Terni

Afferrò per il collo un ragazzino, condannato a due mesi

13.11.2017 - 20:58

0

Spazientito perché non riusciva a dormire - era il giugno del 2014 - è sceso in strada, ad Acquasparta, afferrando letteralmente per il collo uno dei giovanissimi che, a detta sua, fra urla e 'suonate' al campanello di casa, non gli stavano dando tregua. L'uomo, 38enne serbo, è stato condannato lunedì dal tribunale di Terni, giudice onorario Marco Di Tullio, a due mesi di reclusione. L’accusa, rappresentata dal pm Adalberto Andreani, aveva chiesto la condanna ad un mese. Il reato contestato al 38enne era 'esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza alle persone'. Ad intervenire per primo, riportando la calma, era stato il padre del ragazzino 'accalappiato' (che all'epoca dei fatti aveva 10 anni). Poi la vicenda era finita all'attenzione dei carabinieri di Acquasparta e quindi della procura.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Legittima difesa, Bonafede: "Nessuna liberalizzazione delle armi"

Legittima difesa, Bonafede: "Nessuna liberalizzazione delle armi"

(Agenzia Vista) Roma, 18 luglio 2018 "In nessun modo la realizzazione dell'obiettivo riformatore, per come concepito dalla maggioranza, potrà portare alla liberalizzazione delle armi in Italia, la detenzione ed il porto delle quali risultano disciplinate da disposizioni normative rigorose sulle quali il Governo non avverte alcuna esigenze di intervenire, trattandosi di leggi che rappresentano, ...

 
Legittima difesa, Bonafede: "Nessuna liberalizzazione delle armi"

Legittima difesa, Bonafede: "Nessuna liberalizzazione delle armi"

(Agenzia Vista) Roma, 18 luglio 2018 "In nessun modo la realizzazione dell'obiettivo riformatore, per come concepito dalla maggioranza, potrà portare alla liberalizzazione delle armi in Italia, la detenzione ed il porto delle quali risultano disciplinate da disposizioni normative rigorose sulle quali il Governo non avverte alcuna esigenze di intervenire, trattandosi di leggi che rappresentano, ...

 
Altro

"Fermare la plastica prima che arrivi in mare"

É stato presentato al Castello Estense di Ferrara il progetto di pilota "il Po d'Amare " per la prevenzione dell' inquinamento da plastica in mare. Il progetto predisposto da Fondazione per lo sviluppo Sostenibile , Corepla e Castalia è realizzato grazie coordinamento dell'autorità di Bacino distrettuale del fiume Po.

 
Altro

L’Eni guarda al futuro con l’economia circolare

I cambiamenti climatici e la protezione dell'ambiente impongono un cambiamento di paradigma. L'economia lineare basata sullo schema estrazione-produzione-consumo-smaltimento non è più in grado di rispondere alle sfide del futuro. Ora si guarda all'economia circolare, incentrata sull'ottimizzazione della produzione, sul riutilizzo dei prodotti e sul recupero dei rifiuti. Ed è proprio in quella ...

 
Quelli dei Massive Attack

Umbria Jazz 2018

Quelli dei Massive Attack

La lunga notte dei Massive Attack all'Arena Santa Giuliana per Umbria Jazz fra tanta musica, effetti speciali e un'abbondante pioggia che non ha fermato entusiasmo e note ... ...

17.07.2018

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

Umbria Jazz

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

L'acquazzone che si è abbattuto per qualche minuto sull'arena Santa Giuliana di Perugia non ha scoraggiato assolutamente il popolo di Umbria Jazz e l'attesissimo concerto ...

17.07.2018

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Il festival

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Poco dopo le 22 la luna si oscura e nubi nere scatenano un acquazzone sul popolo dei Massive Attack, all'arena Santa Giuliana. Hanno partecipato in tanti, sia sulle gradinate ...

16.07.2018