Vietato dire non ce la faccio più

"Caro Babbo Natale, porta un lavoro al mio papà"

19.12.2016 - 10:20

0

“Caro Babbo Natale, mi chiamo Carmen e ho 6 anni, per Natale vorrei che mio padre trovasse lavoro così sarebbe felice”. Così recita una letterina lasciata in un centro commerciale in provincia di Caserta.
Se in questi giorni frenetici capita di fermarsi di fronte agli alberi di Natale delle nostre città, troviamo tante lettere. Non solo interminabili liste di giocattoli, non solo scritte da bambini, ma anche da adulti, a volte alcune sono spassose "caro babbo Natale, porta via mia suocera" oppure "fai trovare un fidanzato a mia sorella" e strappano una risata. Altre ti commuovono "Caro babbo natale, fammi guarire", "fa che trovi lavoro". Il lavoro, forse è questo l'argomento su cui Babbo Natale è chiamato maggiormente a intervenire. Proprio come nella letterina della piccola Carmen "mi sono comportata da brava bambina, ho ascoltato sempre la mamma e ho avuto tutti 10", perché nei bambini c'è la speranza o addirittura la certezza che se ci si comporta bene, si fa il nostro dovere, le cose belle arrivano. Perché Carmen ha 6 anni e vive il dramma del padre disoccupato con tutto quello che vuol dire economicamente, psicologicamente, ma crede ancora che il mondo sia dei giusti. A un certo punto, crescendo, le circostanze della vita ci fanno pensare che sia una pura illusione. Eppure conservare quella verità costituirebbe il segreto per un mondo migliore, come recita un detto: "il mondo è pieno di brave persone, se non le incontri prova ad essere una di loro". A volte i miracoli di Natale accadono, proprio come nei film. Lo staff del centro commerciale, scoperta la lettera di Carmen, ha pubblicato questo post: "Babbo Natale ha ricevuto questa letterina...oggi ci ha chiesto di cercare questa dolcissima bambina di nome Carmen perché ha preparato una sorpresa per lei... Se leggi questo messaggio e conosci Carmen contattaci. Grazie". Gli auguri di buon Natale vorrei farli a Carmen, che possa sempre proteggere l'idea di un mondo giusto e a tutti coloro che , non importa se bambini o adulti, una lettera a Babbo Natale l'hanno scritta o almeno pensata. Perché se non si crede più al signore cicciottello vestito di rosso, si può però ancora credere che qualcosa di buono arriverà.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Narni (antica Narnia), la signora dell'Anello
La rivincita vista da vicino

Narni (antica Narnia), la signora dell'Anello

La gara è stata una delle più entusiasmanti della storia della Corsa all'Anello: la rivincita 2018 è stata conquistata a notte inoltrata dal terziere di Santa Maria, che pure era partito con handicap per l'infortunio (per fortuna non grave) capitato al suo primo cavaliere, che non è potuto entrare in campo. Ecco però viste da vicino le immagini della benedizione, preparazione, del corteo storico ...

 
Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Milano, 23 giu. (askanews) - "Le paure ci sono, tutti noi abbiamo delle paure, però Milano le paure le gestisce e non le butta addosso agli altri, Milano non ha paura della diversità perché sulla diversità ci costruisce il futuro, e non è una bella dichiarazione di principio perché Milano lo fa da 26 secoli ed è arrivata dove è arrivata, integrando e mettendo insieme le qualità di tutti noi. ...

 
Brad Mehldau, cancellato il concerto

Umbria jazz 2018

Brad Mehldau, cancellato il concerto

Il concerto di Brad Mehldau a Umbria Jazz previsto per il 18 luglio 2018 round midnight al teatro Morlacchi di Perugia è stato cancellato per cause indipendenti dalla volontà ...

23.06.2018

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

St Jacob's Chamber Choir

Grandi festival

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

Una Sagra monumentale capace di mostrare tutto il suo valore di patrimonio storico e vivo della città e del territorio. E’ così che organizzatori, istituzioni e il direttore ...

23.06.2018

Musica e teatro in quota

Suoni Controvento prendono forma dallo spazio

Un viaggio negli inferi di monte Cucco seguendo il Caino di George Byron, le sue parole, passo dopo passo, lentamente. Oppure là fuori, nella luce del tramonto, a rivedere un ...

23.06.2018