A Molino Silla c'è “Pane, mortadella e mela”

E' sempre vivo il ricordo di don Pierino Gelmini

Comunità Incontro

A Molino Silla c'è “Pane, mortadella e mela”

23.09.2017 - 12:50

0

La Comunità Incontro Onlus Molino Silla di Amelia domenica 24 settembre spegnerà 38 candeline. La ricorrenza verrà  festeggiata con il tradizionale appuntamento “Pane, mortadella e mela”, per ricordare quello che veniva mangiato quando, nel 1979, don Pierino Gelmini fondò la struttura. La giornata  inizierà, alle 11, con l'arrivo dei familiari in visita ai ragazzi ospiti della Comunità e poi tutti insieme parteciperanno alla messa. Dopo la celebrazione della santa messa i ragazzi ospiti della struttura e i familiari pranzeranno insieme. Nel pomeriggio sarà possibile visitare i luoghi simbolo dove ha vissuto don Pierino come la stanza del camino e la casetta nel bosco, mentre alle 17 al Palazzetto si terrà un incontro dal titolo “Insieme per la vita contro la droga”. Verranno affrontati temi legati alla tossicodipendenza, alle ludopatie, alle nuove droghe in particolare, alla prevenzione e  all'accoglienza. Interverranno all'incontro politici, autorità istituzionali e amici della Comunità, tra cui il vicepresidente del Senato  Maurizio Gasparri, il procuratore capo della Repubblica di Terni Alberto Liguori,  il sottosegretario al ministero dell'Interno Gianpiero Bocci, il questore di Terni Antonino Messineo, il prefetto di Terni Paolo De Biagi e il comandante provinciale dei carabinieri di Terni, colonnello Davide Rossi. La giornata si concluderà davanti alla cappella dove è sepolto il "don", come lo chiamavano i suoi ragazzi, ascoltando l'Ave Maria di Gounod. La serata continuerà con la cena a base di pane, mortadella e mela. A termine della cena tutti con gli occhi rivolti al cielo per ammirare lo scintillante e coloratissimo spettacolo di fuochi d'artificio. “Sarà una giornata quella di domenica – spiega Giampaolo Nicolasi, responsabile della Comunità Incontro Onlus – in cui verrà ricordata la storia della Comunità ed in particolare la lotta alla droga che don Pierino ha portato avanti fino alla fine. Verrà ricordata la data del 13 febbraio del 1963 quando don Pierino incontrò a Roma Alfredo, un tossicodipendente. Alla sua richiesta di aiuto il "don" non esitò un istante a rispondere decidendo non solo di accogliere Alfredo nella sua casa, ma anche di impegnarsi per aiutare le vittime di droga, alcol e altre dipendenze. La prima comunità fu aperta a Roma, ma nel 1979 l’esigenza di una struttura più ampia e di un contesto più tranquillo e a contatto con la natura, portò alla decisione di trasferire la comunità alle porte di Amelia. Diventata poi la Valle della Speranza per tantissimi giovani vittime della droga”.  

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Nucleare Iran, Macron pessimista: Trump non ha difeso accordo

Nucleare Iran, Macron pessimista: Trump non ha difeso accordo

Roma, (askanews) - Il presidente degli Stati uniti Donald Trump sarebbe irremovibile e dovrebbe abbandonare l'accordo sul programma nucleare iraniano: lo ha fatto capire il presidente francese Emmanuel Macron, dopo i suoi colloqui con l'inquilino della Casa Bianca e il suo tentativo di dissuadere Trump dalle sue intenzioni. "Non ho informazioni privilegiate per sapere ciò che il presidente ...

 
Governo, Martina da Fico: dal M5s passi avanti importanti

Governo, Martina da Fico: dal M5s passi avanti importanti

Roma (askanews) - "Abbiamo portato a Fico le nostre valutazioni, riconosciamo e registriamo passi in avanti importanti, in particolare rispetto alla richiesta fondamentale relativa alla necessità di chiudere definitivamente la fase di confronto e trattativa del M5s con il centrodestra e la Lega. Su questo sono arrivate parole importanti e definitive e questo è un fatto politico che registriamo". ...

 
La Guerra del Vietnam 50 anni dopo: dentro il museo di Saigon

La Guerra del Vietnam 50 anni dopo: dentro il museo di Saigon

Saigon (askanews) - La Guerra del Vietnam, forse il primo conflitto globalizzato nelle coscienze della popolazione mondiale, finiva nel 1975. Nello stesso anno nel centro di Saigon, l'ex capitale del Sud ribattezzata Ho Chi Min City, veniva aperta un'esposizione dedicata agli orrori del conflitto, visti, ovviamente, dal punto di vista del regime comunista che aveva sconfitto gli americani. Oggi ...

 
I grandi dell'immaginario protagonisti a Encuentro

quinta edizione

I grandi dell'immaginario protagonisti a Encuentro

La quinta edizione di Encuentro, in programma a Perugia e Terni dal 2 al 6 maggio, sarà quella dei grandi immaginari che si incontrano e dialogano tra loro. La letteratura in ...

24.04.2018

Don Matteo, la 12esima serie si farà

Spoleto

Don Matteo, la 12esima serie si farà

La notizia è arrivata all'indomani del bagno di folla di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo "Menotti" di Spoleto (leggi qui): la 12esima serie di don Matteo si farà. E sarà ...

20.04.2018

Don Matteo, in mille per il gran finale

Spoleto

Don Matteo, in mille per il gran finale

Oltre 1000 persone si sono trovate dal pomeriggio di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo di Spoleto per l'evento conclusivo dell'11esima stagione della serie di Don Matteo. ...

19.04.2018