Vietato dire non ce la faccio più

La lezione umana di Umberto Veronesi

14.11.2016 - 10:49

0

C'è chi nella vita ha fatto proprio il motto: "Vietato dire non ce la faccio più" e chi, con la propria professionalità e umanità, ha rappresentato la personificazione di quel motto per chi aveva bisogno di speranza.
Umberto Veronesi è stata una di queste persone.
Chi ha attraversato quel terreno minato che è una malattia come il cancro perché l'ha vissuta sulla propria pelle, su quella di un familiare, sa come possa sconvolgere corpo e mente.
Se conoscete una donna con il cancro sapete quanto anche i cambiamenti esteriori siano devastanti. Talvolta con i seni mutilati, senza più capelli per le cure, sono la prova tangibile della guerra che stanno combattendo.
Il professor Veronesi delle donne diceva: "Ne ho amato l'integrità, che è una delle basi dell'equilibrio del pensiero. Ne ho combattuto l'inutile mutilazione e, quando ho potuto, l'ho sconfitta." Tant'è che a lui si deve una tecnica rivoluzionaria come la quadrantectomia.
Con il suo operato ha rappresentato il medico che vorremmo tutti incontrare nel momento del bisogno, non solo per le sue competenze, ma anche per la sua capacità empatica, di ascolto, quella del medico che sa di avere di fronte prima ancora di un malato, una persona.
Ma Veronesi resta una fiammella accesa di speranza per la sua stessa storia di vita. In un mondo bersagliato da notizie di malaffare, interessi personalistici, lui è stato un uomo spinto dalla passione. Quella che lo guidava nel lavoro, quella che aveva messo nella politica, quella che doveva averlo accompagnato da sempre nella vita. Perché il professor Veronesi rappresenta anche il sogno di chi ce l'ha fatta da solo, con le proprie gambe, col proprio impegno e sacrificio. Nato da una famiglia di origini contadine, nei sobborghi milanesi, la mattina camminava chilometri e chilometri, anche nei rigidi inverni lombardi, per raggiungere la scuola.
Ecco perché la lezione di Umberto Veronesi non è solo quella del professore, di uno dei più grandi oncologi di sempre, ma è anche la lezione semplicemente di Umberto, l'uomo. Quella di chi ha cercato il senso della vita con passione e sacrificio, perché come egli stesso dichiarò in un'intervista alla Rai: "La vita di per sé non ha un senso, ma noi possiamo dare un senso alla vita".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Migranti, Salvini: hotspot in Italia problema per noi e Libia

Migranti, Salvini: hotspot in Italia problema per noi e Libia

(askanews) - "Ci sono alcuni paesi europei fra cui la Francia che ha proposto questi hotspot in Italia e in Europa e questo sarebbe un problema per noi e per la Libia perché non si interromperebbe il flusso di immigrati". Lo ha detto il minstro dell'Interno Matteo Salvini durante l'incontro a Tripoli con il suo omologo libico Abdulsalam Ashour. "Noi invece insieme ad altri paesi europei abbiamo ...

 
A Ostuni la cucina made in Puglia dello stellato Andrea Cannalire

A Ostuni la cucina made in Puglia dello stellato Andrea Cannalire

Ostuni, (askanews) - Andrea Cannalire è il più giovane chef stellato di Puglia e guida il ristorante Cielo all'interno del relais La Sommità di Ostuni, in quella Puglia che sta diventando meta di primo piano nel panorama del turismo enogastronomico italiano. A puntare su di lui è stato Gianfranco Mazzoccoli, imprenditore e fondatore del gruppo Cedat 85, da sempre appassionato di enogastronomia, ...

 
I vecchi campioni di Roma e Lazio in campo per i rifugiati

I vecchi campioni di Roma e Lazio in campo per i rifugiati

Roma, (askanews) - Le vecchie glorie della Roma e della Lazio in campo contro una squadra di rifugiati. Champions #WithRefugees, una partita di beneficenza organizzata dall'UNHCR, l'agenzia Onu per i rifugiati, in occasione della Giornata mondiale del rifugiato, allo stadio Tre Fontane di Roma. Niente derby. La squadra di campioni, formata da nemici storici, stavolta riuniti sotto la stessa ...

 
Spettacolo

Lo sceneggiatore Apolloni: “Non abbiate paura di essere felici”

Attore, sceneggiatore e scrittore, Francesco Apolloni ha appena pubblicato ‘Perso a Los Angeles’. Un romanzo che racconta le vicende di un giovane chef alla ricerca di suo padre (e di se stesso) in una metropoli come Los Angeles. Un romanzo interattivo di ‘formazione’, che si interroga tra le altre cose sul senso della felicità. “Molto spesso abbiamo più paura di essere felici che di essere ...

 
Brad Mehldau, cancellato il concerto

Umbria jazz 2018

Brad Mehldau, cancellato il concerto

Il concerto di Brad Mehldau a Umbria Jazz previsto per il 18 luglio 2018 round midnight al teatro Morlacchi di Perugia è stato cancellato per cause indipendenti dalla volontà ...

23.06.2018

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

St Jacob's Chamber Choir

Grandi festival

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

Una Sagra monumentale capace di mostrare tutto il suo valore di patrimonio storico e vivo della città e del territorio. E’ così che organizzatori, istituzioni e il direttore ...

23.06.2018

Musica e teatro in quota

Suoni Controvento prendono forma dallo spazio

Un viaggio negli inferi di monte Cucco seguendo il Caino di George Byron, le sue parole, passo dopo passo, lentamente. Oppure là fuori, nella luce del tramonto, a rivedere un ...

23.06.2018