Quell'orco cattivo che fa tremare la terra

Quell'orco cattivo che fa tremare la terra

29.08.2016 - 09:41

0

100 secondi, 142 secondi. Questa la durata delle scosse che hanno devastato paesi e vite. Pochi minuti bastano per cambiare per sempre i destini. Tra le macerie segni di esistenze spezzate, colte nel momento in cui si è più inermi. Di buio, nel sonno, nel letto delle case dove ci sentiamo al sicuro. E il letto è stato lo scudo, a Pescara del Tronto, che ha protetto nonna Vitaliana e i suoi nipotini di 6 e 4 anni. Perché in questa tragedia qualcosa rende tutto ancora più straziante, se possibile: i bambini che non ce l’hanno fatta. Il piccolo Stefano, 8 mesi, Marisol 18 mesi, i gemellini di 7 anni Simone e Andrea. Bambini che erano in vacanza, perlopiù dai nonni, lontani dal caos dei grandi centri per poter vivere la spensieratezza di luoghi belli, quasi incontaminati. Per quei bambini l’orco cattivo è stata la terra che ha preso a tremare, sorprendendoli tra le loro piccole e fondamentali certezze. Siamo abituati a sentire numeri, quanti morti, feriti, ma dietro ciascuno ci sono mondi, storie fatte di affetti, problemi, conquiste. Con questo terremoto si sono spazzati via tanti mondi, si sono cancellati passati e resi più difficili i futuri. Peró c’è un’immagine da cui passa la forza della vita che continua: Giorgia, 8 anni, un pigiamino rosa, estratta viva dai Vigili del fuoco che hanno scavato per ore, a mani nude, tra le macerie. Ancora ignara di aver perso la sorellina, con flebile voce ha chiesto un po’ di acqua. Perché i bambini sanno aggrapparsi. Si aggrappano alle gonne della mamma, alle giacche del papà: “Non andare a lavoro oggi, resta con me”, come si aggrappano alla Vita, con tenacia, con resilienza. Come scriveva Maria Montessori: “Se v’è per l’umanità una speranza di salvezza e di aiuto, questo aiuto non potrà venire che dal bambino, perché in lui si costruisce l’uomo”. E’ da loro che dobbiamo e possiamo ripartire.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Migranti, Salvini: hotspot in Italia problema per noi e Libia

Migranti, Salvini: hotspot in Italia problema per noi e Libia

(askanews) - "Ci sono alcuni paesi europei fra cui la Francia che ha proposto questi hotspot in Italia e in Europa e questo sarebbe un problema per noi e per la Libia perché non si interromperebbe il flusso di immigrati". Lo ha detto il minstro dell'Interno Matteo Salvini durante l'incontro a Tripoli con il suo omologo libico Abdulsalam Ashour. "Noi invece insieme ad altri paesi europei abbiamo ...

 
A Ostuni la cucina made in Puglia dello stellato Andrea Cannalire

A Ostuni la cucina made in Puglia dello stellato Andrea Cannalire

Ostuni, (askanews) - Andrea Cannalire è il più giovane chef stellato di Puglia e guida il ristorante Cielo all'interno del relais La Sommità di Ostuni, in quella Puglia che sta diventando meta di primo piano nel panorama del turismo enogastronomico italiano. A puntare su di lui è stato Gianfranco Mazzoccoli, imprenditore e fondatore del gruppo Cedat 85, da sempre appassionato di enogastronomia, ...

 
I vecchi campioni di Roma e Lazio in campo per i rifugiati

I vecchi campioni di Roma e Lazio in campo per i rifugiati

Roma, (askanews) - Le vecchie glorie della Roma e della Lazio in campo contro una squadra di rifugiati. Champions #WithRefugees, una partita di beneficenza organizzata dall'UNHCR, l'agenzia Onu per i rifugiati, in occasione della Giornata mondiale del rifugiato, allo stadio Tre Fontane di Roma. Niente derby. La squadra di campioni, formata da nemici storici, stavolta riuniti sotto la stessa ...

 
Spettacolo

Lo sceneggiatore Apolloni: “Non abbiate paura di essere felici”

Attore, sceneggiatore e scrittore, Francesco Apolloni ha appena pubblicato ‘Perso a Los Angeles’. Un romanzo che racconta le vicende di un giovane chef alla ricerca di suo padre (e di se stesso) in una metropoli come Los Angeles. Un romanzo interattivo di ‘formazione’, che si interroga tra le altre cose sul senso della felicità. “Molto spesso abbiamo più paura di essere felici che di essere ...

 
Brad Mehldau, cancellato il concerto

Umbria jazz 2018

Brad Mehldau, cancellato il concerto

Il concerto di Brad Mehldau a Umbria Jazz previsto per il 18 luglio 2018 round midnight al teatro Morlacchi di Perugia è stato cancellato per cause indipendenti dalla volontà ...

23.06.2018

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

St Jacob's Chamber Choir

Grandi festival

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

Una Sagra monumentale capace di mostrare tutto il suo valore di patrimonio storico e vivo della città e del territorio. E’ così che organizzatori, istituzioni e il direttore ...

23.06.2018

Musica e teatro in quota

Suoni Controvento prendono forma dallo spazio

Un viaggio negli inferi di monte Cucco seguendo il Caino di George Byron, le sue parole, passo dopo passo, lentamente. Oppure là fuori, nella luce del tramonto, a rivedere un ...

23.06.2018