Il capitale umano

Le ragioni del "pi greco"

17.03.2017 - 11:37

0

Si chiama "numeracy" ed è l'abilità di interpretare e comunicare informazioni quantitative. Nella vita quotidiana ne abbiamo sempre più bisogno: contrarre un mutuo, scegliere fra due contratti, calcolare un costo medio. Per affrontare e gestire oggi molte situazioni occorre la matematica. Ma non solo: secondo uno studio recente della Commissione Europea (A New Skills Agenda for Europe, 2016), il processo di digitalizzazione della società contemporanea sta rivoluzionando il mondo del lavoro, che richiede in misura sempre maggiore competenze di carattere quantitativo, con settori emergenti nell'informatica, nella gestione e nella analisi dei dati.
Eppure, secondo un’indagine di un po’ di tempo fa, l’Italia si collocava ultima per “numeracy” fra i paesi europei. L’indagine, svolta per l’Italia dall’Isfol, prendeva a campione individui fra i 16 e i 65 anni e sottoponeva loro alcune domande a carattere quantitativo. Ebbene, il campione di italiani si è rivelato il peggiore nel gruppo degli intervistati.
Quindi occorre fare di più. Con piacere abbiamo letto in questi giorni che Todi si è aggiudicata un divertente primato: costruire il "pi greco" umano più lungo del mondo. Oltre mille studenti hanno sfilato, ognuno con una cifra addosso, in maniera ordinata, per formare la sequenza delle prime cifre del numero irrazionale più famoso al mondo. Già, perché come scrive il giornalista scientifico William Schaaf, “nessun simbolo matematico ha evocato tanto mistero e romanticismo”. Bastano strumenti semplici per capire che il rapporto fra la circonferenza di un cerchio e il suo diametro è un poco più grande di tre. Ma quanto più grande? Ebbene, il valore esatto è un numero difficilissimo da calcolare: è la costante “pi greco”. Per semplificare, noi diciamo che il valore di “pi greco” è 3,14. In realtà, “pi greco” ha un numero infinito di decimali e per questo è detto irrazionale. La mente umana ha difficoltà a capire l'infinito. Per spiegarlo ai bambini si dice che il numero di stelle nel cielo è infinito e che se iniziassero a contarle non finirebbero mai. Ma l'infinito è anche qualche cosa di molto piccolo, così piccolo che non si può contare.
Anche la storia del “pi greco” è affascinante. Già nota agli architetti dell’antico Egitto, studiata dai geometri greci, usata (anche se in modo approssimativo) dagli ingegneri romani, oggetto di filosofia nel mondo orientale, l’evoluzione del pensiero attorno a questa costante riflette la storia dell’umanità. Nel mondo moderno, la fascinazione attorno al “pi greco” ha creato una sorta di competizione fra ingegneri, matematici, fisici, per calcolarne il numero più grande di cifre decimali. Negli anni '80, i due scienziati russi Chudnovsky costruirono un computer grande come un appartamento, giungendo a determinare i primi 480 milioni di decimali di questa costante.
Oggi, la sequenza nota arriva ad abbracciare oltre 12 mila miliardi di cifre. Eppure, per fare i calcoli già con estrema precisione ne bastano 16. Ma la gara nel calcolare il più grande numero di cifre decimali del “pi greco” non è solo dettata da curiosità. Richiede infatti lo sviluppo di algoritmi e di tecniche computazionali che hanno applicazioni in molti altri ambiti della scienza, dalla fisica, alla statistica, alla medicina. Insomma, lo studio del “pi greco” è l’esempio di come la ricerca pura, ovvero non dettata da finalità necessariamente applicate, possa avere ricadute importanti nella vita di tutti i giorni. 
Professore ordinario di
Statistica elena.stanghellini@
unipg.it

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Canada, in centinaia davanti al Parlamento Ottawa a fumare canne

Canada, in centinaia davanti al Parlamento Ottawa a fumare canne

Ottawa (askanews) - Il 20 aprile si è celebrato in tutto il mondo il Cannabis Day, la Giornata mondiale della canna. Ma in Canada le celebrazioni hanno avuto un sapore speciale. Il premier Justin Trudeau ha promesso in campagna elettorale la legalizzazione della marijuana a scopo ricreativo. E la legge dovrebbe essere discussa questa estate. Nell'attesa, davanti al Parlamento di Ottawa, centinaia ...

 
Kim Jong Un annuncia fine dei test nucleari Corea del Nord

Kim Jong Un annuncia fine dei test nucleari Corea del Nord

Seoul (askanews) - La Corea del Nord ha preso una decisione storica, annunciando la fine dei test nucleari e dei test con missili intercontinentali, oltre che la chiusura del suo sito per i test atomici. "A partire dal 21 aprile, la Corea del Nord interromperà i suoi test nucleari e il lancio di missili balistici intercontinentali", ha dichiarato il leader nordcoreano Kim Jong Un, che ha ...

 
Nicaragua, almeno 10 morti in proteste contro riforma pensioni

Nicaragua, almeno 10 morti in proteste contro riforma pensioni

Managua (Nicaragua), 21 apr. (askanews) - Almeno dieci persone sono state uccise in Nicaragua nelle violente manifestazioni contro la riforma delle pensioni. Lo ha annunciato la vice presidente, Rosario Murillo. "Almeno dieci persone sono morte" durante queste manifestazioni giovedì e venerdì che ha definito "scontri" organizzati da individui che cercano di "rompere la pace e l'armonia". Murillo ...

 
Spreco alimentare genera 8% delle emissioni globali di gas serra

Spreco alimentare genera 8% delle emissioni globali di gas serra

Milano (askanews) - La lotta allo spreco alimentare ha cifre impressionanti a livello mondiale. Costituisce uno dei più grandi paradossi della società contemporanea. Eppure nonostante le dimensioni, non sempre c'è consapevolezza del problema. Quello che occorre è una nuova cultura rispetto alla produzione e al consumo di cibo, a tutte le latitudini del Pianeta. E in occasione della Giornata ...

 
Don Matteo, la 12esima serie si farà

Spoleto

Don Matteo, la 12esima serie si farà

La notizia è arrivata all'indomani del bagno di folla di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo "Menotti" di Spoleto (leggi qui): la 12esima serie di don Matteo si farà. E sarà ...

20.04.2018

Don Matteo, in mille per il gran finale

Spoleto

Don Matteo, in mille per il gran finale

Oltre 1000 persone si sono trovate dal pomeriggio di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo di Spoleto per l'evento conclusivo dell'11esima stagione della serie di Don Matteo. ...

19.04.2018

Fresu e Sollima, Sicilia e Sardegna in musica

L'intervista

Fresu e Sollima, Sicilia e Sardegna in musica

Paolo Fresu e Giovanni Sollima, sardo il primo, siciliano l’altro. Due musicisti eclettici e virtuosi che su sollecitazione dell’Orchestra da camera di Perugia hanno ...

18.04.2018