Vietato dire non ce la faccio più

Quando si crede ai propri sogni

27.06.2016 - 10:39

0

“Mio padre è un grande tifoso di calcio e gli sarebbe piaciuto per me un futuro da giocatore”. Ma Alessandro si dimostra fin da bambino estremamente determinato e se il calcio è un bellissimo sport, gli piace, lo diverte, la sua passione si rivela subito un'altra: "Quando mi chiedono come sono diventato fantino, la mia risposta è sempre la stessa: non lo so, forse è una cosa innata. Da sempre mi piacciono i cavalli".
A soli sei anni, Alessandro inizia lo sport che oggi è il suo mestiere e la pietra miliare della sua vita: l'equitazione.
"Quando impari ad andare a cavallo, non impari solo questo. Devi sviluppare una certa sensibilità perchè è un animale che ti fa capire ciò di cui ha bisogno, cosa sente. Devi imparare ad ascoltare, a osservare ogni più piccolo movimento".
E mentre Alessandro cresce e con lui cresce questa passione, nascono sogni, anche l'intera famiglia si lascia coinvolgere. "Quattro anni fa mio padre ha conosciuto uno dei fantini più famosi che ha vinto anche il Palio di Siena e gli ha chiesto se potevo andare a vedere i suoi cavalli".
Si apre così un nuovo scenario, a soli 14 anni frequenta questa famosa scuderia, impara a montare a pelo. Ma deve far conciliare tutto con lo studio "mi alleno da cinque anni ogni giorno, sono stato costretto a organizzarmi e sono riuscito a ottenere buoni risultati sia a cavallo che a scuola. Anzi, forse è proprio questa vita che mi ha portato a avere disciplina. Se non andassi in scuderia ogni giorno, studierei meno. I ritmi serrati mi aiutano".
Alessandro fa una vita diversa da quella dei coetanei, per lui rigore e disciplina diventano fondamentali per raggiungere gli obiettivi: "Non faccio serate, non bevo. Ultimamente sono stato alla cena di classe, ma solo perché è l'ultimo anno di scuola. Faccio sacrifici, ma li faccio volentieri perché solo così posso vedere i risultati".
E i risultati infatti arrivano, non ha ancora 19 anni e ha già corso il suo primo Palio, a Ferrara "è stata un'emozione bellissima, dalla propria contrada che crede in te ai contradaioli della nemica che ti offendono e ti caricano di voglia di rivalsa".
Proprio in questi giorni Alessandro sta affrontando anche l'esame di Maturità, ma su cosa fare dopo non ha dubbi "finita la scuola, potrò dedicarmi totalmente ai cavalli e allenarmi mattina e sera. Sono pronto a tutti i sacrifici che dovrò fare per il mio sogno: vincere un giorno il Palio di Siena." E se ci riuscirà Alessandro sa già di chi sarà il merito oltre che proprio "i miei genitori mi hanno appoggiato, credono nei miei progetti. Quando hanno capito cosa volevo fare, mi hanno sempre sostenuto. È a loro che devo dire grazie".

selenebisi@libero.it

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Migranti, Salvini: hotspot in Italia problema per noi e Libia

Migranti, Salvini: hotspot in Italia problema per noi e Libia

(askanews) - "Ci sono alcuni paesi europei fra cui la Francia che ha proposto questi hotspot in Italia e in Europa e questo sarebbe un problema per noi e per la Libia perché non si interromperebbe il flusso di immigrati". Lo ha detto il minstro dell'Interno Matteo Salvini durante l'incontro a Tripoli con il suo omologo libico Abdulsalam Ashour. "Noi invece insieme ad altri paesi europei abbiamo ...

 
A Ostuni la cucina made in Puglia dello stellato Andrea Cannalire

A Ostuni la cucina made in Puglia dello stellato Andrea Cannalire

Ostuni, (askanews) - Andrea Cannalire è il più giovane chef stellato di Puglia e guida il ristorante Cielo all'interno del relais La Sommità di Ostuni, in quella Puglia che sta diventando meta di primo piano nel panorama del turismo enogastronomico italiano. A puntare su di lui è stato Gianfranco Mazzoccoli, imprenditore e fondatore del gruppo Cedat 85, da sempre appassionato di enogastronomia, ...

 
I vecchi campioni di Roma e Lazio in campo per i rifugiati

I vecchi campioni di Roma e Lazio in campo per i rifugiati

Roma, (askanews) - Le vecchie glorie della Roma e della Lazio in campo contro una squadra di rifugiati. Champions #WithRefugees, una partita di beneficenza organizzata dall'UNHCR, l'agenzia Onu per i rifugiati, in occasione della Giornata mondiale del rifugiato, allo stadio Tre Fontane di Roma. Niente derby. La squadra di campioni, formata da nemici storici, stavolta riuniti sotto la stessa ...

 
Spettacolo

Lo sceneggiatore Apolloni: “Non abbiate paura di essere felici”

Attore, sceneggiatore e scrittore, Francesco Apolloni ha appena pubblicato ‘Perso a Los Angeles’. Un romanzo che racconta le vicende di un giovane chef alla ricerca di suo padre (e di se stesso) in una metropoli come Los Angeles. Un romanzo interattivo di ‘formazione’, che si interroga tra le altre cose sul senso della felicità. “Molto spesso abbiamo più paura di essere felici che di essere ...

 
Brad Mehldau, cancellato il concerto

Umbria jazz 2018

Brad Mehldau, cancellato il concerto

Il concerto di Brad Mehldau a Umbria Jazz previsto per il 18 luglio 2018 round midnight al teatro Morlacchi di Perugia è stato cancellato per cause indipendenti dalla volontà ...

23.06.2018

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

St Jacob's Chamber Choir

Grandi festival

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

Una Sagra monumentale capace di mostrare tutto il suo valore di patrimonio storico e vivo della città e del territorio. E’ così che organizzatori, istituzioni e il direttore ...

23.06.2018

Musica e teatro in quota

Suoni Controvento prendono forma dallo spazio

Un viaggio negli inferi di monte Cucco seguendo il Caino di George Byron, le sue parole, passo dopo passo, lentamente. Oppure là fuori, nella luce del tramonto, a rivedere un ...

23.06.2018