Oltre il giro di boa

15 settembre 2012

15.09.2012 - 17:05

0

Magari può sembrare proprio ieri, ma non è così. In realtà abbiamo votato per le amministrazioni comunali nella primavera del 2009, cioè tre anni e mezzo fa quindi siamo ben oltre il giro di boa e il viaggio di ritorno sarà velocissimo perché a primavera ci saranno le politiche che apriranno la lunga stagione elettorale che ci porterà poi alle elezioni europee e a quelle amministrative nel 2014 per chiudere, nel 2015, con le regionali. Dunque, i nostri comuni non hanno così tanto tempo a disposizione,diciamo poco più di un anno, per realizzare e concludere i loro programmi. Già, ma quali erano questi programmi, c'è qualcuno che se li ricorda? A Perugia si progettano ancora iniziative di partecipazione per vedere cosa fare in futuro dimenticando che il futuro è già oggi e che il tempo della semina è passato e quello della raccolta ormai prossimo e difficilmente rinviabile.
Cosa abbiamo da raccogliere dopo tre anni e mezzo di governo della città? Bella domanda, ma non ci si aspetti che qualcuno risponda. Tra un po' si riuniranno i cosiddetti Stati generali, convocati dal sindaco per avere da autorevoli rappresentanti della città idee e proposte per il futuro. L'idea è ancora un po' vaga masi accettano solo interventi costruttivi, niente dubbi, critiche, mal di mancia. Chissà perché li chiamano Stati generali, come quelli che convocò a Parigi Luigi XVI nell'agosto del 1788 e che non portarono molta fortuna alla monarchia. Un anno dopo arrivò la Bastiglia e la rivoluzione il 14 luglio con il crollo del vecchio regime e la fine di un'epoca. Bisognerebbe spiegare a Palazzo dei priori che è il tempo di stringere se no cosa portiamo a casa, la riforma del regolamento della Ztl dell'assessore Ciccone costata tre anni e mezzo di lavoro e non ancora licenziata dal consiglio comunale?
E' incredibile che stiano ancora lì a discutere sul taglio di qualche permesso quando la riduzione del traffico in quello spazio minuto che è l'acropoli è ormai un'ipotesi di pura fantasia dal momento che tutti posso transitare liberamente per gran parte del giorno e della notte e pochissimo fermarsi perché posti di sosta non ce ne sono e comunque è sempre una fortuna non trovarli visto il livello delle tariffe. Questi anni che ci porteranno alle elezioni del 2014 saranno ricordati per l'esplosione drammatica del problema droga. Un bilancio di quel che si è fatto e dei risultati ottenuti è ormai necessario.
E' cambiato davvero qualcosa, possiamo sperare di aver trovato la strada buona che ci possa portare lontano dall'emergenza? Chi abita in città, incentro o nelle altre zone, non ha questa sensazione. In poco tempo sulle dolci colline di Perugia è cambiato tutto anche se tutto sembra uguale a se stesso. La crisi dell'edilizia, con l'invenduto ormai cronico,che ha marcato profondamente lo sviluppo della città, i problemi sociali e quelli economici, la disoccupazione giovanile,hanno disegnato un altro orizzonte. Ora, se non si riflette sulle cose prodotte negli anni passati e se non ci si interroga sui limiti e magari anche su qualche errore, come si fa a progettare il futuro? Molte delle difficoltà che incontra questa amministrazione nascono da un inconfessato bisogno di rimozione della nostra storia e dei nostri problemi.Così, tutti i progetti dei quali si parla in questi giorni,con al primo posto il mercato coperto, il Turreno o l'ex carcere, e Monteluce o Fontivegge sembrano tanti capitoli di una recita senza soggetto dove manca un'idea unitaria, un progetto che sappia confrontarsi con l'identità dei nostri borghi e dei nostri quartieri e, infine, i desideri e le preoccupazioni di una comunità. Insomma, per quale città stiamo lavorando? Per ora siamo in attesa che si definiscano gli equilibri tra gli interessi delle solite corporazioni e tra queste e la politica per capire dove si dovrà andare alla fine di quest'ultimo giro di boa. Cioè, quando è rimasto giusto il tempo per le promesse elettorali.

Renzo Massarelli

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Trump mette in dubbio summit con Kim, ma Pompeo si dice ottimista

Trump mette in dubbio summit con Kim, ma Pompeo si dice ottimista

Roma, (askanews) - Nonostante lo scetticismo espresso dal presidente americano, il segretario di Stato, Mike Pompeo si è detto "ottimista" sul fatto che il 12 giugno a Singapore ci sia l'incontro storico tra Donald Trump e il leader nordcoreano Kim Jong Un. Parlando alla stampa dopo le parole pronunciate da Donald Trump nel suo incontro con il leader sudcoreano Moon Jae-in, Mike Pompeo ha ...

 
Spief, Profumo: Gli operai sono dei grandi innovatori

Spief, Profumo: Gli operai sono dei grandi innovatori

San Pietroburgo, (askanews) - Francesco Profumo, presidente della Compagnia di San Paolo, dallo Spief: "Nel corso del mio intervento dello scorso anno, al forum internazionale economico di San Pietroburgo, dissi una cosa che mi sembrava interessante. Nel nostro paese, abbiamo circa l'80% delle aziende che sono soprattutto piccole e medie aziende, che non sono pronte alla trasformazione verso la ...

 
Adr, al via il progetto della Business City a Fiumicino

Adr, al via il progetto della Business City a Fiumicino

Roma, (askanews) - Una porta d'ingresso al Paese unica. Con un centro uffici, servizi dedicati alle imprese e ai professionisti e un polo congressuale da 1.300 posti. Il tutto collegato ai terminal dell'aeroporto e a pochi passi dalla ferrovia e dall'autostrada. E' la nuova Business City di Roma Fiumicino, un progetto da 190 milioni di euro che a regime occuperà oltre 23.500 persone tra impieghi ...

 
Salute

Infettivologi: "Nuovi farmaci anti-Hiv allungano vita, ora migliorare qualità"

Oggi una persona con Hiv che inizia precocemente la terapia e vi aderisce con costanza può contare su un'aspettativa di vita simile a quella della popolazione generale. Un traguardo fino a pochi anni fa quasi irraggiungibile. Temi al centro della decima edizione del 'Congresso nazionale Italian Conference on Aids and Antiviral Research' (Icar) a Roma. Evento promosso dalla Società italiana di ...

 
Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Il film diretto e interpretato da Alberto Sordi sarà proiettato in versione restaurata al Morlacchi

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Alberto Sordi in Fumo di Londra è Dante Fontana, antiquario con il negozio in corso Vannucci, a pochi passa da piazza IV Novembre. Era il 1966 e Sordi, per la prima volta ...

23.05.2018

Marco Bocci torna a casa

Marco Bocci a casa

Marsciano

Marco Bocci torna a casa

“E finalmente casa dolce casa”. Con un post su Instagram Marco Bocci comunica ai suoi fan la bella notizia e aggiunge diversi hashtag sul suo stato di salute: ...

22.05.2018

Sì al Todi festival, ma in Umbria non ci sono piste di atletica

Fiona May

Sì al Todi festival, ma in Umbria non ci sono piste di atletica

Atleta, mamma e ora anche attrice di teatro, Fiona May in Umbria per presentare il suo debutto  al Todi festival 2018, il 25 agosto al teatro Comunale di Todi.

21.05.2018