La felicità di Sirci: "Li abbiamo macinati". Atanasijevic: "Troppe chiacchiere"

Sirci balla dopo la vittoria contro Civitanova in Champions (foto Testa)

VOLLEY

La felicità di Sirci: "Li abbiamo macinati". Atanasijevic: "Troppe chiacchiere"

08.12.2017 - 23:02

0

Contro tutto e tutti. Contro l’inerzia di una gara che sul 19-17 pro Lube nel terzo set, vedeva Civitanova proiettata verso un più che possibile e rumoroso 3-0. Contro le statistiche che evidenziavano come i marchigiani fossero duri da battere quando guidavano due set a zero. Nell’ultimo anno e mezzo, infatti, per tre volte su quattro Juantorena e soci avevano portato a casa la vittoria al tiebreak dopo essere stati avanti di due giochi. Contro chi aveva riservato pensieri e parole non propriamente al miele per il patron Sirci e per il poco amato grande ex Ivan Zaytsev, perché quel “Ma da Lisbona a Vladivostok almeno le scarpe erano comode?” sapeva di provocazione (civile, sia chiaro) sia per il numero 1 perugino che per lo schiacciatore bianconero.

IL SUCCESSO AL TIE BREAK
Si spiega anche così la gioia con la quale Sirci, a dado ormai tratto in favore della sua Sir Safety Colussi Sicoma, si è lasciato andare ad un ballo scatenato: “E’ quello che faccio quando sono felice - spiega il presidente della Sir -. Nel tiebreak gli abbiamo semplicemente asfaltati, strapazzati, macinati. Ci abbiamo messo concentrazione, cattiveria e la forza della disperazione. Sono contento, ci voleva un successo simile con una squadra forte come Civitanova. Con il passare della gara abbiamo ricevuto meglio e in questo fondamentale Zaytsev è cresciuto così come il muro. Anche la nostra battuta che è sempre fondamentale per fare bene è salita di livello. E’ stata una vittoria di carattere”.
Coach Bernardi aggiunge: “Continuo a sostenere una cosa che deve essere molto chiara. In una piazza affamata di successi come quella di Perugia è importantissimo saper mantenere i piedi per terra. Non eravamo fenomeni prima della sfida dell’Eurosuole di dieci giorni fa e non eravamo dei brocchi al termine della stessa. Così come non siamo tornati ad essere invincibili dopo la rimonta maturata in Champions League. Dobbiamo continuare a fare un percorso di un certo tipo. Per cambiare e consolidare una mentalità di una squadra e di un ambiente ci vogliono anni. Per ambire a vincere andremo incontro a degli alti e bassi che dovremo gestire nella maniera giusta. I ragazzi stanno lavorando benissimo. Ora testa a Latina visto che ci aspetta una gara molto insidiosa”.
Se Atanasijevic sarà quello visto contro la Lube, sarà un po’ meno arduo passare al PalaBianchini. L’opposto serbo dimostra però di saper incidere anche davanti ai microfoni e non solo quando sale in cielo per bombardare a suon di attacchi vincenti le difese avversarie: “Con il passare della gara abbiamo giocato bene dimostrando di saper tirare fuori il meglio di noi stessi anche contro le ‘Big’. Forse per loro era meglio stare zitti e non fare i fenomeni in casa nostra pur se la prestazione non è stata straordinaria e per fare bene in Champions, ripeto, è necessario giocare bene. Ringrazio i tifosi che ancora una volta sono stati grandi così come mi sento di ringraziare il coach che ha preparato bene la partita”.
Chiosano Podrascanin e Anzani, come di consueto più che positivi anche mercoledì sera: “Abbiamo dimostrato un grande carattere. Questa è la vittoria più bella della stagione - spiega il ‘Potke’ - anche perché è arrivata contro un avversario che considero ancora essere il più forte d’Italia”. Anzani aggiunge: “I primi due set sono stati la fotocopia di quelli di dieci giorni fa. Ci dispiaceva, ci scocciava perdere e per questo non ci siamo arresi. Dovevamo avere una reazione importante e così è stato”. Contro tutto e tutti.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Gasparri: non capoisco che problema sia Savona per Mattarella
Il senatore di Forza Italia

Gasparri: non capoisco che problema sia Savona per Mattarella

aurizio Gasparri, senatore responsabile degli enti locali per Forza Italia, ieri era in tour elettorale in Umbria, ed è venuto al gruppo Corriere scambiando qualche opinione su quel che sta accadendo nella capitale, con il tentativo di formare il governo (che gli azzurri avverseranno) impantanato sulla nomina di Paolo Savona all'Economia. Sorride Gasparri “per l'ironia del momento politico”. E ...

 
Fallico: il business internazionale è stanco di sanzioni a Russia

Fallico: il business internazionale è stanco di sanzioni a Russia

San Pietroburgo, (askanews) - L'edizione 2018 del Forum di San Pietroburgo ha dimostrato che il business e le aziende sono sempre più insofferenti nei confronti del regime di sanzioni contro la Russia: ne è convinto Antonio Fallico, presidente dell'Associazione Conoscere Eurasia e di Banca Intesa Russia. "Questo forum ha registrato ufficialmente più di 22.000 persone che provengono da 100 paesi. ...

 
Due Mondi tra realtà e sogno

Tutte le star del festival

Due Mondi tra realtà e sogno

Il Minotauro sarà l'opera inaugurale della 61esima edizione del festival dei Due Mondi. Il testo, ispirato al libro di Durrenmatt, è reso in musica della compositrice Silvia ...

25.05.2018

I My Mine presentano il nuovo album

I My Mine

Italo disco

I My Mine presentano il nuovo album

Venerdì 25 maggio i My Mine presenteranno al Mishima di Terni il nuovo album “83-18” che rappresenta il loro ritorno sulla scena della musica elettronica. La band simbolo ...

24.05.2018

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Il film diretto e interpretato da Alberto Sordi sarà proiettato in versione restaurata al Morlacchi

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Alberto Sordi in Fumo di Londra è Dante Fontana, antiquario con il negozio in corso Vannucci, a pochi passa da piazza IV Novembre. Era il 1966 e Sordi, per la prima volta ...

23.05.2018