Umbria Jazz, flop della notte house: Cremonini tra il pubblico

Perugia

Umbria Jazz, flop della notte house: Cremonini tra il pubblico

13.07.2014 - 16:56

4

Il popolo dell’house alle quattro del pomeriggio non si muove. Quando aprono i cancelli del Santa Giuliana, con poco meno di un quarto d’ora di ritardo rispetto al programma, ad aspettare c’è solo una ventina di persone, quasi tutte giovanissime. Piove un po’, come previsto, e i tuoni, che pure ci sarebbero, non si sentono, perché la musica – semplici prove, o il famigerato set in solitaria di Dj Ralf – suona già da un pezzo. Subito dopo pranzo mezza città ha cominciato ad abituarsi a questo loop ossessivo con cui dovrà convivere per più di dodici ore, fino alle quattro del mattino, fin quasi alla prossima alba. È la grande giornata di Ralf e della sua gente, stavolta lontano dalla Fontana Maggiore e dal tripudio di piazza IV Novembre. Oggi si celebra in quella che vorremmo diventasse presto l’Arena Sergio Piazzoli, sul main stage del primo sabato di Umbria Jazz 2014. Ovvero la vetrina principale dell’intero festival, o poco ci manca. Parte lui, il padrone di casa, che fa anche da maestro di cerimonie: dà il benvenuto, recita la scaletta, si piega sulla consolle e balla. In prima fila un’anziana signora attenta e svelta, a un certo punto l’accompagnano nel backstage e la sparuta platea la vede spuntare sul palco e avvicinarsi pian piano alla postazione di Ralf. Lo saluta, lo bacia, sorride forte. È sua madre, e per una volta che il figlio – classe 1957 - si esibisce a orari da cristiani non ha perso l’occasione di venirlo a vedere, e a sentire. L’afflusso è lento, il sole fa a nascondino con nuvole nere o nerissime, tra i ragazzini ci sono trentenni battaglieri, quarantenni con gli sguardi da reduci e cinquantenni curiosi o impenitenti. La prima ondata corposa arriva all’ora dell’aperitivo, la line-up s’è sballata ma poco importa: siamo una famiglia, dice Ralf, qualche volta le valigie, o i mixer, si smarriscono e arrivano in ritardo, ma quel che conta è starcene qua insieme.

GUARDA LE FOTO

Poi progressivamente i più maturi hanno abbandonato il campo lasciando campo aperto ai più giovani rapiti dalla tribal dance. Qualche sparuta goccia di pioggia ha cominciato a preoccupare il popolo sempre più ridotto di Ralf e Company. La finale per il terzo e quarto posto dei Mondiali brasiliani incombe e forse in molti hanno preferito il monitor tivù alla house del resto ipnotica almeno quanto certo calcio dei giorni scorsi. L'arena emana un clima un po' desolato, solo uno sparuto gruppo di irriducibili resiste davanti al palco, mentre anche i migliori intenzionati ad ascoltare il nuovo meticciato che sarebbe scaturito dall'apporto di Guidi, Petrella, Ramadori e Rava sembrano desistere, perché c'è da attendere almeno solo a dopo le una della notte. Intorno alle 22 arriva inattesa la notizia dell'arrivo di Cesare Cremonini (GUARDA LE FOTO). Al di là della serata di puro divertimento per giovani e giovanissimi, è forse il caso di riflettere comunque su una formula che si è dimostrata carica di appeal se relativa alla piazza e a titolo gratuito, molto, molto meno se a pagamento all'arena Santa Giuliana, forse anche per il fatto che non tutti i ragazzi dispongono dei venti euro necessari per l'ingresso al concerto. Una considerazione quasi ovvia che però non è stata compiuta, così come molte altre considerazioni sembrano essere sfuggite all'organizzazione di Umbria Jazz 2014.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • uba23992

    13 Luglio 2014 - 12:12

    Bisognava essere veramente intelligente per capire che ci sarebbero andate poche persone a pagamento. Ho pensato che sarebbe stato un fiasco da quando mi hanno detto che si pagava 20 euro, e sono un tonto.

