell'essere un personaggio, si aveva l'impressione che ad ogni servizio o ad ogni azione dovesse riuscire a fare punto altrimenti era un problema. Credo che il prossimo anno sarà lo snodo principale della questione, dovrà essere tranquillo e convinto di fare questo ruolo, ovviamente la gente non deve aspettarsi che può lui da solo vincere le partite, come tutti gli altri avrà delle giornate buone e delle giornate meno buone ma è normale che sia così. In difesa ha fatto più di quello che si poteva immaginare, ovviamente da zona 1 e 2 come opposto ha avuto dei colpi più naturali, in zona 4 deve ancora trovare qualche linea ma il primo anno è normale, con le qualità fisiche che ha e se interpreterà questo ruolo con convinzione e l'ambiente lo lascerà lavorare e giocare con serenità, sono convinto che potrà fare ancora meglio e che sarà il vero salto di qualità per la squadra più del cambio di un centrale o di un libero”

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Segrate, spara all'ex moglie poi tenta il suicidio
Il dramma

Segrate, spara all'ex moglie poi tenta il suicidio

Tragedia a Segrate, nel Milanese, dove un uomo di 38 anni ha sparato in testa all'ex moglie, di 35 anni, dopo una lite. Poi ha cercato di uccidersi con la stessa arma. Il delitto è avvenuto in un parcheggio pubblico di via Benvenuto Cellini. I due, che si stavano separando, sono stati trasportati in condizioni gravissime in ospedale. Poco dopo alla donna è stata diagnosticata la morte cerebrale.

 
Saviano presenta a Roma il libro sulla mafia di Pietro Grasso

Saviano presenta a Roma il libro sulla mafia di Pietro Grasso

Roma, (askanews) - Un tributo alla memoria di Giovanni Falcone, un libro scritto per i ragazzi nati dopo il 1992, che spesso non sanno cosa è successo quel terribile 23 maggio lungo la strada per Capaci. Si intitola "Storia di sangue, amici e fantasmi", il libro del presidente del Senato, Pietro Grasso, presentato alla Feltrinelli di Via Appia, a Roma, con lo scrittore Roberto Saviano e Lirio ...

 
Gentiloni: contro il terrorismo l'Italia è già in prima linea

Gentiloni: contro il terrorismo l'Italia è già in prima linea

Bruxelles (askanews) - "Noi siamo impegnatissimi, soprattutto soprattutto, come sapete, lo siamo in Iraq dove, dopo gli Stati Uniti siamo il secondo Paese che contribuisce di più in termini di presenze militari". L'Italia è già in prima linea nella lotta contro il terrorismo, così il premier Paolo Gentiloni, parlando a margine del summit Nato di Bruxelles, in Belgio, ha commentato la notizia ...

 
La nonnina si lancia con il paracadute, in Cina diventa una star

La nonnina si lancia con il paracadute, in Cina diventa una star

Ha sfidato i limiti imposti dall'età buttandosi con il paracadute da un'altezza di 4mila metri. Zuo Shufen, pensionata di 70 anni, è diventata una star del web in Cina con il suo lancio in coppia con un istruttore. La nonnina, in perfetta forma subito dopo l'atterraggio, si è allenata a lungo per poter realizzare uno dei suoi sogni.

 
Sul red carpet Irina Shayk, Nicole Kidman e Kirsten Dunst

Cannes

Sul red carpet Irina Shayk, Nicole Kidman e Kirsten Dunst

Attrici e modelle in abiti super glamour hanno sfilato sul tappeto rosso di Cannes splendida come sempre, in un abito nero fasciato e trasparente, la ex di Cristiano Ronaldo, ...

25.05.2017

Faber e le donne: l'amore, il dramma e la poesia

Perugia

Faber e le donne: l'amore, il dramma e la poesia

Gli ultimi, gli emarginati, i reietti: quell’umanità che si affolla e che allo stesso tempo vive la sofferenza come unica condizione esistenziale senza alcuna possibilità di ...

23.05.2017

Svelato il mistero del volto di Giulia Farnese

La mostra ai Musei Capitolini di Roma

Pintoricchio e il mistero del volto di Giulia Farnese

Ci sono un capolavoro ritrovato, un giallo risolto e diversi personaggi principali, tutti di prima grandezza, nella storia che racconta la mostra “Pintoricchio pittore dei ...

19.05.2017