umbria felix

Rotatoria Luisa Spagnoli

04.02.2016 - 12:14

0

Dall’Acquedotto a via Ulisse Rocchi, da Maestà delle Volte alle Prome, dalla scalinata di piazza Rossi Scotti a Sant’Ercolano, com’è bella la Perugia mostrata nella fiction televisiva che racconta la favola di una ragazza di provincia, figlia di un pescivendolo, divenuta imprenditrice di successo e protagonista di un pezzo di storia del progresso economico del nostro paese. La Perugia dei cambiamenti sociali all’indomani della Grande Guerra; quella dell’iniziativa privata, che toccherà il suo massimo splendore negli anni Settanta e Ottanta; quella in cui un ruolo determinate spettò a Luisa Sargentini, maritata Spagnoli, fustigatrice dei metodi imposti dalle lobbies dell’epoca (ogni periodo storico ha le sue), perugina ostile ai dettami imposti dalla meschina società, alla quale fu ammessa di diritto, per poi minarne le fondamenta. La Rai ha giocato d’anticipo sulla città facendo conoscere a milioni d’italiani la storia - sebbene resa a tratti melensa e a tratti inverosimile - di questa temeraria perugina, che si fece imprenditrice mentre le altre mogli rimanevano a casa a fare la calzetta o a spettegolare nei tarlati salotti dei palazzi borghesi. Ce ne fossero di donne ribelli e creative, capaci di non piangersi addosso, ma di guardare al futuro come nessuno è più in grado di fare. Sono passati i tempi in cui bastava intingere una banana nel cioccolato per imboccare la via del successo. È vero. Ma oggi più che mai è giunta l’ora di esercitare una qualche forma di ribellione. Magari nel segno della vera emancipazione a dispetto delle libertà conculcate, del regnante nichilismo, del malcostume generalizzato e della libera maldicenza esercitata nei social. Luisa, può essere piaciuta o meno, ma ci ha ricordato che non v’è rimedio contro il senso naturale dell’attrazione. Quel che conquista è la sua manifesta libertà dei sentimenti, che a dispetto dei benpensanti nulla toglie alla famiglia, pur concedendo al giovane Giovanni Buitoni più di un Bacio traditore. Tutto ciò a dispetto anche di quanti dubitando di certi valori chiedono la tutela dei diritti riproduttivi. Ognuno è libero di pensarla come vuole, ma non tiriamola troppo per il tailleur questa luminosa figura di donna. Piuttosto Perugia si prende la sua catodica rivincita sulle sberle ricevute dai suoi romanzi criminali. Se la prende con uno sceneggiato strappalacrime, ma che racconta la sua storia recente, troppo in fretta dimenticata. La città riacquista la sua dignità attraverso una discutibile finzione televisiva, che finzione non è, perché gli Spagnoli, i Buitoni e tanti dopo di loro sono esistiti davvero. Siparietto. Palazzo dei Priori ringrazia la Spagnoli dedicandole una rotatoria a San Sisto, così parodiando i suoi predecessori, che le intitolarono una strada di inadeguata importanza tra Martiri dei Lager e via del Macello, che è tutto dire. Pregasi gli habitué dei social di andarci piano con le inclinazioni ideologiche di Luisa. Frega niente a nessuno se la figlia riscattata di un pescivendolo oggi avrebbe strizzato l’occhio al comunismo, al renzismo o alla difesa incondizionata del Capitale. Arginate il vostro estro adoratori dei social. Accontentatevi di commentare su Facebook il post di un infervorato Giacomo Leonelli, per il quale la sua meravigliosa Perugia “non è mica un set ricostruito”. Dopo di che coraggio, che il meglio è passato, come diceva Ennio Flaiano.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Se il rapper Ghali diventa il protagonista di "Assassin's Creed"

Se il rapper Ghali diventa il protagonista di "Assassin's Creed"

Il rapper italiano Ghali, che sta scalando le classifiche delle hit più ascoltate e che vanta decine di milioni di visualizzazioni su Youtube, è stato scelto dal leader dell'intrattenimento digitale Ubisoft per rendere omaggio all'ultimo capitolo della saga di "Assassin's Creed" (Assassin's Creed Origins), il videogioco da 110 milioni di copie, in uscita il 27 ottobre. Ghali veste i panni del ...

 
Egitto in lutto commemora 75esimo della battaglia di El Alamein

Egitto in lutto commemora 75esimo della battaglia di El Alamein

El Alamein (askanews) - Le autorità egiziane e più di 35 delegazioni straniere hanno commemorato il 75esimo anniversario della battaglia di El Alamein del 1942, importante vittoria alleata sui nazisti, in un Egitto in lutto per la morte ieri in un attentato di almeno 35 poliziotti. La cerimonia si è svolta al cimitero della Commonwealth War Graves Commission, dove riposano i resti dei soldati ...

 
Ue, Boccia a Berlusconi: no doppia moneta, nodo è produttività

Ue, Boccia a Berlusconi: no doppia moneta, nodo è produttività

Capri (askanews) - Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, boccia la proposta di doppia moneta lanciata dal leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dal palco del convegno dei giovani imprenditori. "No, non ci convince la doppia moneta - ha detto Boccia a margine del meeting degli under 40 di Confindustria - riteniamo che possa incrementare solo elementi inflattivi. La grande sfida del ...

 
Spagna, governo ricorre ad articolo 155: destituzione Puigdemont

Spagna, governo ricorre ad articolo 155: destituzione Puigdemont

Madrid (askanews) - Il governo centrale spagnolo di Mariano Rajoy, riunito in un Consiglio dei ministri durato un paio di ore, ha deciso di fare ricorso all'Articolo 155 della Costituzione per revocare una serie di prerogative della Generalitat della Catalogna, il governo regionale autonomo, dopo che questo ha fatto votare un referendum per l'indipendenza. "Applichiamo l'Articolo 155 della ...

 
Concerto dai balconi di piazza del Mercato

Tanta gente in centro

Concerto dai balconi di piazza del Mercato

A Terni, fino alla tarda serata di sabato 21 ottobre, si è svolta con grande successo, in piazza del Mercato, l’iniziativa "Concerto dai balconi", organizzata ...

21.10.2017

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Il fatto

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, ...

19.10.2017

Avventura televisiva finita per Dimitri Tincano

"Il collegio 2"

Avventura televisiva finita per Dimitri Tincano

Avventura televisiva finita per Dimitri Tincano, il quindicenne ternano che ha partecipato al reality di Raidue "Il collegio 2". Il ragazzo è arrivato all'ultima puntata, ma ...

18.10.2017