    Report

    Rispondi

  • uba23992

    13 Luglio 2014 - 12:12

    Bisognava essere veramente intelligente per capire che ci sarebbero andate poche persone a pagamento. Ho pensato che sarebbe stato un fiasco da quando mi hanno detto che si pagava 20 euro, e sono un tonto.

    Report

    Rispondi

  • uba23992

    13 Luglio 2014 - 12:12

    Bisognava essere veramente intelligente per capire che ci sarebbero andate poche persone a pagamento. Ho pensato che sarebbe stato un fiasco da quando mi hanno detto che si pagava 20 euro, e sono un tonto.

    Report

    Rispondi

  • uba23992

    13 Luglio 2014 - 12:12

    Bisognava essere veramente intelligente per capire che ci sarebbero andate poche persone a pagamento. Ho pensato che sarebbe stato un fiasco da quando mi hanno detto che si pagava 20 euro, e sono un tonto.

    Report

    Rispondi

Più letti oggi

Mediagallery

Siena, faccia a faccia Valentini (Pd) e De Mossi (c.destra)
A poche ore dal ballottaggio per la poltrona di sindaco

Siena, faccia a faccia Valentini (Pd) e De Mossi (c.destra)

Iniziamo dalla mobilità. I taxi hanno difficoltà persino a raggiungere la redazione del Corriere. Devono inviare una mail per transitare lungo la Y storica. Cambieranno le regole? Valentini: “Abbiamo potenziato la pedonalizzazione delle strade più centrali, che chiamiamo Y storica per convenzione. In quella zona circolavano settecento veicoli al giorno, abbiamo reso più vivibile questa parte di ...

 
Saviano risponde a Salvini sulla possibile revoca della scorta

Saviano risponde a Salvini sulla possibile revoca della scorta

Milano (askanews) - Lo scrittore Roberto Saviano risponde con un video su Facebook alle parole del ministro dell'interno, Matteo Salvini che, commentando un altro video in cui l'autore di Gomorra accusava il titolare del Viminale di fare propaganda, ha ventilato una possibile revoca del servizio di scorta che da anni salvaguarda la vita dell'autore napoletano, minacciato di morte dalla camorra. ...

 
Yoga day, per i cento anni di BKS Iyengar un flash mob a Roma

Yoga day, per i cento anni di BKS Iyengar un flash mob a Roma

Roma, (askanews) - C'è una fotografia storica cara a tutti i praticanti di Iyengar yoga che ritrae Guruji nella posizione sulla testa - l'asana Sirsasana - circondato dai suoi allievi nella stessa posizione. È una foto molto bella, in bianco e nero, che ben rappresenta il filo profondo che legava e lega ancora i praticanti di Iyengar yoga con il loro maestro, spentosi il 20 agosto del 2014 e del ...

 
L'Alchimista sul trono

Quattro Ristoranti

L'Alchimista sul trono

Giovedì 21 giugno alle ore 21.15 su Sky Uno hd è arrivata la nuova puntata inedita di Alessandro Borghese 4 Ristoranti (LEGGI Quattro ristoranti, in onda la puntata girata in ...

21.06.2018

Tre giorni di musica (e non solo) al tramonto

Moon in june

Tre giorni di musica (e non solo) al tramonto

Dopo l’anteprima del 22 giugno al teatro di Tuoro (alle 21) con le sperimentazioni elettroniche di Fields Conduction e il concerto dei Lstcat insieme a Ginevra Di Marco e ...

21.06.2018

Su Rai3 lo speciale sulla Quintana

foligno

Su Rai3 lo speciale sulla Quintana

Il fascino e le emozioni della Quintana sbarcano su Rai3, che sabato 23 giugno manderà in onda uno speciale di 66 minuti dedicato alla giostra vinta dal rione Cassero. ...

21.06.2018