Il saluto di musica, canto e poesia al sole che va a dormire: Music for sunset ha fatto ancora centro

Haines, Haber, i This Armony, Zitello hanno incantato l'Isola Maggiore

24.07.2012 - 19:54

0

Circe dalla Finlandia, armata di pioggia e tuono, ce la mise tutta per cancellare i suoni, le parole, le immagini, la gioia, i pensieri, le meditazioni, i fuochi, le luci che si propagavano dall'Isola. Ma non ce la fece. Alla fine dovette arrendersi nonostante l'aiuto imprevisto di traghettatori infuriati. Da allora, la festa che celebra il tramonto e l'arrivo della luna continuò per anni e anni, chiamando a sé artisti di tutte le arti. E tutte le arti, lì, per il mese di luglio, furono solite ritrovarsi. La morale di questa storia? Quando la pianta trova il giusto terreno, attecchisce e cresce. Nonostante tutto e tutti.
"Music for sunset" è un festival nato dalle sensazioni genuine di Sergio Piazzoli. Nel suo buen retiro, ha preso casa all'Isola Maggiore, è stato sommerso più volte dalle suggestioni del Trasimeno. E' bello immaginare che l'amore del principe figlio di Tirreno per la ninfa Agilla abbia suggestionato il patron della Musical Box che vive di musica in tutti i sensi quando, tre anni fa, vagheggiava di partiture minimali, fantasticava su echi sonori e timbriche alla Brian Eno. Aveva in mente l'idea della cosiddetta musica per ambienti, evoluzione di una certa modalità derivata dalla musica da camera che ha trovato la sua massima espressione nella grande opera, appunto, di Brian Eno con "Music for airports" e "Music for film".
Nella primavera 2010 Sergio Piazzoli mise a fuoco il progetto e approntò una sorta di numero zero con una sonorizzazione dell'Isola. I luoghi iniziarono a prendere nomi evocativi: il giardino dell'Oso, la lingua del cigno, lo scoglio e fonte di San Francesco. Nel 2011la prima edizione ufficiale con Vittorio Nocenzi del Banco a incantare con il suo piano che si anneriva con lo scendere del sole; il pontile inghiottito dalla notte che prendeva vita con le sonorità dei This Harmony; la Diva degli ombrelli che fluttuava maestosa. E nell'aria le parole significanti del poeta narratore Vincenzo Costantino "Chinaski"; i duetti Giovanni Guidi- Alfonso Santimone e Attila Faravelli-Nicola Ratti; la chitarra magica di Francesco Federici; l'intensa lettura della storia nostra di Leonardo Malà. L'idea, così, ha preso forza.
Per capire però il senso di questa Isola di Whigt che nell'edizione 2012 si è compiutamente manifestata, si deve entrare nel Teatro del Tramonto. Di fatto è il giardino dietro casa Piazzoli. Un terreno sovrastato da un'imponente roccia bianca leggermente convessa; uno spazio che era da bonificare, certamente da amare e da far vivere. Qui ha suonato sabato sera Greg Haines: la sua densa malinconia fatta di elettronica per sottolineare la contraddittoria evoluzione dell'uomo, ha preso forma anche attraverso immagini proiettate sulla roccia. Una suggestione fortissima. Qui, la sera dopo, ha risuonato la voce inconfondibile di Alessandro Haber che ha interpretato "Storie di ordinari tramonti" tratte da Bukowski, che ha omaggiato Neruda con "Ode alla vita" e che ha trasposto inversi le strofe che Ivano Fossati ha composto per "Canzone popolare".
Uno spazio dell'anima, quello giusto per "Music for sunset".
Che altro dire? Piuttosto ricordare il contributo che hanno dato, il primo giorno, i This Harmony con l'orchestra da camera del Trasimeno; e poi le arpe di Vincenzo Zitello e quelle delle musiciste del "Girotondo"; la danza straordinaria della Compagnia "Ritmi sotterranei"; l'omaggio al sole della chitarra di Paolo Angeli. Unico rammarico l'impossibilità tecnica di far suonare il grande Ramberto Ciammarughi. Lo farà domenica. Pazienza. E poi menzionare due uomini di cultura, a vario titolo espressioni della Regione Umbria, quali Fabrizio Bracco e Baldissera di Mauro che hanno creduto all'idea. Su tutto, la partecipazione di tanta gente. Quella che ha sfidato Circe e gli scioperi, che ha capito il senso di questo festival della natura, della sinfonia dei suoni e delle tante forme delle arti. "Music for sunset", tutto gratuito tranne il traghetto, è un'inebriante vertigine dei sensi che ricorderemo, chissà dove, quando potremo godere, pienamente liberi, del prossimo tramonto.

Riccardo Regi

Vedi anche: Il programma di Music for Sunset 2012;

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

I fratelli De Angelis live: "Coro dei pompieri nostro tormentone"

I fratelli De Angelis live: "Coro dei pompieri nostro tormentone"

Roma, (askanews) - Guido e Maurizio De Angelis, due leggende delle colonne sonore del cinema italiano, saranno in concerto a Roma il 1 luglio (alla Cavea dell'Auditorium Parco della Musica) per la Reunion Live degli Oliver Onions, uno degli pseudonimi con cui sono conosciuti i due fratelli che nella loro lunga carriera artistica hanno scritto successi per Jane Birkin, Agnetha (Faltskog) degli ...

 
Gruppo Ferrero presenta VIII rapporto di responsabilità sociale

Gruppo Ferrero presenta VIII rapporto di responsabilità sociale

Roma, (askanews) - Presentato al Salone d'onore del Coni, alla presenza del presidente del Comitato Olimpico Giovanni Malagò, l'ottavo Rapporto di Responsabilità Sociale d'Impresa del gruppo Ferrero. Con oltre 70 anni di Glocalcare (cura e rispetto "glocal") per le persone e per il pianeta, Ferrero costruisce così il suo approccio alla sostenibilità basandosi sostanzialmente sulla strategia di ...

 
Dompè farmaceutici amplia sito dell'Aquila, investe 30 milioni

Dompè farmaceutici amplia sito dell'Aquila, investe 30 milioni

Roma, (askanews) - La Dompè, azienda biofarmaceutica italiana, diventa più grande. Il gruppo festeggia i sui 25 anni di attività potenziando l'impegno nella produzione e nell'attività di ricerca e sviluppo con l'ampliamento del sito dell Aquila. Un investimento di 30 milioni di euro negli ultimi due anni e di oltre 200 milioni complessivamente. Il sito dell Aquila, specializzato nella produzione ...

 
L'Alchimista sul trono

Quattro Ristoranti

L'Alchimista sul trono delle enoteche gastronomiche

Giovedì 21 giugno alle ore 21.15 su Sky Uno hd è arrivata la nuova puntata inedita di Alessandro Borghese 4 Ristoranti (LEGGI Quattro ristoranti, in onda la puntata girata in ...

21.06.2018

Tre giorni di musica (e non solo) al tramonto

Moon in june

Tre giorni di musica (e non solo) al tramonto

Dopo l’anteprima del 22 giugno al teatro di Tuoro (alle 21) con le sperimentazioni elettroniche di Fields Conduction e il concerto dei Lstcat insieme a Ginevra Di Marco e ...

21.06.2018

Su Rai3 lo speciale sulla Quintana

foligno

Su Rai3 lo speciale sulla Quintana

Il fascino e le emozioni della Quintana sbarcano su Rai3, che sabato 23 giugno manderà in onda uno speciale di 66 minuti dedicato alla giostra vinta dal rione Cassero. ...

21.06.2018