Ast, Di Girolamo: "Capisco i fischi, ma restiamo uniti"

TERNI

Ast, Di Girolamo: "Capisco i fischi, ma restiamo uniti"

20.10.2014 - 19:24

0

Sulla vicenda Ast è intervenuto il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo, anche lui finito nel mirino delle contestazioni dei lavoratori. "La manifestazione sindacale di venerdì - si legge in una nota - segna un punto molto importante nella storia della città e contiene messaggi che tutti dobbiamo essere in grado di cogliere. Indipendentemente dal numero esatto dei partecipanti, 15.000 o 30.000, è stata sicuramente la più grande manifestazione che la città ricordi. C’era tutta Terni. Questo stringersi assoluto, totale, della città intorno alla sua fabbrica simbolo testimonia, se ancora ce ne bisogno, il legame profondo ed indispensabile della “Terni” con la città. Perché la storia della “Terni” è in gran parte la storia della città, ancora oggi. A Terni ed all'acciaieria si è stretta tutta l’Umbria. Tutti i 93 comuni umbri hanno aderito alla manifestazione e moltissimi di loro, oltre sessanta, erano presenti con i sindaci ed i gonfaloni, così come la Regione ed i parlamentari. Perché Ast non è fondamentale solo per Terni, ma per tutta la Regione, costituendone un fattore indispensabile di produttore di ricchezza, di lavoro, di tecnologie. Era legittima la preoccupazione - prosegue il sindaco - che il clima di forte tensione che si respirava in città potesse portare ad episodi che mettessero a rischio l’ordinato svolgersi della manifestazione. Ed invece, diversamente da quanto accaduto a Torino, tutto è avvenuto senza alcun incidente. E’ stata un’ulteriore prova di maturità e democrazia dei lavoratori e dei cittadini ternani. Durante il comizio gli interventi dei leader nazionali dei sindacati hanno subito la contestazione di una parte dei partecipanti. Un fenomeno che si è verificato in forma anche più clamorosa nei giorni precedenti nei confronti degli amministratori comunali, in primo luogo il sottoscritto. Sono contestazioni che provocano amarezza in chi, in questi due anni e mezzo, ritiene di aver fatto di tutto per cercare di dare una soluzione positiva alla vicenda. Di aver speso tutto quello che il suo ruolo gli ha consentito di fare. Al di là di quanto, con tutto il cuore, vorremmo fare. L’ho fatto assicurando presenza e partecipazione a tutte le iniziative assunte dalle rappresentanze dei lavoratori a difesa della integrità e del futuro del sito aziendale: scioperi e manifestazioni, da quella del 4 giugno con la famosa “manganellata”, al blocco della autostrada ad Orte. Ma quei fischi e quelle urla ci dicono, al di là delle nostre valutazioni, che una parte di cittadini e lavoratori non ritiene sufficiente questo sforzo e questo impegno. Dobbiamo ascoltarli. Provando, tutti insieme, a fare di più. Ma senza andare verso strade impraticabili quali quella della rinazionalizzazione o autolesionistiche quali quella del commissariamento per un supposto 'disastro ambientale'. Ma in primo luogo incalzando il governo italiano ad assumere con più forza la difesa dell’interesse nazionale che Ast rappresenta. Ora il confronto riprende e ci arriviamo forti della spinta che la grande manifestazione di venerdì ci dà. Ma consapevoli anche che possiamo raggiungere un risultato positivo solo se il nostro fronte continua a lavorare unito. Dividerci e rimpallarci responsabilità non fa altro che il gioco della controparte. Vanno recuperate pienamente quindi quelle crepe che si sono evidenziate in questi ultimi giorni. Attraverso un confronto schietto e costruttivo. Lo dobbiamo ai lavoratori dell’Ast, ai lavoratori dell’indotto, ma più complessivamente alla città".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Venezia-Perugia si sposta a San Siro: Nesta e Inzaghi, clima play off
CALCIO SERIE B

Venezia-Perugia si sposta a San Siro: Nesta e Inzaghi, clima play off

Anche tecnico e fantasista del Perugia sono stati protagonisti de “La notte del maestro”, la serata d’addio al calcio di Andrea Pirlo di lunedì 21 maggio a San Siro. Nesta e Diamanti hanno risposto alla convocazione dell’ex compagno azzurro per dare spettacolo insieme a tantissime stelle del calcio. In campo chiaramente anche il tecnico del Venezia, Pippo Inzaghi. Bobo Vieri, con un video su ...

 
"Hotel Gagarin", Amendola: speranza è nella curiosità per l'altro

"Hotel Gagarin", Amendola: speranza è nella curiosità per l'altro

Roma, (askanews) - In un film divertente e poetico come "Hotel Gagarin", diretto da Simone Spada, nei cinema dal 24 maggio, Claudio Amendola interpreta un personaggio romantico e sognatore. Con Luca Argentero, Giuseppe Battiston, Barbora Bobulova, Silvia D'Amico, Caterina Shulha, si ritrova in un hotel isolato dell'Armenia: il progetto di girare un film è saltato ma quell'imprevisto, in quel ...

 
Marco Bocci torna a casa

Marco Bocci a casa

Marsciano

Marco Bocci torna a casa

“E finalmente casa dolce casa”. Con un post su Instagram Marco Bocci comunica ai suoi fan la bella notizia e aggiunge diversi hashtag sul suo stato di salute: ...

22.05.2018

Sì al Todi festival, ma in Umbria non ci sono piste di atletica

Fiona May

Sì al Todi festival, ma in Umbria non ci sono piste di atletica

Atleta, mamma e ora anche attrice di teatro, Fiona May in Umbria per presentare il suo debutto  al Todi festival 2018, il 25 agosto al teatro Comunale di Todi.

21.05.2018

La bella Carolina Miss Mondo Umbria

Eletta a Corciano

La bella Carolina Miss Mondo Umbria

Carolina Scarscelli, 16 anni, studentessa di Città di Castello è Miss Mondo Umbria 2018. È stata eletta sabato sera al Gherlinda nel corso della finale regionale organizzata ...

21.05.2018