Vietato dire non ce la faccio più

La magia di Andrea Paris e di sua figlia

12.12.2016 - 11:41

0

Il volto di Andrea e quello della sua dolcissima figlia sono entrati nelle case di molti di noi grazie a un video diventato virale. Una bimba di 3 anni che recita insieme al padre Il lonfo, la poesia metasemantica di Fosco Maraini. “Recitai la poesia a Venezia, durante una delle mie esibizioni e mia figlia ha voluto impararla. Così ci siamo messi sul lettone, ripetendo ‘Il lonfo’. Ho postato il video su Facebook, anche se non metto quasi mai nulla della mia vita privata; dopo un giorno aveva milioni di visualizzazioni”.
Una sorta di magia. Come quelle che Andrea fa quotidianamente per lavoro. Già, perché Andrea è un mago “quando mi chiedono che lavoro faccio e dico il mago, la classica risposta è: ma di lavoro vero?”. Perché essere un artista è considerato da tanti, specie in un Paese dove l’arte avrebbe bisogno di essere più valorizzata e tutelata, un hobby. “A volte mi dicono: tu ti diverti. Non è che mi diverto, mi piace, è diverso. Il lavoro, qualunque sia, è passione”. Ma anche sacrificio e tanta forza di volontà. Andrea non ha mai avuto dubbi sul proprio mestiere. Anche oggi che ha 36 anni e si esibisce in tutto il mondo davanti a cantanti, attori, politici di fama internazionale, ci tiene a sottolineare quanto la meta non sia mai stata per lui “il successo”, ma la magia. Non potrebbe essere diversamente per chi ha scelto di intraprendere questo percorso a soli 12 anni. “Morì un mio amichetto. Avevo perso la meraviglia nel guardare al mondo. Poi vidi uno spettacolo di un mago salesiano e vidi di nuovo la meraviglia. Forse non ancora nei miei occhi, ma certamente negli occhi di tutti gli altri bimbi”. Da allora ha iniziato a comprare libri, a formarsi, ad allenarsi ore ed ore. E non ha più smesso. Eccolo il vero senso della magia, un sorriso di stupore: “riesco a far tornare bambini gli adulti” e non c’è cosa più bella. “Quando il pubblico mi applaude, vedo che crede in quello che faccio, come ci credo io”. Perché nell’arte di Andrea non esistono trucchi, ma solo abilità frutto di ore e ore di allenamento. L’unico trucco di cui si avvale è quello di non essersi mai arreso di fronte ai giudizi di chi all’inizio ci credeva poco. Il sorriso, qualche attimo di evasione dalla realtà è ciò che Andrea Paris regala con le sue magie. Ed è la stessa cosa che è riuscito a fare, inconsapevolmente, con quel video insieme alla sua bambina: “sono convinto che uno dei migliori investimenti di un essere umano sia il rapporto genitore-figlio”. Perché la potenza di quel video sta nella leggerezza, nel sapersi prendere in giro con complicità. In quelle immagini, nelle parole della piccolina che dice al padre. “tu no ride” e quella risata finale in cui scoppiano insieme che è contagiosa e scalda il cuore, ci restituiscono la meraviglia di un gesto semplice e spontaneo che spesso dimentichiamo: la magia di ridere insieme alle persone che amiamo.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Milano, 23 giu. (askanews) - "Le paure ci sono, tutti noi abbiamo delle paure, però Milano le paure le gestisce e non le butta addosso agli altri, Milano non ha paura della diversità perché sulla diversità ci costruisce il futuro, e non è una bella dichiarazione di principio perché Milano lo fa da 26 secoli ed è arrivata dove è arrivata, integrando e mettendo insieme le qualità di tutti noi. ...

 
Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Venezia (askanews) - Una grande rampa da skateboard dove, fino a qualche mese fa, troneggiava il demone colossale di Damien Hirst. A Palazzo Grassi a Venezia la cultura freestyle entra dalla porta principale in uno dei musei più importanti del mondo con la tre giorni di "Skate the Museum", evento collegato alla mostra del pittore tedesco Albert Oehlen, ma che vive di una vita e di un'energia ...

 
Brad Mehldau, cancellato il concerto

Umbria jazz 2018

Brad Mehldau, cancellato il concerto

Il concerto di Brad Mehldau a Umbria Jazz previsto per il 18 luglio 2018 round midnight al teatro Morlacchi di Perugia è stato cancellato per cause indipendenti dalla volontà ...

23.06.2018

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

St Jacob's Chamber Choir

Grandi festival

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

Una Sagra monumentale capace di mostrare tutto il suo valore di patrimonio storico e vivo della città e del territorio. E’ così che organizzatori, istituzioni e il direttore ...

23.06.2018

Musica e teatro in quota

Suoni Controvento prendono forma dallo spazio

Un viaggio negli inferi di monte Cucco seguendo il Caino di George Byron, le sue parole, passo dopo passo, lentamente. Oppure là fuori, nella luce del tramonto, a rivedere un ...

23.06.2018