La scelta di Andrea: sorrisi di solidarietà

La scelta di Andrea: sorrisi di solidarietà

23.05.2016 - 11:49

0

Tra le tanti arti quella del saper far ridere è una delle più difficili. Ma Andrea non si definisce un artista, anzi: "è una parola che non mi piace proprio, ognuno a modo suo è un artista. Tutti hanno un talento". Preferisce parlare di passione. E di un mestiere che a volte non si sceglie, ma è lui che sceglie te "non si decide di fare il comico. Fin da piccino mi divertivo a fare le imitazioni ai prof, ai compagni. È una sensazione che mi ha sempre provocato grande energia". Così Andrea dalle imitazioni ai compagni di scuola, a quelli di Università, nel 2011, a 24 anni, partecipa a un provino a Livorno per il laboratorio Zelig "portando l'imitazione di un personaggio del mio paese, Pomarance, mi hanno preso". Oggi Andrea descrive quell'esperienza come una palestra in cui si è allenato a far ridere, portando pezzi, rivedendoli con gli autori, provando e riprovando "dopo la Laurea però ho dovuto fare delle scelte. A volte si corre il rischio di sentirsi un po’ degli illuminati, forse di montarsi la testa" ma la realtà chiede di essere affrontata con i piedi ben saldi a terra "ho trovato un lavoro stabile e ho dovuto un po’ mettere da parte il sogno della carriera comica". Non è stata una scelta facile, ma ciò che ha aiutato Andrea è la consapevolezza che quando scrive pezzi comici lo fa per se stesso "per me è proprio una necessità scrivere ‘cavolate’, raccontare storie, situazioni che mi sono successe". In fondo il comico da sempre fa questo: raccontare una quotidianità a volte difficile, da un altro punto di vista, quello del riderci su. Ed è un dono che, spiega Andrea "aiuta nella vita di tutti i giorni a vedere le cose da un'altra prospettiva, come mettere un fiocchino su certe situazioni". Ha dovuto scegliere le certezze "spesso è difficile far capire che il lavoro di comico richiede una grande costanza, determinazione e molto tempo. Significa passare ore a scrivere una battuta che poi sul palco bruci in 10 secondi e a volte non fa neanche ridere". Ma la sua passione di scrivere battute non lo abbandona mai. Al punto tale che ha scelto di raccogliere le migliori in un libro "Credo in me stesso, ma non pratico" per regalare un sorriso ancora più importante. Andrea ha infatti scelto di destinare l'intero ricavato in beneficenza al reparto oncologico dell'ospedale di Carrara.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Milano, 23 giu. (askanews) - "Le paure ci sono, tutti noi abbiamo delle paure, però Milano le paure le gestisce e non le butta addosso agli altri, Milano non ha paura della diversità perché sulla diversità ci costruisce il futuro, e non è una bella dichiarazione di principio perché Milano lo fa da 26 secoli ed è arrivata dove è arrivata, integrando e mettendo insieme le qualità di tutti noi. ...

 
Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Venezia (askanews) - Una grande rampa da skateboard dove, fino a qualche mese fa, troneggiava il demone colossale di Damien Hirst. A Palazzo Grassi a Venezia la cultura freestyle entra dalla porta principale in uno dei musei più importanti del mondo con la tre giorni di "Skate the Museum", evento collegato alla mostra del pittore tedesco Albert Oehlen, ma che vive di una vita e di un'energia ...

 
Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Reggio Calabria (askanews) - Nelle baraccopoli di San Ferdinando e di Rosarno non c'è rispetto dei diritti umani, c'è un degrado umano. Perché le autorità se ne accorgono solo quando succedono questi casi gravi e si continua a mantenere operative queste strutture quando si potrebbe benissimo fare l'ospitalità diffusa e utilizzare le case della piana e dei centri storici che non sono abitate. Non ...

 
Brad Mehldau, cancellato il concerto

Umbria jazz 2018

Brad Mehldau, cancellato il concerto

Il concerto di Brad Mehldau a Umbria Jazz previsto per il 18 luglio 2018 round midnight al teatro Morlacchi di Perugia è stato cancellato per cause indipendenti dalla volontà ...

23.06.2018

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

St Jacob's Chamber Choir

Grandi festival

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

Una Sagra monumentale capace di mostrare tutto il suo valore di patrimonio storico e vivo della città e del territorio. E’ così che organizzatori, istituzioni e il direttore ...

23.06.2018

Musica e teatro in quota

Suoni Controvento prendono forma dallo spazio

Un viaggio negli inferi di monte Cucco seguendo il Caino di George Byron, le sue parole, passo dopo passo, lentamente. Oppure là fuori, nella luce del tramonto, a rivedere un ...

23.06.2018