Il capitale umano

Le ragioni del "pi greco"

17.03.2017 - 11:37

0

Si chiama "numeracy" ed è l'abilità di interpretare e comunicare informazioni quantitative. Nella vita quotidiana ne abbiamo sempre più bisogno: contrarre un mutuo, scegliere fra due contratti, calcolare un costo medio. Per affrontare e gestire oggi molte situazioni occorre la matematica. Ma non solo: secondo uno studio recente della Commissione Europea (A New Skills Agenda for Europe, 2016), il processo di digitalizzazione della società contemporanea sta rivoluzionando il mondo del lavoro, che richiede in misura sempre maggiore competenze di carattere quantitativo, con settori emergenti nell'informatica, nella gestione e nella analisi dei dati.
Eppure, secondo un’indagine di un po’ di tempo fa, l’Italia si collocava ultima per “numeracy” fra i paesi europei. L’indagine, svolta per l’Italia dall’Isfol, prendeva a campione individui fra i 16 e i 65 anni e sottoponeva loro alcune domande a carattere quantitativo. Ebbene, il campione di italiani si è rivelato il peggiore nel gruppo degli intervistati.
Quindi occorre fare di più. Con piacere abbiamo letto in questi giorni che Todi si è aggiudicata un divertente primato: costruire il "pi greco" umano più lungo del mondo. Oltre mille studenti hanno sfilato, ognuno con una cifra addosso, in maniera ordinata, per formare la sequenza delle prime cifre del numero irrazionale più famoso al mondo. Già, perché come scrive il giornalista scientifico William Schaaf, “nessun simbolo matematico ha evocato tanto mistero e romanticismo”. Bastano strumenti semplici per capire che il rapporto fra la circonferenza di un cerchio e il suo diametro è un poco più grande di tre. Ma quanto più grande? Ebbene, il valore esatto è un numero difficilissimo da calcolare: è la costante “pi greco”. Per semplificare, noi diciamo che il valore di “pi greco” è 3,14. In realtà, “pi greco” ha un numero infinito di decimali e per questo è detto irrazionale. La mente umana ha difficoltà a capire l'infinito. Per spiegarlo ai bambini si dice che il numero di stelle nel cielo è infinito e che se iniziassero a contarle non finirebbero mai. Ma l'infinito è anche qualche cosa di molto piccolo, così piccolo che non si può contare.
Anche la storia del “pi greco” è affascinante. Già nota agli architetti dell’antico Egitto, studiata dai geometri greci, usata (anche se in modo approssimativo) dagli ingegneri romani, oggetto di filosofia nel mondo orientale, l’evoluzione del pensiero attorno a questa costante riflette la storia dell’umanità. Nel mondo moderno, la fascinazione attorno al “pi greco” ha creato una sorta di competizione fra ingegneri, matematici, fisici, per calcolarne il numero più grande di cifre decimali. Negli anni '80, i due scienziati russi Chudnovsky costruirono un computer grande come un appartamento, giungendo a determinare i primi 480 milioni di decimali di questa costante.
Oggi, la sequenza nota arriva ad abbracciare oltre 12 mila miliardi di cifre. Eppure, per fare i calcoli già con estrema precisione ne bastano 16. Ma la gara nel calcolare il più grande numero di cifre decimali del “pi greco” non è solo dettata da curiosità. Richiede infatti lo sviluppo di algoritmi e di tecniche computazionali che hanno applicazioni in molti altri ambiti della scienza, dalla fisica, alla statistica, alla medicina. Insomma, lo studio del “pi greco” è l’esempio di come la ricerca pura, ovvero non dettata da finalità necessariamente applicate, possa avere ricadute importanti nella vita di tutti i giorni. 
Professore ordinario di
Statistica elena.stanghellini@
unipg.it

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Bali: l'eruzione del vulcano in timelapse

Bali: l'eruzione del vulcano in timelapse

Il vulcano Agung continua ad eruttare. Ecco le strabilianti immagini in timelapse dell'attività vulcanica nell'isola indonesiana di Bali. Il fotografo Wayan Kartika ha registrato, dalla mattina alla sera, i pennacchi di polvere grigiastra che si alzano con costanza dal cratere del vulcano, alto 3000 metri. Questa continua attività vulcanica di Augung, però, ha messo in allarme la popolazione ...

 
Formazione medici con simulazione hi tech contro tumore al rene

Formazione medici con simulazione hi tech contro tumore al rene

Roma, (askanews) - La terapia del tumore al rene passa anche per la formazione dei medici attarverso la realtà virtuale. Parte oggi da Roma la prima tappa del progetto Maestro presso l IPSE CENTER - Interactive Patient Simulation Experience - del Policlinico Universitario A. Gemelli, centro di simulazione interattivo nel quale gli operatori della salute sono chiamati a seguire percorsi di ...

 
Firenze, migranti come stelle cadenti su Ponte Vecchio

Firenze, migranti come stelle cadenti su Ponte Vecchio

Roma, (askanews) - Ponte Vecchio, icona di Firenze e del Rinascimento, diventa simbolo di collegamento tra popoli, città e culture diverse, tra passato e futuro, per far riflettere sulle frontiere di oggi e di ieri e sul fenomeno delle migrazioni. Fino al 7 gennaio, ogni giorno dalle 19 alle 24, Ponte Vecchio sarà illuminato dal progetto di videomapping sviluppato da Ied (Istituto Europeo di ...

 
Arriva la nuova Duster, suv di qualità con tanta tecnologia

Arriva la nuova Duster, suv di qualità con tanta tecnologia

Milano, 13 dic. (askanews) - Ancora più suv, ma anche più curata, elegante e con tanta tecnologia. E' la nuova Dacia Duster, il suv di segmento C che grazie all'ottimo rapporto qualità prezzo è il veicolo di categoria più venduto in Italia, con 64mila immatricolazioni nel 2017 e oltre 340mila dal lancio nel 2010. Francesco Fontana Giusti, direttore comunicazione Renault Italia: "Il cliente ideale ...

 
Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Golden Globe

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Annunciate a Los Angeles le candidature per la 75esima edizione dei Golden Globe 2018, che si terranno il 7 gennaio al Beverly Hilton Hotel, sede della manifestazione. Bene ...

11.12.2017

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

capitale in lutto

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

E' morto Lando Fiorini. Il cantante, che avrebbe compiuto 80 anni a gennaio, è deceduto a Roma nel pomeriggio di sabato 9 dicembre dopo una lunga malattia. Le conferme sono ...

09.12.2017

Il funambolo e l'idea di Alchemika

Oltre l'esibizione

Il funambolo e l'idea di Alchemika

L’idea di riportare un equilibrista sospeso sulle teste dei perugini a un secolo da Strucinàide non è poi così nuova. Chi ha una qualche dimestichezza con la vita culturale ...

09.12.2017